Una bella notizia: Roma sprofonda nel guano degli storni

di TONTOLO

Quattro milioni di storni stando defecando su Roma, sui palazzi, sui monumenti, sul biondo Tevere (ormai color birra scura) e sui sette colli fatali, che ormai sono colli fecali. Le auto blu diventano marroni.

Insomma i simpatici volatili stanno facendo quello che milioni di padani (e non solo) sognano da sempre di poter fare: bombardare la Città eterna con shrapnel di cacca, guidare stormi di mucche pezzate volanti, pilotare Canadair che irrorano giuso. Finalmente una bella notizia. Al bar del mio paese abbiamo aperto una colletta per acquistare alcuni Tir di mangime per quegli uccelli vendicatori. C’è la fila di quelli che si stanno offrendo per guidarli fino al Grande Raccordo Anulare e nutrire,  ingozzare, e rimpinzare gli storni fino a farli diventare dei condor, fino a dilatare il loro apparato digestivo e i loro orifizi alle dimensioni degli elefanti.

Sodoma e Gomorra sono state distrutte con una pioggia di fuoco e di zolfo, Roma viene spolverata di merda.   In buon latino: Cuique suum.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. carla 40 says:

    E bravi gli storni, pero’ si dovrebbe poter insegnar loro a dirigere meglio gli strali profumati, a personalizzarli. C’e’ giusto un luogo assai rinomato con tante teste illustri dove la materia in questione farebbe da ottimo concime, con risultati apprezzabili. Forza storni, datevi da fare.

  2. Silvia says:

    Sig. Marco, non ci faccia caso, i volatili quando decidono di sparare cagate si trovano a qualsiasi latitudine;)

  3. Marco says:

    Sono un ragazzo romano che vi segue e vi ammira per il vostro pensiero indipendentista, che condivido in tutto e per tutto. Ma non mi aspettavo un articolo del genere, di gratuito insulto alla città. Perchè insultare Roma come personificazione del centralismo schifoso dell’itaglia (in minuscolo ovviamente), del marciume e della corruzione che attanagliano tutti i popoli che vi abitano è un conto, significa insultare le istituzioni di quello stato che ci sta rovinando. Mostrare odio per la città in sè è deprecabile e mette in luce una bassezza e un provincialismo (e forse un pizzico di invidia) che non credevo vi appartenesse . Cordiali Saluti

    • Leonardo says:

      Spettabile Mirco, qui è la Roma politica, e quel che rappresenta in quel senso, che Tontolo attacca, proprio perchè Tontolo è un indipendentista..

      • gian says:

        politica ma anche un po al modo d esser ‘rialssati’ diciamo. ovvio non si fa di un erba un fascio ma i storni ‘do i ciapa i ciapa’ 😀

        • Free Padania says:

          roma politica…italia politica…

          Per dirla con Gilberto Oneto :

          “L’italianità è una specie di muffa che ricopre e corrode tutto, che deteriora comunità “normali” impestandole di corruzione, malaffare, omertà, intrallazzi, furberie e dieta mediterranea.”

          “L’italianità è inoculata per via scolastica, tracima da cinema e televisioni, anche la bella lingua toscana si è italianizzata. L’Italia è dappertutto, e dappertutto corrode e distrugge: Alitalia, Bankitalia, Trenitalia, Salvaitalia, Forzaitalia, Equitalia. Basta Italia!”

          ———————————————————————–

          Che sia l’undicesima piaga, lo sterco su roma?

          http://www.lintraprendente.it/2013/11/piove-sterco-su-roma-e-tutti-noi/

    • Riccardo Pozzi says:

      Detto tra noi, Marco, sappiamo benissimo che Roma è la città più bella del mondo….è solo ciò che simboleggia che viene attaccato. Continua a seguire l’Indipendenza. Un abbraccio.

  4. Dan says:

    Perfino gli uccelli hanno più coraggio dei padani e stiamo ancora a chiederci perchè siamo ridotti così…

  5. Silvia says:

    “Poi dici che non ti caga nessuno”…
    Nooo!!!!!
    Abbiamo finalmente scoperto che la Madre di Tontolo e’ Leggenda!
    Mitico!

Reply to Marco Cancel Reply