Dalla “Trota” al “Tonno”. Anche Lombardo piazza il figlio in politica

di TONTOLO

Dunque: il “Trota” è lombardo, ma anche “Lombardo” ha il suo Trota! L’avete capita? Se no, ve la spiego io, riportandovi la notizia giuntami via parabola direttamente sul touch.screen della mia Apetta, versione limousine.

Dall’Inkiesta, quotidiano online: “Il figlio del governatore Lombardo, Toti Lombardo, candidato alle prossime elezioni”. Questo il titolo. In breve: “Anche la Sicilia ha il suo “Trota”. Pare proprio di sì. Non ci sono più dubbi sul fatto che il figlio del governatore uscente della Regione Sicilia sia candidato alle prossime elezioni regionali”. Ancora: “Toti Lombardo sarà della partita delle regionali con il Partito dei siciliani (l’ex Mpa)  nelle liste provinciali di Catania. Ha già un suo quartier generale che si trova nel centro di Catania, in via Domenica Cimarosa 16. Ha anche un sito internet di riferimento: “liberidicrederci.com”. “Liberi di Crederci” ha anche una pagina facebook e twitter. All’interno ci sono ancora pochi “Likes”, all’incirca 34. “Toti” sarà sostenuto da diverse associazioni universatirie che gravitano nell’area autonomista”. 

Porca pulenta col strachitunt, a volte vorrei essere un politico italiano, ma di fede mussulmana, ovvero con 4 mogli e una quindicina di figli. Perchè dalle Alpi alle Piramidi (diciamo al tempio di Segesta), da via Bellerio fin su nella Cimarosa sicula, se sei un parassita e c’hai pure un figlio sei sicuro di potergli assicurare il futuro.

Bossi si dichiarava indipendentista. Lombardo pure lui, o quantomeno autonomista. Sono anche stati alleati. Oh signur, non è che il familismo amorale ha contagiato un po’ troppo quelli che vogliono l’autogoverno? Questi qui, per me, han frequentato troppo Mastella. Speriamo solo che l’ex presidente siciliano non chiami il figlio “Trota”. Dovesse mai andare sull’Etna a riempire qualche ampolla, scelga una denominazione più consona, geograficamente parlando, per il suo delfino. Lo chiami almeno “Tonno”!

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Miki says:

    Bè ma se non lo votano non viene eletto. Un conto è dargli la poltrona un conto è la candidatura. Allora se un dì lontano Ludovico Einaudi,noto jazzista, decidesse di candidarsi non può farlo per colpa del suo illustre nonno? E poi Lombardo è l’unico politico serio dai tempi di Sciascia che la trinacria abbia espresso. Visto che l’alternativa sono i miccichè e i musumeci: w Lombardo,il figlio di Lombardo e pure il gatto di Lombardo se si candida (poi deve prendere i voti…).

  2. Diego Tagliabue says:

    Caro (si fa per dire) Bossi Jr.,

    perché Lei è andato in Albania a laurearsi, se basta “urra, uorra”, per averla a Napoli?

    http://www.youtube.com/watch?v=wpKxLpD3s5g

  3. Pao says:

    Ormai – in questa itaglietta da tre soldi – la degenerazione della politica é arrivata ad un punto tale che “il fare politica” é considerato una specie di “diritto dinastico”: di padre in figlio si diventa assessori, parlamentari, consiglieri e chi più ne ha piùne metta. Una generazione intera di “figli di papà” che ci amministreranno (male) in quanto (se anche ci volessero, putacaso, amministrare veramente) sarebbero ricattabili per ogni passo che fanno.

    Ma come fa la gente a non ribellarsi di brutto a questa robaccia qui???!!!

    Il figlio di Lomabrdo vada a zappare la terra insieme al Trota! Mandiamoli a S. Elena a coltivare cachi!!!

  4. Bresà öm liber says:

    Dalla faccia mi sembra molto più sveglio del Trota

  5. Ferruccio says:

    Largo ai giovani……..

    Dobbiamo rottamare……rottamare….rottamare…

  6. Ugo says:

    Per forza l’Itaglia va a rotoli, perché l’esempio (peggiore) ci viene dalla politica.

    Figuriamoci se all’estero, in Paesi seri, succedono queste porcate qui.

    La prova provata che al peggio non c’é mai fine.

  7. lory says:

    io credo che il tonno Toti sia anche peggio del Trotta , basta guardare a quel arrogante di Lombardo

    • Dan says:

      Dipende dai punti di vista: questo credo che sarà almeno capace di controllare sotto il cruscotto dell’auto quando incasserà le mazzette

Leave a Comment