Un anno fa Salvini: “Sto lavorando per l’autonomia”. Boni: non ce ne siamo accorti

regali-natale

di Davide Boni – Ve le ricordate le quattro letterine ad altrettanti quotidiani locali lombardi  che Capitan Salvini inviò alle testate giusto un anno fa? Ci teneva a premurarsi di dire a Provincia di Como, Giornale di Brescia, Provincia di Cremona ed Eco di Bergamo, che avrebbe dato “immediata concretezza agli impegni assunti in campagna elettorale”. E cioè? Magari l’autonomia, per iniziare. In  testa a tutto ovviamente e qualunquemente, come si dice pure, in fondo a tutto. Eh sì. Eppure scriveva anche di “non aver sottovalutato i dibattiti locali degli ultimi mesi” e di aver “preso nota”. Scusa tanto, Matteo, io ho il chiodo fisso del residuo fiscale, come quei milioni di lombardi e veneti che hanno avuto la sfrontatezza di votare un referendum. Siamo sotto le feste, ormai, e ci stentiamo un po’ babbi di minchia, trattati da sudditi proprio dai nostri fratelli lombardi, che hanno deciso di stare però con Napoleone, con Bava Beccaris, con Cialdini, e pure col patriota Bellerio. Ecco, stava scritto nel destino. Grandi opere zero, scuola autonoma come scritto già in Costituzione zero, treni per i pendolari zero, benzina zero, legge elettorale tanta, Alitalia tanta, macroregione zero, 75% delle tasse a casa nostra zero, previdenza regionale zero, evasione fiscale – degli altri – tanta, questione settentrionale zerissimo. Quest’anno cosa scriverà il leader nazionalista? Doveva rimandare a casa 500mila clandestini. Però poi il sogno si è fermato al Papeete. Figuratevi che dovevamo anche uscire dall’euro.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo RODEGHER says:

    Ricevo e trasmetto omunicato del PARITITO DEI VENETI.
    La notizia è degna di divulgazione poiché a roma hanno pensato di farci tornare indietro di 80 anni e rimandarci i mafiosi. Ci trattano come una colonia e noi risponderemo da coloni incazzati !!!!! WSM

    +ROMA INVIA 200 #MAFIOSI IN VENETO+
    “Notizia di questa mattina: 200 condannati per mafia appartenenti all’ndrangheta, sacra corona unita e camorra in regime di 416bis, saranno trasferito nel carcere di Vicenza. 100 di loro sono già arrivati, gli altri saranno trasferiti nelle prossime settimane. Questa è la risposta che Roma ha voluto mandare ai “veneti ribelli” che in massa hanno chiesto autonomia e decentramento amministrativo. Una vergogna totale. Il termine per indicare un territorio in cui uno Stato ruba le risorse economiche dandogli in cambio i suoi galeotti è quello di colonia. Per l’Italia siamo quindi a tutti gli effetti una colonia. Veneti, prendiamone atto e agiamo di conseguenza”. #PartitoDeiVeneti

Leave a Comment