Tosi e la Commissione Antimafia su Verona: strampalata richiesta….

di REDAZIONErosi bindi

Il sindaco Flavio Tosi torna sulla polemica sollevata da quella che definisce “la strampalata richiesta del presidente della Commissione antimafia Rosy Bindi” di rivalutare la possibilita’ di nominare una commissione d’accesso per il Comune di Verona. “Ci si chiede quale tipologia d’indagine dovrebbero perseguire gli organi competenti – sottolinea Tosi -, dato che nell’amministrazione comunale non c’e’ una sola persona indagata per questo genere di reati. Ne’ un dipendente, ne’ un dirigente, ne’ un amministratore. Non esiste un solo appalto che abbia lontanamente a che fare con simili ipotesi di reato”. Tosi mette in evidenza inoltre la presa di posizione di  del senatore Ciro Falanga, capogruppo di Forza Italia in Commissione antimafia, secondo il quale “non risponde al vero la notizia secondo la quale la Commissione antimafia, in occasione della visita a Verona, abbia suggerito al prefetto la valutazione di una richiesta di accesso agli atti del Comune”. Falanga aveva precisato che questa affermazione, in ogni caso, non poteva essere attribuita all’intera Commissione. “Non e’ un caso che la questione, da parte della signora Bindi – conclude Tosi -, sia stata sollevata una volta che nella stanza erano rimasti soltanto rappresentanti del centrosinistra e del Movimento cinque stelle”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Sandrin says:

    sentito Tosi ieri anche a portaaporta, assist fornito da ladyclick che era meglio se si faceva le sue ore dall estetista 😀 (spaghetti al pomodoro da gunnes )

Leave a Comment