Tutto ormai va sottosopra: condannato a risarcire i ladri

di TONTOLO

Ha sollevato una valanga di polemiche la condanna a pagare 120mila euro, a titolo di risarcimento oltre a un anno di reclusione, inflitta all’imprenditore di Arsiero (Vicenza) che ha ferito a colpi di pistola due nomadi entrati nella sua azienda per rubare. Vicenda di cui ha parlato anche questo giornale. “Siamo al delirio pieno: un imprenditore che spara e ferisce due ladri nomadi, entrati nella sua azienda, viene condannato a risarcirli con 120.000 euro. Cosa doveva fare? Farsi ammazzare a sprangate?”. Il consigliere leghista Nicola Finco interviene per manifestare la propria solidarietà a Ermes Mattielli, il 57enne di Arsiero destinatario di una condanna a un anno e al pagamento di una provvisionale ai due malviventi. “Questi due soggetti – dichiara Finco -, una volta sorpresi lo avevano minacciato con delle spranghe. Ma nella sentenza si dice che il pericolo non sarebbe stato tale da giustificare gli spari che Mattielli ha esploso per allontanare i ladri. Mi chiedo cosa dobbiamo fare per tutelare la nostra proprietà violata, farci ammazzare?”. “Pieno sostegno quindi a Mattielli – conclude Finco – che a parer mio ha fatto non bene, ma benissimo a reagire in quel modo, e che mi auguro sia riconosciuto innocente in Appello. Per non ritrovarsi vittima due volte: la prima dei ladri, la seconda della `Giustizia` di questo strano paese che gira al contrario”.

Ormai siamo al delirio: l’è tutto sbagliato, l’è tutta da rifare…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Ce lo dicono in tutti i modi che a fare i ladri ci si guadagna..!!!!!!!!!

    Ci sara’ la fila per far uguale dato che poi saranno mantenuti a vita, sti ladri.

    Ma che fondata sul lavoro che poi non e’ nemmeno un diritto, mentre rubare e’ ormai vista la sentenza UN DIRITTO_DOVERE..!!!!!!

    EHI, BANANINONI, SVEGLIA..!!!

    DAI TONTOLO DIGLIELO MO A STI CITTADINI CHE DIFENDERSI E’ UN REATO..!!

    Anche il reato di clandestinita’ vogliono eliminare e per farsi INVADERE MEGLIO..!!

    SPERIAMO CHE I GHIACCI SI SCIOLGANO PRESTOoooo…!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    AMEN

  2. Mauro Cella says:

    Io pongo solo una domanda: che fine ha fatto la riforma della legittima difesa proposta ai tempi dalla Lega Nord? Ricordate? Una delle poche iniziative serie e concrete che abbiano avuto origine in Via Bellerio?
    Neppure Mario Borghezio, colui che la aveva proposta in origine, ne parla più da anni.E sì che era una proposta perfettamente ragionevole, non da “Far West”, ma perfettamente in linea con le normative di paesi solitamente considerati civilissimi come Finlandia o Gran Bretagna.
    Se di certo da sinistra non ci si poteva aspettare un granché (ricordo in questa sede l’infame articolo “Favola di un ladro di biciclette”, pubblicato su La Repubblica dalla moglie di Rutelli, roba da denuncia per apologia di reato), era lecito aspettarsi di più dai governi del Cavalier B., a parole grande difensore della proprietà privata (la sua, ovviamente).
    E invece il nulla: la legittima difesa in Italia continua ad essere roba da commedia (bisogna ridere per non piangere), il termometro della considerazione in cui la proprietà privata è tenuta non solo da governo, burocrati e mandarini ma anche da una fetta consistente della popolazione.

  3. Francesco says:

    Siamo alla follia ed al delirio più evidenti, ormai…..ma in questo paese governato da ladri ed assassini di ogni risma, secondo voi, la giustizia è dalla parte dei cittadini onesti e perbene o dei delinquenti incalliti? Itaglia paese di cacca…..e questo lo possiamo dire ad alta voce, senza il timore di dover essere smentiti!!!!!
    In pratica, con questa vergognosa ed indecente sentenza, viene legittimato il furto! Complimenti al giudice che ha partorito tale obbrobbrio giuridico…….posso solo augurargli che a qualche ladro venga l’idea di svaligiarlo a domicilio, visto che è così buono e tollerante…..

  4. oppio 49 says:

    in casi come questi andrebbe stampata la foto di quel mentecatto di giudice, completa di indirizzo, ed affissa ad ogni angolo di strada con l’invito, rivolto a tutti i nomadi usi a delinquere, a fargli visita visto che sicuramente non troveranno nessuna resistenza da parte sua, anzi, se volessero, dato che ci sono e se ne valesse la pena, potrebbero decidere di dare anche una botta alla moglie, così, tanto per gradire. A dire che è vergognoso non si dice niente. vuoi vedere che questo stravagante magistrato viene da qualche regione del sud e che ha vinto il concorso perchè si è dimostrato un genio? anche a lui consiglio un bel viaggio erotico …..

Leave a Comment