Proposta la “Consulta dei popoli del Piemonte”

di MASSIMO IARETTI*

Si è svolta al Centro congressi dell’Interporto di Rivalta di Torino, l’assemblea della Federazione dei Movimenti dei Cittadini delle Alpi, nata l’11 novembre dello scorso anno. Alla Federazione aderiscono i seguenti soci fondatori: Movimento dei Cittadini Ginevra, Movimento dei Cittadini Savoia e il suo Portavoce, Movimento dei Cittadini Vaud, Movimento dei Cittadini Romandia, Movimento della Valle d’Aosta, Movimenti dei Cittadini Piemonte, Movimento dei Cittadini Nizza. L’assemblea ha eletto il consiglio direttivo (nel quale ci sono, per il Movimento Cittadini del  Piemonte, Silvia Garbelli di Novara e Dario Catti, consigliere comunale ad Almese, Valsusa, Provincia di Torino) ed il presidente nella persona di Claude Jeanneret, consigliere del Consiglio dello Stato di Ginevra. La Federazione ha come obiettivo la difesa di un’organizzazione cultura e politica vicina al cittadino, basata su strutture regionali a dimensione umana.

Durante l’incontro si è parlato, in particolare, delle iniziative per dare maggiore risalto alle attività della Federazione e dei Movimenti che la compongono. All’incontro ha anche preso parte una  delegazione del Movimento Progetto Piemonte – MPP, composta dal presidente Massimo Iaretti, dal coordinatore Piermassimo Guarnero e del delegato per la città di Chivasso, Nicola Bruzzese. Nel suo intervento Massimo Iaretti ha evidenziato come MPP “basi il proprio Statuto sulla Costituzione della Repubblica Italiana e sulla Carta di Chivasso. Questo non toglie che, essendo un movimento politico che ha tra le sue priorità la montagna e la conservazione  delle tradizioni del Piemonte, non colga l’importanza di avviare una collaborazione con la Federazione ed, in particolare, con il Movimento dei Cittadini del Piemonte”. Iaretti ha proposto, nel rispetto della reciproca identità e delle differenze statutarie, al Movimento dei Cittadini del Piemonte di aderire alla “Consulta dei Popoli del Piemonte” prevista dallo Statuto dell’MPP, costituendo in questo modo un collegamento permanente tra le due realtà”.

Al termine dell’assemblea, Iaretti e i responsabili del Movimento dei Cittadini del Piemonte, hanno avuto una breve riunione operativa nella quale si sono prospettate alcune ipotesi di collaborazione, ad esempio con una iniziativa storico – culturale da attuarsi in Valsusa ed una incentrata sull’emergenza dell’amianto, con un’eventuale momento che coinvolga anche la Svizzera ed i movimenti svizzeri che aderiscono alla Federazione. Entro il mese di dicembre si terrà tra MPP ed MCP un nuovo incontro nel quale verranno calendarizzati i prossimi impegni

*Presidente  Movimento Progetto Piemonte                                                                 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment