Trump attacca la Germania, spero abbiate capito il perché

UsaUeRassegna stampa
di FunnyKing  – Giustamente le parole di Peter Navarro, capo dei consiglieri economici di Donald Trump sono sulle prime pagine dei giornali economici europei meglio leggerle alla lettera prima:
“Lo squilibrio strutturale degli scambi che la Germania ha con il resto dell’Ue e con gli Usa riflette l’eterogeneità economica dell’Ue. Quindi – ha detto Navarro – questo è un accordo multilaterale mascherato da bilaterale. ostacolo dal considerare il Ttip come multilaterale è la Germania, che continua a sfruttare gli altri paesi dell’Ue, così come gli Usa, con quello che è un marco tedesco implicito fortemente sottovalutato”
Una menzogna: la Germania NON ha uno uno squilibrio strutturale degli scambi con l’Unione Europea, lo ha con il resto del mondo perché come l’Italia è un paese esportatore. Uno scopo: ottenere l’opportunità di fare negoziati bilaterali con ciascun paese europeo senza che l’Unione Europea possa intervenire nel suo complesso.
Una ovvietà: l’Unione Europea è eterogenea a livello macro e micro economico ma ha la stessa moneta, la Germania è il paese che si è adattato meglio a questa situazione.
Una accusa: “la Germania, che continua a sfruttare gli altri paesi dell’Ue, così come gli Usa” state attenti alle parole, un americano accusa direttamente un paese dell’Ue di “sfruttare” gli altri paesi e (i poveri) americani. Scusate ma…. seriamente?
Ovviamente il dibattito degli ItaloPitechi in giusta e legittima fase di estinzione si divide immediatamente fra gli accusatori della Germania e i difensori dell’Euro.

Non una parola sulla estrema gravità e il pericolo mortale per l’economia Europea e dei paesi esportatori (tipo gli ItaloPitechi) dell’amministrazione Trump la quale in una settimana:
Manda a dire attraverso il probabile ambasciatore USA in Europa che l’Euro va shortato perché fra 18 mesi forse non esisterà più
Accusa un singolo paese dell’Unione Europea, la Germania, in modo da fare pressione e dare forza ai movimenti politici che vogliono il ritorno degli Stati Nazionali e lo sfascio dell’Euro con argomenti che sono in palese malafede.
Toglietevi subito dalla testa una Idea: Donald Trump e la sua amministrazione non accusano la Germania per favorire l’Italia. Al contrario l’america vuole mano libera per trattare con paesi più deboli e ottenere minore deficit commerciale senza incorrere in sanzioni in quello che è e rimane il mercato più ricco del mondo: l’Unione Europea.

E, per inciso, dopo la Germania c’è l’Italia fra i paesi con un surplus commerciale enorme con gli Usa.

Il punto qui è che di fronte a politiche protezionistiche ancora più forti di quelle che l’America già applica e di fronte ad una legittima politica di Trump di volere chiudere il deficit commerciale americano specie con Cina e Europa (no non solo Germania, razza di idioti), è necessario come mai prima di oggi che ci sia una reazione comune per controbilanciare il nuovo ordine voluto dalla prima potenza militare e finanziaria del mondo. Perché è vero che gli Stati Uniti hanno un deficit commerciale e tuttavia godono dell’enorme privilegio di vedere la propria valuta e il proprio enorme debito complessivo essere considerati sicurissimi e affidabili a prescindere da quanto ce ne sia in giro.

Ciò che vuole Trump è ottenere meno deficit commerciale e mantenere l’egemonia finanziaria (vedremo se anche quella militare) degli Stati Uniti. E da negoziatore per ottenere questo notevole risultato sa che un colosso come l’Unione Europea non lo permetterebbe mai.

Poi ragazzi miei se volete credere a fate e unicorni, accomodatevi. Trump è solo il meno peggio rispetto a Hillary Clinton, per il resto è solo un altro americano.

p.s. è in questi momenti che sono assolutamente sicuro della scelta di vita che ho fatto.

Trump Attacca la Germania, Spero che Abbiate capito il Perché

Print Friendly

Recent Posts

5 Comments

  1. giancarlo says:

    Ricordiamoci come mai Hitler andò al potere. Bisogna conoscere la storia.
    Oggi, siamo come allora. La Germania impoverita dalle nazioni perché aveva perso la prima guerra mondiale fu portata al collasso economico e sociale.
    Oggi la Germania volente o nolente sta facendo la stessa cosa con l’italia, la Grecia, la Spagna, il Portogallo e non da a vedere alcun pentimento.
    Basta guardare al problema dell’immigrazione……l’italia protesta, afferma, propone e la Germania assieme all’europa fa orecchie da mercante.
    Ma vogliamo starci ancora dentro questa europa ????
    Le sanzioni, le multe, i richiami continui, lo spauracchio della troica, i nostri contributi all’europa che ci centellina qualche restituzione per i terremoti, gli immigrati, etc…etc…
    Insomma un vero disastro questa unione europea !!!
    I partiti populisti così chiamati sono l’estrema difesa contro chi sta speculando sulle disgrazie altrui e sui problemi altrui E’ ora di finirla e TRUMP lo ha capito.
    Ma staremo a vedere se i decreti e la visione di TRUMP sarà per salvare l’europa o affondarla definitivamente così come per l’euro.
    WSM

    • Padano says:

      L’Italia regala al resto di Europa, 4 – 6 mld l’anno, netti (5,4 nel ’14).

      Lombardia, Veneto, Emilia e Piemonte ne regalano 100 al resto d’Italia.

  2. ALFREDO MARINI says:

    Credo di aver capito che la Germania sfrutta la propria forza relativa nella UE per essere l’unica a non rispettare i parametri di Maastricht godendo così del vantaggio di esportare non solo FUORI ma anche DENTRO la UE stessa e obbligare i cosiddetti partners italo-elleno-ibero-pitechi a indebitarsi con l’euro marcomimetico (come faceva ai tempi della Ostzone: comprava al prezzo sovietico tutta la produzione dell’EST e la vendeva all’OVEST al prezzo dell’Ovest, piangendo continuamente la sventura di essere divisa in due in quanto nazione!). Il marco aveva una faccia sovietica ed era il valore creato dagli schiavi dell’Est, e l’altra liberale ed era il valore creato dai liberi capitalisti: sulla differenza la Bundesrepublik ingrassava e questo fu certamente una delle cause dell’implosione sovietica. Crollato il muro, hanno trovato uno squilibrio analogo da sfruttare ed è stato quello prodotto dalla finzione dell’Euro. L’ideale europeista, nelle mani dei Tedeschi, è diventato la UE: un trucco come la pace dovuta all’equilibrio delle forze est-ovest. Nella UE i Tedeschi sono entrati ben certi che il rapporto con i partners era non di collaborazione ma di concorrenza, non di concorrenza ma di feroce ostilità reciproca: il vicino deve essere schiacciato! (sia dentro che fuori del grande mercato europeo).

    • Padano says:

      La principale causa dell’implosione sovietica fu di spendere il 15% del PIL, ogni anno, in armamenti.
      Questo per tenere testa agli USA, che tuttavia, essendo un’economia ben più grande, riuscivano a stare nel 6%.

  3. Giorgio says:

    una visione miope e politicizzata. L’Italia potra’ essere in surplus con chi vuole, ma e’ al collasso ( quindi questo surplus NON basta ). Questo non solo per i ns politici, ma per colpa di una Germania egemone e fuori dalle regole. L’Europa e’ destinata a riunirsi sotto altri pressupposti, ma non sara’ mai una forza unica. A questo punto ben venga un monopolio di una grande nazione che sa essere unita. Riguardo alla tua scelta di vita, se fai il carrozziere hai fatto centro.

Leave a Comment