Trieste Libera: minacce di arresto a chi si dichiara cittadino del TLT

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In questi giorni sta circolando una notizia sulle nuove disposizioni che le forze dell’ordine italiane avrebbero ricevuto per “trattare” i cittadini di Trieste che dichiarano la propria cittadinanza esibendo quale documento di riconoscimento la carta di identità del Territorio Libero.

La carta di identità in questione è rilasciata dal Movimento Trieste Libera, che si batte per il rispetto della legalità e per il riconoscimento dello status giuridico di Trieste quale Zona A del Territorio Libero di Trieste dichiarata dall’articolo 21 comma 2 del Trattato di Pace del 1947 tuttora in vigore. L’Italia ha imposto invece una propria illegittima sovranità di fatto su Trieste dopo essersela annessa nel 1975 a seguito di un accordo (Trattato di Osimo) con l’ex dittatura Jugoslava del maresciallo Tito. Una annessione con la quale  i cittadini di Trieste sono stati brutalmente spogliati dei loro diritti, a  partire da quello fondamentale della loro cittadinanza. Una annessione con la quale l’Italia ha voluto così “regolarizzare” una situazione di effettiva occupazione che durava dal 1954.

Trieste è stata così privata delle sue autonomie, assoggettata fiscalmente al pagamento del debito pubblico italiano, militarizzata ufficialmente, ed ha subito la politica di graduale riduzione e dismissione del Porto Franco internazionale di Trieste a beneficio dei porti concorrenti della Penisola italiana.
Ma ora, dopo decenni di questa repressione, i triestini hanno cominciato a ribellarsi allo Stato occupante, ragruppandosi nel nuovo movimento  indipendentista Trieste Libera, e chiedendo appunto il rispetto dei propri diritti sanciti dal Trattato di Pace. Cosa non gradita alle autorità italiane. I triestini dichiarano illegittime le elezioni svolte dall’Italia a Trieste, si rifiutano di pagare le tasse, non si riconoscono nell’autorità giudiziaria italiana che li giudica. Una vera rivoluzione della legalità in cui i cittadini dello Stato occupato, praticando la disobbedienza civile, disconoscono quella fittizia sovranità autoproclamata dall’Italia e frutto di decenni di menzogne.
Ecco così che un documento di riconoscimento, il primo rilasciato dagli indipendentisti, può diventare “casus belli”. Se i triestini che già usano la propria carta di identità del Territorio Libero la esibissero, in caso di controlli, ai rappresentanti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato italiana, potrebbero essere passibili di fermo fino a 48 ore.
Questa la notizia che viene diffusa a Trieste. Ovviamente l’atto sarebbe pesantemente intimidatorio e in violazione di qualsiasi forma di diritto (anche di quello italiano). Ma è sempre meglio tenerne conto. Ecco perché Prefetto e Questore di Trieste  sono stati opportunamente informati della pericolosità della situazione che si potrebbe innescare a seguito di simili arbitrari comportamenti da parte degli amministratori temporanei del Territorio Libero di Trieste. Attendiamo risposte pubbliche dai rappresentanti delle forze dell’ordine italiane presenti a Trieste.
Roberto Giurastante 
Trieste Libera
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

26 Comments

  1. Paola says:

    Ma perché si rischierebbe l’arresto, in caso di esposizione del documento indipendentista? Con che accusa? Qualcuno me lo può gentilmente spiegare…??

  2. paolo says:

    scuseme tanto…ma se domani l’italia se renderia conto del danno e diria che tra un mese entreria in lavor TLT chi saria a comandar?AUSTRIA?SLOVENIA?o qualche altro talian?con l’austria me anderia ben ma me faria sai dei rider veder rispetar le regole da un popolo che regole non ga….e della slovenia?!?!saria sai bel eser comandai da un paese che in 15 anni ga za i genoci che rusa per terra…me par che sta cosidetta zona a ghe faria gola a tutti…a mi me par che tutti xè austriaci ma co xe de pagar semo tutti triestini

  3. Franz Koren says:

    Triestini, avete voluto l’Italia? E allora pedalate! Ben vi sta.

  4. Alessandro says:

    Sono nato a trieste e sono veramente orgoglioso di essere triestino ma ancor di piu di essere italiano, anche se questo paese e’ diventato un disastro . Pero’ non sono tanto d’accordo sul tlt e di non riconoscere l’italianita’ della citta’ e del popolo triestino, io voglio vedere se l’italia fosse in un bel periodo se tutti quanti volessero il tlt non e’ che andiamo dove tira il vento??

  5. Strafanìc says:

    Forza muli !
    Ripristinemo el TLT !

  6. BRESA' says:

    i veri Triestini indipendentisti devono presentare quel documento.
    Se lo facessero a centinaia, la situazione si ritorcerebbe contro le autorita’ italiote.
    dare l’esempio!

  7. CSS says:

    se i cittadini ad esempio di catania alla richiesta delle forze dell’ordine esibissero la tessera del cinema cosa diremmo? in austria se alla richiesta di un documento di riconoscimento (valido) si esibisce la tessera della palestra oltre al fermo viene fatta anche la multa, lo stesso mi sembra nei vari paesi della C.E., insomma signori non scherziamo con ste cose,la carta di identità non è obbligatoria ma il documento di riconoscimento si e se la tessera che presentano a trieste non è riconosciuta almeno dalle autorità locali (in questo caso lo stato italiano) minimo si ottiene una multa così come accade in qualsiasi altra parte del mondo

    • luigi bandiera says:

      Kissa’ se danno la multa agli INVASORI..! Sono tutti senza dokumenti se non sono FALSI..!

      Tuttavia, mi sembra ke sia il kontrario: per loro e’ tutto a gratis e anche assistenza con congruo borsello…

      Ma si sa: i trikoloriti sono forti kon i deboli e deboli kon i forti, sti kax de TALIBANI..!

      Salam

      • CSS says:

        per loro è anche peggio, la situazione nostra ovviamente, perchè oltre ad avere documenti falsi finiscono nei centri di accoglienza (non sono accoglienti va be ma si chiamano così) dove oltre ad avere vitto e alloggio GRATIS ricevono, ma hanno la televisione con i relativi abbonamenti pagati da noi) anche una paga… a questo punto sorge spontanea la domanda: chi sono i furbi? se non fosse per l’età emigrerei in libia per poi tornare da clandestino in italia, vitto alloggio e paga (30 euro al giorno mi sembra di ricordare…ma potrei sbagliare…ah l’età), meglio di quanto abbia adesso

        • luigi bandiera says:

          CSS,

          appunto…

          I MONE SONO QUI..!!!

          Direbbe la Carramba che non sorpresa..!!

          (non dirmi che non sai chi gridava sto KAX)

    • alessandro perich says:

      bene, è ovvio, tempo perso ad esprimere l’ovvio,

    • alessandro perich says:

      vedi commento sotto…

    • alessandro perich says:

      commento a css…è ovvio…

  8. giovanni says:

    chissa’perche’ il mio post non viene pubblicato? non e’ che chi non e’ daccordo con i leganordisti viene censurato?

  9. giovanni says:

    piccola riflessione: la lega nord una volta era per l’abolizione dei prefetti. poi maroni e’ diventato ministro dell’interno e siccome era il comandante dei prefetti li ha lasciati li dove erano perche’ gli andavano bene. ora gli stessi prefetti fanno fare operazioni di polizia contro i cittadini. bravo maroni brava lega….ma vaffa..

  10. Dan says:

    Dobbiamo dichiararci tutti cittadini liberi non solo i triestini, non solo chi ha avuto la fortuna di nascere in un territorio “grigio”.

    Smettiamo di riconoscere l’autorità dello stato ladro abusivo italiano.

    Il primo passo verso il cambiamento e la salvezza comincia solo da noi

    • luigi bandiera says:

      Dan,

      se noi fossimo veramente popolo sovrano, pensi che i lazzaroni (da il plurale di Lazzaro) li paghiamo a milionate all’anno mentre noi non arriviamo piu’ a fine mese..?

      io non ho voglia di star qua a spiegare perche’ e per come il popolo NON E’ MAI STATO SOVRANO e tante altre menate del kax, pero’, singolarmente ci si deve arrivare KAX al KUBON..!

      Lo so, la gente ha il lavoro da fare in testa, specie qua da noi, ma al sudde l’e’ peggio. Il perche’ sta nel fatto che devono pensarci ankora di piu’ di noi pe magna’.

      Si devono dar da fare e per avere il pizzo e per avere l’appalto e per avere la raccomandazione… e ecc. ecc. ecc..

      Sono veramente sfigati i mediterranei. (NON DITE CHE ANCHE QUA E MERDITERRANEO NE’..??).

      QUA SIAMO EU… PADANO ALPINI, da sempre.

      Tuttavia, siamo alle solite e veramente semplici menate del kax…

      Se noi votiamo sempre loro, perche’ sappiamo poco far politica o i nostri interessi, con chi ce la dobbiamo prendere mo..??

      CHI DOBBIAMO SBRANARE MO..??

      Diciamola tutta, dice Pierluigi…

      Non e’ mika colpa di Bersani;
      Non e’ mika colpa di KAXINI;
      Non e’ mika colpa di Vendola;
      Non e’ mika colpa di Giannino;
      Non e’ mika colpa di Maroni;
      Non e’ mika colpa di Fini;
      NON E’ MIKA KOLPA LORO..!!!

      E’ KOLPA NOSTRA, direbbe Bersani.

      Si, perche’ non siamo kapaci di fare i KOMUNISTI VERI o detta alla napolitana, VERACI..!

      Vedi DAN,

      in questi giuorni (si fa per ridere anche) studiavo… ma ki me lo fa fare mi diko spesso, la rivoluzione inglese che fu l’atto primo del KOMUNISMO a livello mondiale.

      Cioe’, via la monarchia e AVANTI BOBOLO o POPOLO.

      Io, senza aver letto quella parentesi storika scrivevo ke il KOMUNISMO era nato in ingilterra.

      Per intuizione e ma anche per ragionamento. Tanto che poi su Super Quark, il caro Angela dice che fu portato in America. Ma non rikordo bene purtroppo, kome la disse.

      Infatti, dai fatti, io leggo ke in AMERIKA ANTI KOMUNISTA E GUAI A ESPORSI, SACCO e VANZETTI DOCET; E’ LA SOCIETA’ OCCIDENTALE, con la miglior demokrazia al mondo, PIU’ KOMUNISTA di DX che ci sia. O sipia, diko io.

      Oggi meno… tende a fare l’inglesina, guida a SINISTRA…

      Obama o o mama…

      Ma go da dir tuto mi..??

      Te sa no, se pasa da pajasi a dir o sbandierar e veritas…

      Tuttavia due:

      a mea resita: INPAREMO A LEXAR I FATI PA NO SOCKONBAR. NO PA VER RAXON.
      MA SOEO PA NO SOKONBAR (el bar no c’entra, testine).

      At salüt

      • CSS says:

        anche se quel che hai scritto è difficile da comprendere, mi sa che hai ragione

        ps guarda che non è necessario studiare,a san marino danno diplomi e lauree per tutti i gusti a prezzi modici, sii italiano almeno per una volta! 🙂

        • luigi bandiera says:

          Corpo delle SS (CSS),
          se leggi i fatti non ti e’ difficile il leggermi.

          Se ragioni da talibano (italiano) allora si. Anzi. Sara’ difficile comprendermi. Mentre io, leggo sia i fatti che lo scritto dei TALIBANI (italiani) e, non e’ una kolpa kome me la vorresti appioppare.

          Remember:

          chi scrive detta la regola.
          MAI E POI MAI KI LEGGE..!

          Ma non e’ un rimprovero. E’ solo un limpido ed onesto SUGGERIMENTO..!

          Ovviamente per te e ma anche per tutti gli altri..!

          BASTA SCHEMI FISSI… IO SONO UN UOMO LIBERO..!! Anche nell’erspressione.

          Certamente puo’ dare fastidio, ma perche’ si pretende l’omologato, anke nell’espressione: TIPIKA KORRENTE O VOLONTA’ KOMUNISTA..!!

          Quindi bandiera trikoglione; lingua trikogliona; pensiero trikoglionissimo..!!

          A mori’ e’ meglio ke vadano GLI ALTRI..!

          A noi, super trikoglioniti e grazie ai tririnkoglioniti del nodde, solo le poltrone con le relative PAGHE. Meglio, SUPER PAGHE…!!!

          EMBEH… conosko bene i tririnkoglioniti a pro loro..!

          Dal Rubikone in giu’… sanno kome se fa’… anche se ne abbiamo a josa qua a fanno quello ke fanno la’ al sudde.

          CSS, non demordere… se tutto andra’ bene saremo ROVINATI..!!

          At salüt

  11. Alberto Pento says:

    Naltra solousion la podaria esar coela de mostrar anseme el docomento triestin e coelo talian.
    Mi ndaria volantiara al fermo par 48 ore, se ghe fuse milara de parsone li taliani no li podaria far gnente.

  12. Alberto Pento says:

    Mi a credo ke tuti li parteçepi de sto movemento li dovaria prexentar, en màsa, li docomenti vietà e lasarse fermar par 48 ore … ghe tocaria doprar le caxerme par tegner sarà su tuti.
    Dovarisimo farlo anca naltri en Veneto.

  13. alcide meloni says:

    Ma siete fuori? Il nostro alleato Ignazio La Russa vi spiega lui quanto ci è costata la liberazione di Trieste, anzi lo ha già spiegato più volte! ma siamo al delirio? L’Italia è una e solidale, altrochè !!! Fratelli d’Italia interevvrà al più presto a fianco dell’autorità costituita adesso ne parlo am Maroni!

  14. Roberto Porcù says:

    L’Italia è stata ed è tutt’ora amministrata così male da una associazione a delinquere di stampo politico-burocratico che in ogni zona della penisola fioriscono tentativi di riconquistare la libertà con la fuga.
    Un altro sistema sarebbe quello di tagliare fisicamente la testa a tutti requisendo i beni loro e dei familiari, ma tutte le comunicazioni sono manipolate dalla detta associazione e gli altri, pur essendo maggioranza non riescono ad accordarsi per una soluzione unitaria.
    Ci aspetta la fine della Grecia, poi, forse, …

    • luigi bandiera says:

      Insisto:
      l’italia e’ uno stato komunista.

      Non rispetta i DIRITTI UMANI (tutti gli uomini nascono LIBERI e ecc..)

      Ovviamente e’ inutile ricorrere alle varie korti, un di’ tocca a l’italia, un altro di’ alla germania e via discorreno.

      Avete amato e voluto la cosiddetta demokrazia e cioe’ la volonta’ bobolare..?? Cioe’ il KOMUNISMO..?

      ADESSO VI MERITATE TO SGORBIO..!!

      E, andate a votarli su…!!

      Salam

Leave a Comment