Tra Pasquette e ponti, portano l’Iva dal 22 al 25%. Siamo noi l’agnello sacrificale

tasse5di ROBERTO BERNARDELLI –  Mentre il popolo bue mangiava, e saltabeccava qua e là tra pasquette e ponti, il governo ha infilato la sorpresa maldestra e beffarda. La manovrina, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, ha lasciato per ora invariata la clausola di salvaguardia che aumenta l’aliquota Iva dal 22% al 25% dal primo gennaio 2018. Capito? La mannaia è lì, pronta. La stessa aliquota aumentera’ di 0,4 punti percentuali dal primo gennaio 2019, sara’ ridotta di 0,5 punti percentuali a decorrere dal primo gennaio 2020 ed e’ fissata al 25% a decorrere dal primo gennaio 2021. La manovrina ha invece ridotto la clausola di salvaguardia per quanto riguarda l’aliquota Iva al 10%. Non ci sara’ piu’ l’aumento al 13% dal primo gennaio 2018, ma aumentera’, salvo ulteriori interventi, all’11,5%. Insomma, la tassa cresce ma te la vendono come uno sconto. L’aliquota sara’ aumentata di ulteriori 0,5 punti percentuali a decorrere dal primo gennaio 2019 e di un ulteriore punto percentuale a decorrere dal primo gennaio 2020. La manovrina prevede comunque lo slittamento dal 2018 al 2019 dell’aumento dell’aliquota dell’accisa su benzina e gasolio. Ma certo, altro aumento della benzina. Andare al lavoro è una cosa da ricchi.

Print Friendly

Related Posts

2 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Ma di che kax ci si meraviglia di che a fare..??

    Ce l’hanno sempre messo in tel posto sempre allo stesso modo: noi a stare li’ a 90° e loro sopra ad infilarcelo..! Con o senza… olio di ricino…

    Infilato sin da neonati..??

    R: ESSE I..!

    Quindi..?

    O SI DISFA STO STATO E STATUS O LO SI PRENDERA’ SEMPRE LI’ E SEMPRE ALLO STESSO MODO. Ovvio, salvo che uno non lo preferisca bollente.
    Per quella opzione deve fare come quelli che si difendono… o tentano di difendersi dai delinquenti. Pero’ o ma dietro l’angolo c’e’ lo stato e status che ti fotte per bene con o senza guanto. Solitamente a SECCO perche’ lo stato gode di piu’..!

    Sto kax di stato e status e’ nato KATTOKOMUNISTA e per questo vivra’ da KATTOKOMUNISTA…
    Quindi..?
    O si disfa, per rifarlo, magari a partirte da sotto terra e per mille metri, non deve esserci radice vecchia, o RASSEGNAMOCI: DURERA’ IN AETERNUM con ovvia nostra presunta GODURIA.

    AMEN

  2. giancarlo says:

    E……….non sarà finita qui !!!
    A parte gli aumenti dell’I.V.A. ormai divenuti non più stoppabili c’è sempre il problema del debito pubblico.
    Come pensano di poter avere una ripresa economica degna di questo nome solo loro lo “sanno” .
    Le agenzie ci declassano, il debito continua a crescere, il lavoro manca, i poveri aumentano, i giovani se ne vanno per disperazione, le nuove start-up sono aperte per disperazione dai disoccupati, le imprese continuano a chiudere…..l’Alitalia è l’esempio della buona amministrazione italiana, il commercio è alle corde e si vede benissimo girando anche gli iper mercati, pieni di gente che passeggia, ma i negozi sono quasi sempre semi-vuoti o vuoti addirittura, le tasse non si abbassano per carità, i politici e tutti i grandi burocrati, dirigenti ,magistrati etc…etc..non hanno il benché minimo senso dello stato e del paese e non si abbassano di un euro emolumenti, paghe, mega-paghe o come diavolo vogliamo chiamarle, che talvolta o quasi sempre superano gli importi pagati in altri paesi europei per le stesse funzioni, i servizi ai cittadini stanno degradando lentamente ma inesorabilmente e…………dove vada tutta la fiumana di miliardi di euro di tasse, accise, iva, bolli, bollette super tassate , canone tv, tasse e tassine su tutto e su tutti solo i politici lo sanno. Basta andarsi a spulciare il bilancio dello stato per rimenere basiti, esterrefatti di quanti rivoli, ruscelli, fiumi e viagare ci sono per tenere in piedi il baraccone italico.
    Signori, mi dispiace ma il DEFAULT sarà inevitabile, inutile continuare a credere che ce la faremo.
    Senza più statisti integerrimi, onesti e soprattutto votati a servire non lo stato ma i cittadini dello stato, cioè la gente il popolo…..alla fine la scassata portaerei italia affonderà su sé stessa con un polverone da far paura già adesso.
    Quando il Veneto sarà una nuova nazione libera ed indipendente NON VOGLIO che sia una copia dell’italia e se ciò non sarà, se sarò ancora vivo non si illudano i signori che prenderanno le cariche varie per governare lo Stato Veneto sarò e diventerò, se mi costringeranno, un acerrimo guerriero giuridico contro di loro perché il VENETO sia uno Stato veramente democratico dove politici, amministratori, giudici etc,,etc,, siano preventivamente vagliati e sottoposti ad un severo giudizio preventivo dove il curriculum sarà solo un piccolo tassello di ciò cui verrà loro richiesto per poter accedere a carichi istituzionali e non.
    Una fantasia, un sogno, un’utopia ??? No, dovrà essere così perché il mondo non può continuare ad andare avanti grazie a signori della guerra economica i quali sovrastano qualsiasi istituzione e corrompono chi vogliono pur di ottenere ciò che vogliono.
    Dio ci guarda dall’alto e non è certo soddisfatto del lugubre e spettrale spettacolo che siamo capaci di rappresentare grazie a pochi ” illuminati ” ( io li chiamo fulminati) e dei molti ( che siamo noi tutti ) che gli permettiamo di continuare. La Brexit è stato un momento di lucidità mentale degli inglesi o forse Dio stesso li ha indirizzati. Non sto esagerando dicendo questo. Mi auguro che anche la Francia riesca a dare la spallata necessaria a far chiudere questa europa malata di protagonismo inutile ai cittadini e che se ne partorisca una nuova completamente su basi federali e soprattutto creata direttamente dai Popoli che la vorranno costituire.
    Tutto il resto sono chiacchiere che ci porteranno a disastro economico non solo dell’italia ma anche di altri paesi. La globalizzazione non è nata per risolvere i problemi del mondo ma solo per sfruttare i paesi poveri o invia di sviluppo o sulla via del sviluppo ed impoverire quelli così detti ricchi.
    Se qualcuno ha argomenti da confutarmi sono pronto a sostenere la discussione.
    WSM

Leave a Comment