Tribunale Genova: altra condanna a Bossi e confiscati beni per 48 milioni alla Lega

LEGA: BELSITO; INDAGINI, DA TRUFFA A RICICLAGGIO

Condanna a 2 anni e sei mesi per l’ex leader della Lega Nord Umberto Bossi al processo sulla truffa da 56 milioni ai danni dello Stato. Condannato a 4 anni e dieci mesi anche l’ex tesoriere Francesco Belsito. Il giudice ha disposto la confisca di 48 milioni alla Lega. Per l’accusa, nel periodo tra il 2008 e il 2010 sarebbero stati presentati rendiconti irregolari al Parlamento per ottenere indebitamente fondi pubblici che per l’accusa sarebbero stati usati, in gran parte, per spese personali della famiglia Bossi.

Per Belsito e’ la quarta condanna nel giro di poche settimane. A inizio luglio i giudici milanesi avevano condannato l’ex tesoriere a due anni e sei mesi, il senatur a due anni e tre mesi e il figlio Renzo Bossi a un anno e sei mesi per le spese sostenute dalla famiglia Bossi con i fondi pubblici. Il pm aveva chiesto la condanna a quattro anni per Bossi e quattro e mezzo per Belsito. Condannati anche i tre ex revisori contabili del partito Diego Sanavio, Antonio Turci e Stefano Aldovisi (rispettivamente a due anni e otto mesi, due anni e otto mesi e un anno e nove mesi) e i due imprenditori Paolo Scala e Stefano Bonet (cinque anni ciascuno). Tutti sono accusati di truffa. L’inchiesta era deflagrata nel 2012 e aveva portato alle dimissioni di Bossi e dei suoi collaboratori. Belsito e i due imprenditori sono accusati anche di riciclaggio perche’ avrebbero portato oltre confine, a Cipro e in Tanzania, parte dei soldi illecitamente ottenuti.

“Aspettiamo di leggere le motivazioni. La vicenda e’ abbastanza complessa e dobbiamo valutare le mosse con gli attuali organi della Lega”. Lo affermano gli avvocati Stefano Cavanna e Filippo Marcenaro, dello studio Arche’ di Genova, che assistono il Carroccio, subito dopo la sentenza di condanna per Bossi e Belsito. “La decisione di confiscare i 48 milioni – proseguono i legali – non e’ una sorpresa. Il pm lo aveva chiesto durante il processo. Bisogna vedere adesso se opporci e in che termini a questa richiesta. Del resto questa e’ una sentenza di primo grado”. Soddisfatto il legale dell’Avvocatura di Stato. “Sono state accolte le nostre richieste – ha detto l’avvocato Anna Maria Bonomo – sia per i danni patrimoniali sia per la confisca”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

11 Comments

  1. Padano says:

    Questa sentenza ha del surreale: se le accusa rivolte a Bossi & soci si sono dimostrate fondate, la Lega era parte lesa.

  2. Ric says:

    A qualcuno piace tanto la giustizia dell’Onnipotente , giá ci siamo quasi .
    Il crimine vero avanza , e non ha paura della giustizia !
    Ogni giorno il degrado e l’impossibile accadono perché non hanno paura della giustizia !
    Questa giustizia di marginalitá ininfluenti del dopo crimine , con calma , centellinando con gusto , su pseudo danni , su pseudo gossip . È questa la “giustizia eroica” , principi del foro altrui , anzi giganti del “posteriore” del retroattivo ; tanto quando cala il polverone a nessuno più frega niente , nessuno più importa se il giudicato innocente o il giudicato strumentale pro domo altro , ed il suo ambient social abbiano l’unica vita distrutta accumunata al dramma delle vittime da bislacchi persecutori, o incapacitá e dolo , un tutt’uno sistemico che , come la rete idrica di Roma , “fa acqua da tutte le parti” .
    Se un imprenditore , o commerciante , o lavoratore , fa errori o va male paga col fallimento e buonanotte ai suonatori ; se gli “errori “ li fa la casta della giustizia a pagarne i risarcimenti è il popolo .
    Dunque la giustizia italiana di cosa si occupa ?
    Perché fanno sbranare i cristiani nel circo massimo , lottare due gladiatori fino alla morte , un toro da matar nella corrida , due cani addestrati alla lotta mortale ?
    Un retaggio dell’agnello sacrificale , la logica del dare piacere col sangue e morte altrui , lenitivo delle frustrazioni e dell’agressivitá maligno offensiva della pulsione necrofilo distruttiva che corrode istinti pervasi da mostruose ignoranze . Le societá arcaiche e predone ne hanno necessitá .
    I veri criminali , coloro che ad ogni titolo soggiogano uomo e natura indifesi , ne hanno necessitá .
    Il vulnus è tutto qui .
    A cosa serve la cartina di tornasole se non interessa sapere se una sostanza è acida o basica ?
    A nulla ovviamente .
    Non possiamo e non dobbiamo attribuire alla “giustizia” l’accezione divinatoria e totalizzante , quando nella migliore delle ipotesi viene intesa , anche da “addetti ai lavori ” come attribuzione tendenziale , postulando quindi un’astrazione utilizzata per decretare et sentenziare imposizioni di natura tangibile , tipo multe , confische , restrizioni di libertá personale etc.
    È una dicotomia , e ciò che chiamiamo diritto , una farsa ! Una perifrastica d’infingimento per una perifrasi d’intenti : il processo a Bossi per esempio.
    Badate bene , infilarsi a posteriori nella gestione delle risorse di un partito politico è la stessa impresa di coloro che mettono mano ai conti dello stato e se assennati scappano a gambe levate o destituiti se sono dei” Cottarelli “ !
    È stridente il non senso ! Sedersi per cert’uni al tavolo del ristorante , usufruire di ogni ben di Dio , curarsi ed abbellirsi , e per altri spazzatura e disperazione ….già bastante per capire il livello del manicomio.
    Perché dunque , di tali “giudizi”dovremmo attendere altri gradi in tempi stabiliti dalle onorevoli grazie degli illustrissimi illuminati ?
    Appunto il tempo , la storia ; il paradosso sta nei fatti che quando avvengono sono giá superati , quando incominciamo a parlarne è giá tardi , nel senso che sviluppi delle sensazioni a posteriori , in ritardo e l’opinione che ti fai è una pulsione , un afflato , un’ emozione , una rimozione di sentiment , una fregatura !
    E giá , i fatti concepiti in forma di sfasamento temporale dalla mente , e quindi dall’animus umano, in modalitá meccanicistica ( pesante ,antiquata) in un real contest che viaggia veloce più della luce con logica sistemica.
    Allora l’obbiettivo che vogliono raggiungere non è ripristino di legalitá ma destabilizzazione di qualcuno o di qualcosa , magari smontare nell’immaginario un simbolo identificativo di una idea scomoda che fa tanto paura ….. Ma a chi ? Provare per credere , ma nel contempo stimare il pericolo e lo strapotere dei padreterni che in Italia a qualsivoglia titolo azzeccagarbugliano di justicia .
    Ecco perché è un dramma di costosa inutilità e dannoso , miope , lasciarci violentare dalle suggestioni che hanno come presupposto una latenza pleonastica , un abbaglio , sbilanciamento millantato di presunzione divinatoria , il maneggio di vite e destini altrui , con l’aggravante infingarda di chiamare in correitá ( e questa l’aggravante che fa più incazzare ) “ in nome del popolo italiano “ .
    Prevenzione ! per stabilire cosa è sano e cosa non lo è , utilizzare la “cartina di tornasole” : In Italia ogni anno si commettono 1000 , dicasi mille errori giudiziari , ciò significa esponenziale montante criminogeno perpetrato dalla mistolfa antropogenetica , trasversalitá politico mafiosa del potere parassitario dell’oppressore riconoscibile dagli olezzi distintivi , stragi e crimini , epifenomeno e business , mettono il coperchio sulla libertá derisa di morente popolo , come ad orologeria i processi al Gastone Silvio , a Bossi , e all’aria fritta in pasto alle bocche buone col rumine sempre attivo dei Somari ………

  3. RENZO says:

    Sul Po c’ero pure io… con milioni di altri patrioti… peccato essere stati traditi dai nostri conducator…
    48mln di euro …fallimento della Lega?
    Ma è… ha.. fallito da tempo
    Niente di nuovo sotto il Sole.. delle Alpi
    WSM

  4. luigi bandiera says:

    Su questo punto meglio non vedere, non sentire e non parlare.
    Se invece di lega nord (ocio ai serenissimi) si fosse chiamato lega sud o lega italiana forse andava meglio.
    Pero’, essendo un andreottiano la penso sempre male per cui mi aspetto di finire all’inferno perche’ a pensar male si fa peccato. Quindi si finisce li’ con Belzebu’.
    Come quella che se non sei con i komunisti sei fascista tout court.
    Siccome loro sono antifascisti e tantissimo patrioti e uni e indivisibili, quando capita ti pestono..! All’italiana maniera ovviamente. E sempre all’italiana maniera te magnano tutto..!

    Pero’, vedete, sono talmente patrioti che ci stanno facendo INVADERE. Mi chiedo quindi: di quale patria sono patrioti sti qua..?

    Per carita’ di Dio, siamo invasi da bravissime persone sebbene non hanno un buon aspetto: sono disperati e scappano dalla fame ne’..?
    Perche’ li vogliono tutti ma tutti qua..?
    … beh, i perche’ sono tanti ma uno per tutti: CI PAGHERANNO, lo fanno gia’ oggi, LA PENSIONE..! Dopo i 75 anni pero’.

    Bisogna lavorare piu’ a lungo per mantenere i nuovi italiani, si, quelli che dovrebbero fare i lavori che noi non vogliamo fare (prima chi li faceva..?)… altro che balle de musso se dixe da e me bande.
    Situazione a peggio del periodo di guerra.
    Ma si dorme e nel sonno non si sente nessun dolore. Beh, l’anestesia non serve a questo..? NIET DOLORES con l’anestesia… ma col BROMURO..? si fa per dire e ridere no..?

    Allegria…

  5. Roberto Colombo says:

    ma come si fa a confiscare a un partito 48milioni di euro? un partito come fa ad avere quei soldi, ora che è stato abolito il finanziamento pubblico? e se la Lega Nord (o un altro partito: è una situazione che può capitare a tutti) non ha quei soldi da farsi pignorare, cosa fa: chiude per fallimento?

    adesso in Italia la democrazia è un bilancio contabile?

  6. Marco says:

    Tranquilli. Adesso Salvini toglie la parola NORD dal simbolo. Da “Prima il Nord” a “Prima l’Italia e la mia poltrona che di lavorare non ho mica voglia”. Che buffoni. Intendo i leghisti che ancora gli vanno dietro e che magari erano sul Po (come il sottoscritto). Una presa per i fondelli.

    • Igor Vaudano says:

      C’ero anch’io, quel giorno.
      15 settembre 1996.
      Un giorno memorabile.

      • marco says:

        Vero. E fa ancora più male sapere di essere stato preso per i fondelli. Calderoli,Borghezio, Maroni…se penso a quello che dicevano e che dicono oggi. Ci hanno usati solo per il loro tornaconto. Ma prima o poi….

  7. Alessandro Marmello says:

    Esprimo un grosso complimento alla giustizia , aspetto le scuse di chi mi ha offeso.Alessandro Marmello ex autista Renzo Bossi.

    • Stefania says:

      La giustizia italiana? Ha tre gradi di giudizio. Poi c’è un’altra giustizia, che preferisco, che è la storia. Quella giudica al di sopra del bene e del male.

      • Igor Vaudano says:

        E poi c’è quella Giustizia, quella dell’Onnipotente, con la quale tutti, prima o poi, dovremo fare i conti.
        Ed è una cosa, questa, che mi da grande conforto.

Leave a Comment