ULSTER, LA PARATA ORANGISTA DI MAGGIO ATTIZZA LA TENSIONE

di REDAZIONE

Se nel sud l’indipendenza è ormai storia, nell’Ulster la situazione è ben diversa.

Per questa ragione, sale la preoccupazione a Belfast, capitale dell’Irlanda del Nord, per la parata lealista che si terrà il 19 maggio prossimo.

La notizia, riportata da direttanews.it, racconta che quello della parata è un momento consueto per le comunità dell’Ulster e sono diffusissime, anche in tempi di relativa pace come questo, le sfilate indette dagli unionisti per motivi commemorativi o tradizionali. Le perplessità che sono sorte in occasione del corteo orangista di maggio sono però motivate e riguardano le modalità di svolgimento previste, non tanto l’occasione in sé per cui l’evento è stato proposto.

La parata si svolgerà proprio il 16 di maggio per ricordare l’opposizione perpetrata dagli unionisti alla Home Rule, il provvedimento che nella storia irlandese ha sancito l’indipendenza parziale del paese dal dominio britannico. Fin qui nulla di nuovo, dato che annualmente i nostalgici propongono sfilate in questa giornata. Il problema è costituito dalla scelta di lasciar passare il corte all’interno di un’area di Belfast tradizionalmente abitata dalla parte cattolica della popolazione, la zona di Short Strand, ad est della città. Anche i partecipanti all’evento, che non sarà popolato solo da bande musicali e orangisti di vecchio stampo, ma sarà animata anche da componenti di UVF (Ulster Volunteer Force) e UDA (Ulster Defence Association), gruppi paramilitari a tutt’oggi attivi, hanno destato preoccupazione. Tra questi l’UVF aveva rivendicato la scorsa estate un attacco contro la popolazione locale, proprio a Short Strand.

Tra le figure di spicco nel panorama politico nordirlandese – spiega direttanews.it – Jackie McDonald, unionista, ha dichiarato che prenderà parte al corteo e che non si dovrebbero temere tafferugli o momenti di scontro perché l’organizzazione ha lavorato per garantire lo svolgimento pacifico della parata.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Silvano says:

    Gli unionisti sono in pratica i discendenti dei colonizzatori inglesi e dei collaborazionisti.
    Rimane vergognoso quando si cerca di riappacificare, permettere questa sfilata oltraggiosa.
    Queste persone dovrebbero lasciare l’Irlanda e andarsene in Inghilterra a baciare i piedi alla regina che con l’esercito inglese li aiuta.

Leave a Comment