SALVATE L’ORO DELLA BANCA NAZIONALE: REFERENDUM PROMOSSO DALL’UDC

di REDAZIONE

Gli svizzeri tengono stretta la loro democrazia diretta e ne fa un uso continuativo. Ora, Popolo e cantoni saranno chiamati a pronunciarsi sull’iniziativa popolare dell’UDC. Come riporta Ticino on line: “Salvate l’oro della Svizzera (Iniziativa sull’oro)”, che mira a preservare le riserve auree della Banca nazionale svizzera (BNS). La Cancelleria federale ha convalidato oggi 106’052 firme.

Il Partito che aveva tra i suoi più eminenti rappresentanti Cristoph Blocher aveva depositato lo scorso mese di marzo oltre 100.000 firme. L’iniziativa pone tre rivendicazioni: “chiede alla BNS di bloccare le vendite di metallo giallo, di riportare in Svizzera tutto l’oro immagazzinato all’estero e di costituire riserve auree pari ad almeno il 20% degli attivi”.

Secondo l’UDC, il mantenimento della riserva di 1040 tonnellate di oro della BNS (Banca Nazionale Svizzera) è indispensabile per garantire la stabilità del franco svizzero. Ciò consente di proteggere il risparmio privato, come pure il livello dei salari, delle rendite e delle pensioni. Anche la Lega dei ticinesi – recente vincitrice delle elezioni a Lugano – e i Democraticii svizzeri hanno partecipato alla raccolta delle firme.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment