Un colpo alla mascella del M5Stelle: “Ma non ci distruggeranno”

di REDAZIONE

Il Blog Beppe Grillo, house organ del Movimento 5 Stelle, torna sulla questione Favia con un articolo di Maurizio Ottomano, un giornalista freelance vicino al movimento e al Meetup di Vicenza. Nel testo, la tesi sostenuta vuole che il fuorionda di Giovanni Favia andato in onda su ‘La7’ sulla mancanza di democrazia tra i ‘grillini’ fosse concordato. “Molti – si legge in apertura del testo – non aspettavano altro in Italia: un diretto ben assestato alla mascella sta facendo vacillare il Movimento 5 Stelle, lo spauracchio numero uno per i politici professionisti e tutti coloro che vi girano intorno”. In una lunga analisi, Ottomano evidenzia alcuni particolari del servizio non tornerebbero, a partire dal ‘gioco di sponda’ tra il conduttore della trasmissione Corrado Formigli e Luca Telese, direttore del neonato quotidiano ‘Pubblico’, sul cui sito la notizia del fuorionda sarebbe apparsa qualche minuto prima dell’effettiva messa in onda. Ottomano, poi, avanza pesanti dubbi sulla veridicità del filmato: “Favia è abituatissimo alle interviste” e “non è certo uno sprovveduto”, quindi ‘non poteva non sapere’. Perchè avrebbe parlato liberamente e così male del suo Movimento? Per Ottomano, dietro ci sarebbe la consapevolezza di una non ricandidatura, visto che Favia è “alla fine del secondo mandato”. Per questo, per trovare “un posto dalle parti del Pd e affini”, Favia si sarebbe prestato, secondo questa ricostruzione, a una operazione di disinformazione.

In conclusione dell’articolo, secondo Ottomano “questa storia appare molto ben congegnata, ma non così bene da distruggere il MoVimento 5 Stelle. Sicuramente porterà al tentativo di rendere più facile l’infiltrazione da parte di appartenenti o ex appartenenti alla vecchia politica tramite chi segue le idee dei ‘dissidenti’ o di quanti, alla luce di questa querelle, saranno convinti che la ragione stia dalla parte di chi invoca più democrazia”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Veritas says:

    “La politica è una cosa delicata. Occorre il dialogo, ecc.” scriveva un noto giornalista.
    Dalla figura e dai comportamenti di Grillo non appare assolutamente niente del politico.
    Non riesco a capire quelli che intendono votarlo.

  2. Niki says:

    Il ragazzo alla poltrona si è affezionato, sta solo cercando qualcuno che lo adotti e lo ricandidi: PD o PLD.
    Niente di nuovo sotto il sole italico.

  3. Qui http://www.keinpfusch.net/2012/09/e-arriva-il-conto-grillo.html trovate un’ottima analisi dei difetti del movimento di Grillo/Casaleggio….

  4. gigi ragagnin says:

    Favìa come Nanìa, cognomi siculi.

  5. Lista Casaleggio-Grillo says:

    Se Favia avesse mentito sarebbe stato un “buffetto”, una “carezza”.
    E’ stato un “pugno alla mascella”, percio’ il colpo e’ andato a segno.
    Allora forse i lettori realizzeranno le losche connessioni e procederanno con calci alla pancia.

    Ma Grillo non e’ quello che attacco’ i socialisti poco dopo Sigonella?

    Sounds like NATO

    • Dan says:

      Vengono da porsi alcuni quesiti riguardo i grillini (la base).

      Sono anticasta e quindi antipolitica o stanno solo cercando di sostituire una casta con un’altra ?

      Sono degli inguaribili ottimisti che credono davvero che basta sostituire uomini per riformare un sistema talmente marcio da produrre il percolato come la spazzatura in discarica ?

      O sono persone che se vedono saltare quest’ultima chance è la volta buona che si scatenano ?

      Oramai non credo più agli annunci ed alle previsioni di calci alla pancia, m’è bastato vedere i calci nella pancia della base leghista per capire che la serietà è sempre stata un optional tra gli italiani

      • Lista Casaleggio-Grillo says:

        Finche’ la gente comune continuera’ a guardare calcio e parlare di cazzate ci sara’ sempre una casta o un clan al potere.
        Che sia la casta cristo
        o la casta grillini
        o la casta xyz

Leave a Comment