Tosi lancia il modello Lega-Csu per le regionali del 2015

di GIANMARCO LUCCHI

”Dopo le elezioni sara’ necessaria un’ulteriore evoluzione positiva della Lega che sia in grado di allargare il suo consenso sul territorio anche all’elettorato che tradizionalmente non vota Lega ma che la pensa allo stesso modo”. A dirlo il sindaco di Verona, Flavio Tosi, segretario regionale del Carroccio, nel corso di una convention ieri sera (nella foto) che ha riunito circa duemila persone all’auditorium scaligero. Un incontro, significativamente intitolato ‘Guardiamo al futuro con Flavio Tosi’, promosso da una parte della lista Tosi, che alle passate elezioni amministrative ha visto la presenza di ex appartenenti al Pdl. Una manifestazione, quella di ieri sera, che viene letta come il lancio dell’iniziativa politica di Tosi verso le regionali del 2015 e che in qualche modo dovrebbe preoccupare l’altro cavallo di razza della Liga Veneta, l’attuale governatore Luca Zaia.

Guardano al futuro del dopo elezioni, il sindaco veronese ha richiamato ancora una volta come modello ideale quello della Csu bavarese, partendo proprio da quel ”modello Verona” caro anche al leader della Lega Roberto Maroni, che ha visto realizzarsi attorno al nome anche del sindaco un’ampia riunione di fasce dell’elettorato anche non leghista. Dal palco poi Tosi ha risposto all’ex governatore veneto Giancarlo Galan, che oggi nel corso di un incontro elettorale a Verona, senza mai citarlo, aveva parlato di un comandante pronto ad abbandonare la nave prima di arrivare in porto, cioe’ prima delle elezioni. ”Galan – ha replicato Tosi – evidentemente e’ stizzito perche’ probabilmente avrebbe voluto avere lui per primo questa idea politica. Quanto al comandante che lascia la nave mi sembra un po’ come Schettino: gli ricordo come andarono le elezioni a Verona nel 2002 con il candidato sindaco imposto da lui, il risultato del suo candidato a Padova quattro anni fa e come e’ finita a Vicenza con la candidata sindaco che ha voluto designare lui”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. lombardi says:

    Ma sì in fondo la Lega è piena di ‘culone inchiavabili’ come direbbe il Berlusca quindi il paragone con la Csu è appropriato!

  2. Gianni says:

    il modello che hanno cassato in Toscana

  3. Unione Cisalpina says:

    il traffikante della politika … vende vetro luccikante e kolorato x diamanti e l’indigeno abbokka ammirato …
    ahahahahahahahahahahahah …

  4. Caligola says:

    Direi idea ottima, visto anche la grande forza elettorale e politica espressa dalla CSU in Germania, pur essendo un partito puramente bavarese. Se la lega punterà ad una similitudine con la CSU, non ci saranno che vantaggi per la stessa e sopratutto per i cittadini.

  5. ravizza says:

    Ciumbia! La csu! Ueilà!

Leave a Comment