Trieste libera, ecco un’idea per autogovernarsi

di ALESSANDRO STORTI

Tre settimane fa, su queste pagine, ho avuto modo di aggiornare i nostri lettori in merito agli ultimi sviluppi della battaglia civile che il movimento indipendentista triestino sta conducendo. Una battaglia, come sapete, per la legalità e per il ripristino del Territorio Libero di Trieste, istituzione prevista dal Trattato di Pace siglato a Parigi nel 1947, a solenne conclusione della Seconda Guerra Mondiale.

Lo scorso 10 febbraio, termine in cui scadeva un ultimatum, lanciato durante la manifestazione dell’8 dicembre precedente alle autorità portuali e italiane, da parte del Movimento Trieste Libera, gli indipendentisti hanno occupato temporaneamente e simbolicamente il Porto Vecchio.
È cominciata così una nuova fase nella mobilitazione degli amici triestini, una fase ancora tutta da delineare, o almeno, per chi come me non abita nella città mitteleuropea, ancora tutta da scoprire. Con il pezzo che state leggendo, a prescindere dal fatto che il Movimento Trieste Libera abbia già definito o meno la propria strategia per i prossimi mesi, intendo dare il mio personale contributo teorico a questa campagna per l’autogoverno. Concludendo l’articolo del 1* febbraio scorso, spiegavo che gli indipendentisti triestini hanno deliberato, nell’assemblea generale del movimento svoltasi a metà gennaio, di considerare incompatibili gli incarichi direttivi interni con qualsiasi funzione elettiva svolta in istituzioni egualmente incompatibili con lo status giuridico del Territorio Libero.

Immagino che tale impedimento riguardi anche la carica di amministratore locale (consiglieri, assessori, sindaci), almeno se consideriamo gli attuali comuni come istituzioni “italiane” e non del TLT. Il 1* febbraio esprimevo qualche perplessità su questa scelta di apparente chiusura nei confronti della politica “partitica”. Mi è stato chiesto il perchè di questa perplessità.

Ecco come la vedo… CONTINUA A LEGGERE QUI

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment