Trieste, una stampa che non informa sul “Territorio Libero”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In merito all’attuale dibattito sulle “Province della RAFVG” in Consiglio Regionale con audizioni, segnaliamo:

– Pagine e pagine dei giornali locali sono riempite dalle posizioni più diverse assunte dai politici, con rispettive interviste.

– Solo per citarne alcune: mantenimento delle 4 Province, abolizione delle 4 Province, Trieste città metropolitana e il “resto” accorpamento delle provincie “friulane”, Provincia unica TS e GO con capoluogo Monfalcone o Gradisca, Provincia unica di Pordenone con annesso Portogruaro….

– Nessuna notizia di stampa riporta il fatto che Trieste è TERRITORIO LIBERO (zona A) in base al “TRATTATO DI PACE “ del 1947, ancora in vigore e che essa è dotata di PROPRIA AUTONOMIA anche se attualmente è sotto l’Amministrazione “PROVVISORIA” della Repubblica Italiana in base al MEMORANDUM DI LONDRA del 1954 mai messo in discussione da successivi trattati (come il TRATTATO DI OSIMO sottoscritto tra due Stati confinari di cui uno non esiste più).

– La mancanza di strategia e gli interessi personali dei politici (i giornali sono pieni di notizie di “interessi personali”) hanno portato ad un affossamento degli interessi sociali ed economici della città e hanno sottaciuto lo “stato di diritto” di un territorio e dei suoi cittadini.

– Sulla base degli accordi internazionali di Parigi (Trattato di Pace del 1947, sottoscritto da 21 paesi, tutt’ora in vigore e mai modificato):

LA ZONA A, DEL T.L.T. , HA UNA DELIMITAZIONE TERRITORIALE NON TANGIBILE, NON MODIFICABILE E NON ACCORPABILE.

La zona A del T.L.T., HA UNA PROPRIA SPECIFICA SOVRANITÀ, sulla base del medesimo TRATTATO DI PACE E UNA PROPRIA AUTONOMIA

*Trieste Libera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. gigi ragagnin says:

    allora datevi da fare. che l’europa obblighi l’itaglia a rispettare i patti. a quale punto è la trafila burocratica ? c’è qualche speranza che succeda qualcosa ?

Leave a Comment