Treviso, bisogna chiudere il traffico in via Inferiore

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La questione dell’apertura al traffico di via Inferiore è un classico esempio di cattivo governo della città. Una giunta con la lingua biforcuta da un lato fa investire i commercianti sulla base di promesse fuori luogo e dall’altro con il naso lungo dello sceriffo fa calare il malvezzo tutto italico dei favori e dei privilegi verso gli amici di scopa.

Il candidato sindaco Alessia Bellon è intervenuto sulla questione dell’apertura al traffico di via Inferiore: “Mi chiedo come facciano degli amministratori a promettere ciò di cui dispongono, come hanno fatto gli assessori Pimpolari e Mauro nei confronti dei commercianti di Via Inferiore, fino al punto di far pagare loro l’installazione di un cancelletto che è l’esempio delle false promesse della politica”. “Quanto poi al presunto traffico che avrebbe ingolfato Cà Sugana da via Bailo, serve un po’ di serietà: da dove nascerebbe tutto questo traffico dato che parliamo di vie aperte solo al transito dei residenti e dei carabinieri? L’unica ragione seria di tenere via Inferiore aperta al traffico è quella di impedire agli esercenti di avere un proprio plateatico che in primavera e in estate avrebbe permesso a loro di rivitalizzare un pò l’economia cittadina e a Treviso di arricchirsi di una nuova via pedonale di alto richiamo turistico. Pare incredibile sia un dispetto verso i commercianti e le attività che hanno le propria sede in una via dal potenziale inespresso. Forse però aveva ragione Andreotti: a pensar male si fa peccato, ma si indovina: non è che lo sceriffo con la sua decisione vuole forse fare un favore a qualche suo amico di scopa, a danno dei molti? Ci pare infatti impossibile che venga presa una scelta decisionista che ha solo controindicazioni.”

Tale decisione conferma la necessità di un cambiamento e di un’innovazione anche nella gestione amministrativa del comune che solo la squadra capitanata da Alessia Bellon può assicurare a Treviso, grazie a uno staff di professionisti, studenti, lavoratori e imprenditori giovani e di successo che vuole riportare allo splendore le eccellenze della trevigianità. Sul come affrontare la questione Alessia Bellon non ha dubbi: “non appena eletta, nella prima riunione di giunta chiuderemo al traffico Via Inferiore. È anche dai piccoli atti concreti come questo, ma di grande valore, che ridaremo il sorriso a Treviso.”

Ufficio Stampa – Indipendenza Veneta

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment