Un sogno chiamato Padania passa per Grande Nord

la padania asse

di GIULIO GUSMINI – Seguo con interesse , in questi giorni, lo sviluppo delle vicende politiche riguardati Grande Nord, e devo essere sincero che sono rimasto sorpreso nell’attenzione che questo movimento ha destato nella gente. Non nascondo che questo mi fa molto piacere perché significa che l’ideale nordista e Padanista , nonostante le giravolte salviniane, è ancora presente in molte persone. Reputo per questo motivo   che Grande Nord dovrebbe affacciarsi sull’elettorato storico della lega che mal sopporta il leghismo nazional-fascista di Salvini. Tuttavia in molti mi hanno chiesto quale sia l’obiettivo di grande nord. Perché va bene essere un sindacato del territorio. Ma qual è la finalità ULTIMA del movimento. Qual è lo scopo che si prefissa per il nord. Non può limitarsi a professare solo uno pseudofederalismo quale fine ultimo. L’obiettivo finale deve avere in sé qualcosa di romantico, che muova i cuori delle persone, che li faccia battere all’unisono, di un simbolo. E anche questo Umberto Bossi l’aveva capito: La Padania Libera. Magari attraverso formazione della macroregione Padana. Le vie possono essere molteplici.  Vi assicuro  che i militanti che  sognano la Padania libera sono ancora tanti dentro e fuori dalla lega, e cercano qualcuno che li rappresenti.  Ora qualcuna dirà , ma il vostro è un sogno. Ed io voglio rispondere: non rinunciamo a un sogno perché pensiamo che ci vorrà troppo tempo per realizzarlo , perché il tempo passera comunque; e che soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. FIL DE FER says:

    La cosa più importante da fare è cambiare la costituzione.
    Se ciò risulta impossibile da fare bisogna arrivare ad un federalismo regionale pieno e consapevole.
    Tutto andrà governato con i costi standard di vecchia data che la Lega voleva attuare ma che non è riuscita ad attuare con il Berlusca ed il famoso Fini ormai andato a male.
    Se alle prossime elezioni il centro destra dovesse avere la maggioranza in parlamento tale da poter votare qualsiasi legge sarà ora che lo faccia cambiando veramente questo paese se non vogliamo che vada veramente in malora del tutto. quindi LA COSTITUZIONE è LA PRIMA COSA DA PRENDERE SUL SERIO E CAMBIARLA COME SI DEVE. Grande Nord ne dovrebbe fare un obbiettivo strategico importante per convincere non soli i cittadini ma anche altri partiti per risolvere una volta per tutte il blocco di qualsiasi modernità, sviluppo o cambiamento del paese.
    Capisco che aver una italia federale in cui ogni regione sia autodeterminata a svilupparsi come meglio crede ed un governo centrale ridotto a pura gestione delle poche competenze federali non vada incontro agli interessi dei politici tutti, ma tant’è se vogliamo uscire da inutili equivoci o inutili freni che da più parti vengono fatti ogni qual volta di paventa un cambiamento per il bene del paese.
    I politici devono capire che non possono più fare i giochetti di sempre. Sono tutti nudi difronte all’opinione pubblica e pagheranno a caro prezzo l’eventuale loro ignorare l’evidenza, la realtà e soprattutto la voglia di cambiamento radicale necessario per uscire dal fango in cui siamo stati proprio da loro portati.
    E’ penoso dover assistere ai continui attacchi al movimento 5 Stelle quando è l’unico partito a voler cambiare qualcosa in questo disgraziato paese. Berlusconi cui avevo dato fiducia almeno una volta perché sembrava veramente intenzionato a rivoltare l’italia come un calzino…..è stato una delusione.
    La sua paura verso la sinistra e la magistratura lo hanno inchiodato alle sue responsabilità nel non aver fatto nulla o quasi, specie la riforma della giustizia. Sarebbe ora che se ne andasse in pensione.
    Salvini invece sarebbe ora che parlasse di cose importanti come cambiare la costituzione…ma anche lui ha forse paura di combinarla grossa……e di avere tutti contro.
    Chi fa politica e ha paura di qualche cosa, anche fosse una sola, dovrebbe lasciar perdere.
    La coalizione di centro destra punta a vincere e forse nulla più!!!?
    Li abbiamo già visti all’opera e sinceramente non hanno né strabiliato né abbagliato.
    Si facciano un esame di coscienza e dichiarino che al primo posto va cambiata la costituzione.
    Renzi non ha tentato di farlo ? Maldestramente ed interessatamente!!!!?
    Lo faccia anche il centro destra ma con serietà e determinazione per cambiare e migliorare finalmente il paese.
    WSM

  2. Macroregione Padana sia. senza un ideale forte un Grande Nord non potrà crescere. avanti senza indugi.

  3. RAFFAELE says:

    Quanto dice Gusmini e’ fondamentale Grande Nord deve individuare l’obiettivo finale da raggiungere e perseguirlo con determinazione. A mio avviso la creazione di una macroregione Padana e’ un’obiettivo intermedio fattibile in grado di riportare nei cuori di tanti ex leghisti quella speranza di cambiamento che la lega ha perso.

Leave a Comment