Tra il 1980 e il 2012 l’Italia ha pagato in interessi il 198% del Pil

di ALTRE FONTI

Abbiamo ricostruito i dati di PIL, Debito Pubblico, Deficit Pubblico, Saldo Primario (differenza tra  entrate ed uscite della PA al netto degli interessi) e Spesa per interessi dal 1980 al 2012.

In estrema sintesi, negli ultimi 20 anni IL DEBITO E’ PASSATO DA CIRCA 1.500 A 2.000 MILIARDI DI EURO (valori 2012) RESTANDO SOPRA AL 120% DEL PIL nonostante il fatto che:

– ABBIAMO PAGATO QUASI 2.000 MILIARDI DI INTERESSI (valori attualizzati al 2012)

– ABBIAMO REALIZZATO SALDI  PRIMARI ATTIVI PER 740 MILIARDI   (valori attualizzati al 2012), CIFRA CHE NON HA EGUALI IN EUROPA

In sintesi l’Italia ha comunque fatto enormi sacrifici, con risultati sul fronte del risanamento nulli, e straordinariamente negativi sul fronte della crescita.

LEGGI DETTAGLI E GRAFICI E ARTICOLO COMPLETO QUI: http://www.scenarieconomici.it

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Dan says:

    La cosa grave è che questi interessi non smetterebbero di crescere neanche riuscissimo ad azzerare la spesa pubblica (cosa impossibile di suo).

    Ecco perchè dobbiamo semplicemente smettere di pagarli

  2. Andrea D says:

    Ringraziamo i signori Prodi, Ciampi, Amato, D’Alema, Monti, Draghi ecc.. e tutti quei politici e tecnici che si preoccupano di “rassicurare i Mercati” piuttosto che fare la più piccola azione in favore dei Cittadini.
    Loro sono dei farabutti e noi delle pecore ignoranti, alla fine importa solo che ogni mattina siamo tutti svegli e in forma per lavorare, produrre e garantire le rendite di chi ha investito sui nostri preziosissimi titoli di stato.

  3. Marco Mercanzin says:

    Grande studio che rende giustizia alla verità su come il debito si è formato.
    Un grazie alla redazione e alla sua imparzialità informativa.
    Grazie.

  4. Raoul says:

    Siccome siamo pecore(che van tosate)ci meritiamo di peggio.Non c’è limite al paggio!

Leave a Comment