Turismo, mai un inizio peggiore da 40 anni a questa parte

di REDAZIONE

Ancora non si capisce bene dove stia la ripresa. Inizio d’anno nero per il settore del commercio e del turismo.L’onda lunga della crisi 2013 si è fatta sentire nei primi mesi del 2014 quando, in termini di nuove attività, si sono registrati numeri che non si vedevano da 40 anni. L’Osservatorio Confesercenti, infatti, tra gennaio e febbraio ha contato complessivamente oltre 29.000 cessazioni per un saldo negativo di quasi 18mila attività.

In totale le aperture nei settori del commercio, del turismo e dell’intermediazione commerciale sono state appena 11.413: il dato più basso degli ultimi 40 anni.A tirare giù la serranda sono state soprattutto donne e imprenditori over 50 mentre ad aprire con maggior frequenza giovani e stranieri.

Perfino il cosiddetto commercio ambulante,che fino ad oggi aveva mostrato un andamento anticiclico, ha segnato un saldo negativo così come registra per la prima voltagravi perdite il comparto dell’e-commerce. Tra le grandi città, èRoma ad aggiudicarsi la maglia nera delle chiusure, seguita da Torino e Milano.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Dan says:

    >> Ancora non si capisce bene dove stia la ripresa.

    Ma è facile: a lasvoltabuona giri a sinistra, lì trovi sorpassosulladestraconloscooter dove se la UE non allunga il braccio fuori dal finestrino non si fa nessun incidente.
    Se il semaforo viene verde allora chiami il tuo vicino enrico e gli dici staisereno quindi prendi il cellulare e dici arrivoarrivo.
    Il problema viene però se, come Alfano, sbagli strada credendo si tratti de la stradagiusta già infilata da vendola allora a quel punto ti parte il sellino della bici e viaggi alla bersagliera.

    Ovviamente tutto questo vale solo se hai le spalle coperte perchè tutti gli altri o si buttano a mare o non ci pensano neanche a cominciare

Leave a Comment