UN REFERENDUM PER SODDISFARE LA VOGLIA DI LIBERTA’?

terremoto-nord-italia1di MARCELLO RICCI – La colonia Nord si ribella!   Con un referendum?
 Molto riduttivo. Lavorare duramente, produrre per mantenere i “fanigot” tali da sempre per vocazione ancestrale,  parassiti chhe rivendicano il diritto di essere tali, perché il sole li scalda troppo e il posto fisso in soprannumero li annoia per eccesso di nullafacenza. Il danno e la beffa. Istituzionalizzare i disagi e le soperchierie serve solo a convogliare la protesta  su un terreno politico che la depotenzia.
Roma Capitale, sorniona vede, acconsente e sorride.  La ricca colonia padana , mugugna  non esplode.
“ VOLETE VOI CHE I COMUNI COME SOSTITUTI D’IMPOSTA E TRATTINO CON ROMA IL COSTO DEI SERVIZI COMUNI ? “ Questo il vero quesito.
I suddito subisce , il cittadino tratta. Quelli che vengono dai “cafoni” ( con la corda al collo) per aver subito la Roma papalina e la Napoli borbonica vogliono sfogare le loro frustrazioni su chi  per gli interessi di una dinastia,  ha costretto la Padania a far parte di uno stato impossibile, non degno di essere in un Europa dei popoli.
L’invasione migratoria, lo ius soli, l’islamizzazione, sono tutti strumenti destinati a destrutturare questo Paese governato da un Gentiloni ( 64quattresimo esecutivo) privo di c……. .. Serve tempo. 
Sufficienti due generazioni per meticciare il Paese e renderlo permeabile al nuovo corso, tutto al ribasso. 
Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment