Tosi, e l’espulso ora espelle i leghisti in giunta a Verona

di REDAZIONEtosi arena

Con la decisione del sindaco di Verona, Flavio Tosi, di togliere le deleghe all’assessore Enrico Corsi, la Lega Nord non fa piu’ parte della maggioranza che sostiene l’amministrazione Tosi. E’ quanto annunciano in una nota il segretario provinciale e cittadino del Movimento guidato da Matteo Salvini. Tale “epurazione” – commentano Paolo Paternoster e Paolo Tosato – non consente alla Lega Nord di condividere le scelte amministrative della giunta, di cui per volonta’ del sindaco non facciamo piu’ parte.

“Viviamo con profondo rammarico l’esclusione di Corsi dalla giunta – proseguono Paternoster e Tosato -. L’assessore Corsi, in questi 8 anni, ha sempre lavorato con impegno e correttezza al servizio dell’amministrazione Tosi. Eletto nella lista della Lega Nord ha deciso per coerenza di non tradire il mandato ricevuto dai cittadini e restare nel Movimento politico a cui appartiene da piu’ di vent’anni”. “Aver punito la sua candidatura alle Regionali e’ stato un gesto ingiusto e ingeneroso, che certamente non meritava – concludono -. Mai una volta, infatti, ha fatto mancare il suo apporto e il suo sostegno al sindaco o all’amministrazione. La Lega Nord, nonostante le recenti vicende, intendeva continuare a portare avanti il suo sostegno e il suo contributo a servizio dell’amministrazione Tosi. Senza responsabilita’ di governo all’interno della giunta non ci e’ piu’ possibile farlo, per espressa volonta’ del sindaco. D’ora in avanti la Lega Nord, si sentira’ libera di sostenere o opporsi alle iniziative della giunta nel solo e unico interesse della comunita’ veronese”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Che stazio…
    Eppure prendono voti, ma dove sono i cervelli veneti..??
    Visti sti andazzi non saremo mai liberi.
    Dovro’ per -la forza del destino- morir talian.

  2. Padano says:

    Zaia 23,08
    Lega Nord 17,82
    Tosi 5,71
    Indipendenza Noi Veneto – con Zaia 2,69
    Indipendenza Veneta 2,51
    Il Veneto del fare – Flavio Tosi 1,41
    Unione Nord-Est 0,6
    Progetto Veneto Autonomo 0,33
    Razza Piave – Veneto Stato 0,18

    Totale: 54,33%

    di forze indipendentiste o autonomiste.

    La smettiamo di dividerci?

  3. marco says:

    #Beniamino, è grazie a quelli come te se siamo ridotti così! Debito pubblico, 4 mafie, corruzione a tutti i livelli, prefetti tutti del tuo paese, immigrazione selvaggia, tasse al 70% per chi lavora, delinquenza mai vista come oggi, ecc. ecc. ecc. Colpa della Lega Nord, vero? O degli imbecilli che votano la propria fine….. Invece di guardare il dito, guarda la luna!

  4. Beniamino says:

    se posso dire la mia, questo è un vizietto (comunista) della lega! Bossi faceva esattamente così..lo ha fatto dal 95 fino a quando ha fatto l’ ictus a LETTO “dormendo”(hehehe)…la lega purtroppo non si è mai posizionata nel ruolo che gli elettori, stanchi di roma, volevano. La lega, partito (ormai non è più un movimento) ha raccolto in se le peggio “abitudini” dei partiti romani. In lega sono approdati tutti gli ambiziosi, falliti e vogliosi di carriera politica, potere e DENARO (bossi lo ha dimostrato ampiamente), per cui prendersela con Tosi (che personalmente disprezzo più di una m……a) è una cazzata enorme, perchè tutti i leghisti, e dico tutti, se togliete loro la possibilità di candidarsi perchè estromessi dai capetti, vedrete le REAZIONI che avranno (sputeranno sulla lega più di un lama)…i leghisti, oltre che non combinare niente di buono, anzi, e qui lo dico, la GIUNTA del VENETO ha fatto la legge (udite, udite) qualche mese fa che BISOGNA fare il “cartellino” per poter RACCOGLIERE il “DENTE di CANE” (pisacan in lingua Veneta), i Carletti, i “bruscandoli”….erbette che i Veneti raccolgono da migliaia di anni e credo anche in altre regioni, magari a governo comunista ma non hanno nemmeno pensato lontanamente di fare una boiata simile..già sono fioccate le multe per chi viene “SCOPERTO” a commettere questo imperdonabile reato (200 euro) come una signora anziana nelle zone di Padova “SCOPERTA” a commettere questo odioso, ignobile reato mentre i suoi avi hanno lo hanno fatto per migliaia di anni…speriamo che la lega della Giunta del Veneto non faccia pagare a questa signora gli “arretrati” applicando la legge Severino…..dico solo che siamo alla pazzia totale…e la lega non ne è fuori, anzi!!!

    • Stefania says:

      Pisacan e bruscandoli. Come non ricordare le sanissime tradizioni tramandate di padre in figlio/a? Ne ho raccolti a quintali. Se lei mi dice questo, inizio a pensare che il vizio dell’Europa di misurare le circonferenze degli ortaggi abbia irreparabilmente colpito quel che resta della sfera cerebrale della politica territoriale.

Leave a Comment