“Sovranità”, un altro pezzo di destra si schiera con partito leghista nazionalista

di REDAZIONEveneto_mappa

“Demolire i campi Rom, ma con loro dentro oppure no?”: la domanda, che ha suscitato diversi applausi, e’ stata pronunciata oggi da uno degli intervenuti alla presentazione in Veneto della neonata associazione politico-culturale “Sovranita'”, vicina a Casa Pound, che si propone di sostenere l’azione politica di Matteo Salvini. Erano circa 300 le persone presenti all’iniziativa che ha lanciato la nuova sigla in Veneto, a Monastier. Fra gli aderenti figurano in larga misura esponenti di “Casa Pound’. “Non saremo un partito ‘liquido’, con più elettori che tesserati – hanno affermato i promotori – ma un soggetto strutturato in modo classico e presente fisicamente sui territori”. Fra i primi aderenti, oggi presente fra il pubblico, anche don Floriano Abrahamowicz, il sacerdote lefebvriano che acquisì notorietà in passato per le sue posizioni negazioniste rispetto all’Olocausto e per aver celebrato, nell’autunno del 2013, una messa a suffragio di Erich Priebke, l’ufficiale delle Ss riconosciuto responsabile per l’eccidio delle fosse Ardeatine. (ANSA).

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento