Trieste Libera, oltre 3000 persone manifestano per la propria indipendenza

di ALTRE FONTI

«We, the people of the free territory of Trieste». È lo striscione, rosso con scritta bianca, che ha aperto il corteo del movimento Tlt, Territorio Libero di Trieste, che si rifà al Trattato di pace di Parigi del 15 settembre 1947 di cui oggi cade il 66.o anniversario. L’atto sancì l’istituzione del Territorio Libero, area secondo il Tlt occupata dall’Italia.

Il corteo, cui prendono parte anche varie organizzazioni slovene sia i rappresentanti della Liga veneta, è partito da piazza della Libertà e si è concluso in piazza della Borsa. Secondo i dati forniti dalla Questura i partecipanti sono 3500, un numero decisamente importante. Non ci sono stati disordini: a sorvegliare la fiumana un imponente cordone di forze dell’ordine, che però non anno avuto bisogno di effettuare interventi.

Sull’altro fronte, si è svolta di mattina la manifestazione organizzata dal Comitato Pro Patria con l’adesione di Pli, Psi, Un’Altra Gioventù, associazioni culturali riconducibili al mondo della destra, associazioni degli esuli e Associazione degli alpini. Circa 250 (secondo i deti forniti dalla Questura) persone si sono ritrovate in largo Bonifacio per poi arrivare fino alla chiesa di Sant’Antonio Taumaturgo.

Nel corteo vari esponenti del centrodestra locale, con molti esponenti Pdl (come Piero Tononi) e Fli; ma senza i volti più noti (non avvistati Roberto Menia né Piero Camber né Fabio Scoccimarro, per esempio). Nessun esponente del centrosinistra presente, molte le bandiere e gli inni sentiti. Presenti polizia e carabinieri, ma tutto si è svolto in modo tranquillo.

Davanti alla chiesa Antonio Martelli, portavoce di Pro Patria, ha sottolineato che il Comitato non si esprime “contro” nessuno – riferendosi al Movimento Trieste Libera – ma non può accettare che venga infangato il ricordo di quanti combatterono per Trieste italiana.

FONTE ORIGINALE: http://ilpiccolo.gelocal.it/

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

7 Comments

  1. 3000 bravissimi…Stefano Colussi, Fronte per l’Indipendenza, Cervignano del Friuli, Stati Uniti d’Europa.

  2. marco says:

    Trieste batte italia 6-0 6-0 6-0

  3. john.coslovich says:

    Cari Signori le cifre possono essere discordi, ma , l’imponenza delle manifestazione rimane. Erano decenni che i triestini notoriamente avulsi alle parate faraoniche organizzate dal regime di occupazione italico che provvedeva con i vostri soldi a fare affluire di migliaia di patrioni italiani ,non triestini per farvi credere , che la NOSTRA CITTA fosse ITALIANISSIMA. Nemmeno i sentiti cortei del I maggio non riescono più a coinvolgere tanta gente, forse perchè i borghesucci del PD ormai si vergognano di affiancarsi a operai – disoccupati – o quant’altro. Rimane il fatto che l’italia che notoriamente in politica estera è sempre stata un bidone non ha mai capito le nostre peculiarità Nel 1954 anno della seconda occupazione italiana di Trieste l’italia si trova ad amministrare un GIOIELLO un porto ricostruito di sana pianta strade case popolari ripresa dell’industria e che fa ?? Comincia da subito a smantellare la portualità a favore di Genova e Venezia chiude i CANTIERI NAVALI con la scusa che rappresentano un obiettivo strategico troppo vicino al confine ma lo spostano di soli 30 Km ovvero a Monfalcone italia. Ecc. ecc. Inoltre ripropongono le stesse tecniche del dopo prima guerra mondiale favoriscono con ogni mezzo l’allontanamento dei triestini dalla loro terra pompando questa volta non masse di meridionali ma migliaia e migliaia di profughi attirati da promesse che varranno mantenute solo in parte consegnado per decenni questi disgraziati alle baracche dei campi profughi. Non voglio continuare oltre ma vi prego caldamente di rileggervi la NOSTRA STORIA mondata dagli orpelli del delirante nazionalismo italiano .

  4. Valerio Carli says:

    Bravi! Ora delegittimare lo stato abusivo attraverso la pratica della disobbedienza come suggerito da Dan

  5. Dan says:

    Manifestare non basta. Delegittimazione materiale dello stato subito.

    3500 con i palloncini non servono. Servono 3500 e più che facciano atto di rifiuto di riconoscimento fiscale allo stato occupante.

  6. gian says:

    dati numerici della questura.
    quindi i propatria saran stati un 150, i triestelibera 4500 .

Leave a Comment