Trenzano, su il ponte levatoio: nessuna casa requisita per gli stranieri!

di STEFANIA PIAZZOtrenzano

Di Trenzano fuori da Brescia probabilmente non se ne conosce l’esistenza. Male. Un Paese bresciano ha la sua identità. Conosciuta? Non da tutti. Riconosciuta? Dipende, dipende dal sindaco e dalla voglia che ha il primo cittadino di non fare da zerbino al potere centrale, alle decisioni calate dall’alto. Le rivoluzioni partono dal basso? Appunto, dalle piccole piazze come quella di Trenzano il cui sindaco, Andrea Bianchi, ha avuto l’ardire di mettersi di traverso rispetto alla lunga missiva del prefetto di Brescia che ordinava al Comune di  dare ciò che appartiene al territorio del Comune alle prefetture: ovvero case per gli stranieri.trenzano2

Neanche per idea, picche, ha risposto il sindaco. La proprietà è privata e garantita dalla Costituzione, replica il signor Bianchi al signor prefetto. Le case non si requisiscono.

E scrive sul suo seguitissimo profilo facebook il sindaco:

“ATTENZIONE: PREFETTURA MINACCIA REQUISIZIONI DI IMMOBILI, ANCHE PRIVATI, PER OSPITARE STRANIERI!Ora la #Prefettura passa letteralmente alle #minacce#requisizioned’urgenza di idonee strutture pubbliche e private presenti sul territorio e di immediata utilizzabilità, al fine di gestire l’ospitalità nei confronti di ristretti numeri di #stranieri.A quanto pare per gli stranieri le #risorse questa Prefettura le ha, dato che è disponibile ad illustrare i connessi aspetti amministrativi e FINANZIARI.Niente male se si considera che la stessa a Trenzano, come in molti altri Comuni bresciani, sostiene di non avere nemmeno le risorse per rinnovare il contratto di locazione della Caserma dei #Carabinieri e a quest’ultimi passa risorse molto al di sotto di quelle necessarie per garantire il servizio che spetterebbe di diritto ai cittadini #ITALIANI contribuenti.trenzano3

Direi che su una cosa non ci piove: questa Prefettura e questo Prefetto sono la perfetta rappresentazione dell’indegno #Governo non eletto dal #popolo che ci ritroviamo e ci sta portando via tutto.

Per conto mio non escludo gesti eclatanti laddove la Prefettura si dovesse permettere di “requisire”, quindi senza il consenso del #LEGITTIMO proprietario, un immobile pubblico o privato nel Comune da me rappresentato.

Non vi azzardate!”.

Appartamenti agli stranieri e non ai carabinieri? Ma non solo. Non possono non venire in mente le prestigiose dimore prefettizie. Gli appartamenti in dotazione alle Eccellenze. Signor sindaco, inviti chi rappresenta il governo ad aprire le porte delle auguste dimore eccellentizie. Rispolveri gli stipendi che vengono elargiti dallo Stato ai prefetti servitori, ai commissari prefettizi, ai vice…. Costruirebbero una “Trenzano 2” dove ospitare, a spese dello Stato medesimo, i fratelli appena sbarcati e senza fissa dimora. Che ci vuole a requisire un po’ di solidarietà da chi rappresenta la moralizzazione della vita pubblica?

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. Giuluo Arrighini says:

    Il Sindaco Bianchi è un uomo con la schiena diritta. Egli altri 205 sindaci della Provincia?

  2. luigi bandiera says:

    Dunque, cara Stefania, siamo sotto dominio e lo si vede dai FATTI.

    Pero’ siamo anche stupidi: quando arriva un prefetto foresto non si manifesta.

    Sarebbe ora e anche molto tardi a dire il vero, che un prefetto al nord sia con nomi del nord.

    Si eviterebbero certe ordinanze. Imposizioni.

    Invece a noi piace il foresto e infatti di foresti ne siamo STRACOLMI NELLE AMMINISTRAZIONI ITALIANE.

    Se fossero neri o inglesi o tedeschi ce ne accorgeremmo… ma perche’ non ce ne accorgiamo dato che quando aprono bocca si sente che non sono dei nostri..??

    Ci piace el foresto.

    E prima gli spagnoli poi gli austriaci e dopo gli italiani… ma noi, settentrionali chiamati anche alpini o rassa Piave quando ci tocchera’ di sedere su quelle poltrone di COMANDO..???

    Se gli illuminati e i jacobini, specie gli uomini che dicono di avere le palle, non si muovono sara’ cosi’ in AETERNUM.

    Tuttavia ecco un Sindaco come Oscar Lancini e Cesarino Monti con le cosiddette PALLE..!!!

    Uno che ci tiene ai suoi PAESANI.

    Sicuramente il prefetto avra’ ricevuto un fax dove gli si dava un certo ordine. E lui, come garibaldi, avra’ risposto: OBBEDISKOU..!

    Questa e’ l’UNA e INDIVISIBILE..!

    UNA GABBIA, ma di MATTI..!!

    Se non sono matti quelli che vogliono far INVADERE lo stato ITAGLIA..??
    BEH, SI. Devono fare l’ISLAFRITALIA no..??

    Quindi avanti con le multi kax e multi quel che si vuole…

    E’ giunta l’ora di eliminare la 180 che e’ responsabile del dilagare di matti da legare in questo stato ormai MEFITICO…

    Salam

  3. gio52 says:

    Questo Andrea Bianchi si puo’ clonare ?
    Se si , fatelo subito perche’ non abbiamo piu’ tempo !

  4. Orini Giancarlo says:

    Conosco una ciaculatoria insegnatami da mio padre, che sicuramente quasi la totalità dei trenzanesi non conosce : “Tre ‘n sa tre ‘n la toec a turen e nùsù a ca.” Chiudere con un colpo di goliardia non fa mai male.

  5. Orini Giancarlo says:

    Complimenti signor sindaco Bianchi. Lei onora il paese natale di mio padre e suoi fratelli, ne aveva otto di cui alcuni nati a Rudiano. Personalmente sono molto d’accorto con la sua posizione nei confronti del prefetto, anche perchè ho sempre considerato i prefetti spioni di Roma in casa nostra. La prefetta di Brescia è da condannare solo per aver pensato di requisire immobili anche di privati, orrore !
    Quello che sto per dire forse mi attira le ire dei bresciani, ma non credo perchè ho constatato che il bresciano tipo non è incline alla protesta ne tantomeno alla rivolta, e allora suggerisco di utilizzare la Caserma Papa per ospitare i nostri ……….. Conseguenze ? Lavoro per diversi artigiani per rendere idonea la caserma suddetta,posti di lavoro per i disoccupati in veste di guardiani ed educatori, soprattutto educatori inflessibili per evitare che ci siano atteggiamenti irriverenti nei confronti di chi li accoglie da parte degli ospiti e per evitare atti vandalici nei confronti dell’ ambiente. Brutta idea ? E allora signora Prefetta questi strani immigrati li mandi a casa loro. Ho detto strani perchè vedo giovanotti che invece di rimanere a combattere per il proprio paese se la sono svignata lasciando a casa donne, vecchi e bambini.

  6. Paolo says:

    La lega nord è praticamente assente! Nel Veneto la regione con il referendum la tira alla lunga, chissà perché.

    • ugo says:

      scusi Paolo ma cosa centra la lega del Veneto con il comune di Trenzano? La lega ha raccolto le firme per un referendum che abolisca i prefetti , lei lo ha firmato? Mi pare anche che la lega sia l’ unica forza politica che combatte contro l’ invasione di clandestini. le sue critiche le rivolga a questo governo e ai suoi ministri che permettono e aiutano questa INVASIONE.

      • Paolo says:

        Salve Ugo. Nel lontano 1994 ero andato per la prima volta ad un comizio di Bossi e anche allora come oggi si parlava di abolire i prefetti e fare tante altre cose. Avevano la maggioranza e cosa hanno fatto in questi 20 anni? Io credevo nella Lega Nord però mi sono reso conto che il vertice (quello di comando) a differenza della base, erano semplicemente delle persone che hanno saputo approfittare del’ opportunità che le piazze del nord hanno loro dato. Quello che mi lascia perplesso é che questi, sono ancora in sella.

    • Dan says:

      Chi se ne frega della lega nord. Voglio vedere piuttosto cosa farà la gente se qualcuno proverà veramente a mettere in atto questo furto

Leave a Comment