Un altro caso “Kabobo”, questa volta a Stoccarda. Si dichiara rifugiato e ammazza donna col machete

kabobo

Ancora violenza in Germania. Un rifugiato siriano ha ucciso con un machete una donna a Reutlingen (Baden-Württemberg), non lontano da Stoccarda ed ha ferito altre due persone, un uomo e una donna.

Teatro dell’aggressione, che secondo la polizia non avrebbe alcuna connotazione terroristica, Listplatz, vicino ad un negozio di kebab dove lavorava la vittima. L’aggressore, che è stato arrestato pochi minuti dopo dalla polizia, è un ventunenne in attesa di asilo da parte del governo Merkel, che fino ad ora è stato particolarmente aperto nell’accoglienza dei rifugiati provenienti dalla Siria.

E, nel giorno in cui il ministro della Difesa apre all’arruolamento nell’Esercito tedesco di rifugiati, si prevedono polemiche per un nuovo fatto di violenza che giunge a pochi giorni dalla strage di Monaco e dall’aggressione da parte di un altro rifugiato su un treno in Baviera a colpi di ascia.

Non sono ancora chiare le ragioni del gesto dell’uomo, che era noto alle forze dell’ordine per precedenti altri atti di violenza da lui compiuti, anche se l’ipotesi più probabile sembra quella di una lite. La donna uccisa, che secondo un testimone citato dalla Bild potrebbe essere stata incinta, lavorava in un ristorante kebab, Mangal, e l’aggressione è avvenuta nelle vicinanze, a Listplatz. Un uomo e una donna sono rimasti feriti dai colpi di machete del siriano, che ha agito da solo e che non si capisce come potesse avere un machete.

Tutto sembra essere nato da una lite fra l’assalitore e la donna: i toni si sarebbero accesi fino a quando l’uomo avrebbe aggredito e ucciso la donna, ferendo poi altre due persone. “Era completamente impazzito. Si è addirittura messo ad inseguire con il suo machete una macchina della polizia. È stato investito a quel punto da un’auto privata, è caduto ed è stato bloccato dalla polizia, immediatamente intervenuta”, racconta un altro testimone. L’allarme è così finito quasi subito con l’arresto dell’uomo, ma è bastato a far sentire la Germania, ancora sotto shock per la strage di Monaco, sempre vulnerabile.

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. luigi bandiera says:

    Occidentali, mettetevi gli occhiali altrimenti scambiate le faccende domestiche dell’Europa e proprio perche’ non ci vedete.
    .
    Si nota o no che GLI INVASORI stanno cambiando strategia..?
    Meglio usare lupi solitari anche con pochi feriti: crea piu’ insicurezza e pero’ o ma il kamikaze viene giustificato perche’ solo ed indifeso.
    .
    Eppoi, chi si e’ accorto della nascita di un frakax di “partiti umanitari” piu’ o meno rossoneri..?
    NESSUNO meno uno.
    Ve lo dico perche’ serve a tutti noi.
    Sono nati tantissimi partiti in questi ultimi 20 anni circa.
    E si possono nominare senza essere smentiti.
    Ecco i partiti:
    1) della solidarieta’;
    2) dei moderati;
    3) del volemose ben;
    4) dell’accogliamoli tutti;
    5) dei lupi solitari;
    6) dei depressi;
    7) dei disperati;
    8) dei richiedenti pane e vino;
    9) dei clandestini;
    10) dei richiedenti asilo politico;
    11) dei scappati dalla guerra;
    12) dei profughi;
    13) degli operatori o mediatori culturali;
    14) dei richiedenti lavoro;
    15) dei paganti la nostra pensione;
    ecc. ecc. ecc..
    .
    Pensate gente da mantenere che i non partiti, cioe’ e ma rimasti e cioe’ noi, abbiamo da mantenere appunto.
    .
    Il male e’ tutto nell’INTELLIGHENZIA OCCIDENTALE, malata… che dirige l’orchestra.
    .
    NESSUNO SE NE MAI ACCORTO..??
    Seguirebbero le mie multi sparate… in suffragio di…
    Salam

Lascia un Commento