Top manager italiani superpagati e nessuno grida allo scandalo

di GIANMARCO LUCCHI

I top manager delle grandi società quotate italiane sono al quinto posto tra i più pagati in Europa, con circa 3 milioni 300 mila euro l’anno in media. I dati sono contenuti in uno studio condotto dalla società di ricerche Expert Corporate Governace Services (Ecgs), che ha analizzato il totale di paghe fisse, gratifiche e bonus erogati ai massimi dirigenti delle 400 maggiori società quotate in Europa. “L’Italia si piazza quinta tra i paesi dove i manager sono più pagati, dietro alla Spagna”, dice Pierre Henri Le Roi, economista della Ecgs che oggi ha presentato la ricerca in conferenza stampa a Francoforte. Un piazzamento “molto elevato, paradossalmente – nota Le Roi – sia per l’Italia che per la Spagna”, paesi che attraversano situazioni economiche pesanti. I dati della ricerca sono comunque riferiti al 2011.

Per l’Italia sono stati analizzati 38 manager: in media hanno ricevuto 3,3 milioni l’anno. Il più pagato è stato Marco Tronchetti Provera, di Pirelli, con 22 milioni di euro, il meno pagato Michele Buzzi, di Buzzi Unicem con 310 mila euro“.

Ma l’aspetto più particolare, e fuori norma, dei trattamenti di cui godono i supermanarger italiani non è l’ammontare totale della retribuzione. “Se si guarda all’Italia l’aspetto più di rilievo in questo studio è l’erogazione di indennità di fine rapporto: sono molto, molto elevate”. Secondo Carbonara infatti “è abbastanza significativo che nel 2011 siano state pagate varie risoluzioni non giustificabili, che appaiono al di fuori di quelli che sono gli standard europei. Si pensi ai 16 milioni di euro dati a Cesare Geronzi per soli 11 mesi attività a Generali. Oppure dei 9,5 milioni di euro percepiti da Pier Francesco Guarguaglini come liquidazione da Finmeccanica”.

Le grandi società italiane sembrano così disattendere totalmente ben “due raccomandazioni impartite da Unione europea e Financial Stability Board, che chiedevano di rivedere le politiche di fine rapporto”. Il problema è che anche sulla base di questi fattori, avverte Carbonara, gli investitori istituzionali come i fondi pensione esteri decidono se investire o meno nella penisola.

A proposito di Geronzi, che ieri sera è comparso nella trasmissione L’Infedele di Gad Lerner per promuovere il libro-intervista scritto con Massimo Mucchetti, fa specie che nessuno, a cominciare dagli azionisti di Generali, abbia sollevato un grido di protesta per gli oltre 16,6  milioni di euro percepiti come indennità di fine rapporto dopo soli 11 mesi di presidenza alla Generali. Tra l’altro chi ha riconosciuto a Geronzi una buonuscita di questa portata? Il presidente del “comitato compensation” di Generali. E chi è costui? Nientemeno che Paolo Scaroni, il numero uno dell’Eni che secondo lo stesso Geronzi è candidato a diventare ministro qualora dopo le elezioni ci fosse un Monti Bis. Insomma, tutto si tiene nelle  stanze del potere.

E anche in trasmissione, a parte un solo ospite presente che ha cercato di sollevare la questione gridando allo scandalo di una somma del genere riconosciuta a una sola persona in un momento in cui molte famiglie vivono momenti drammatici, nessuno ha fatto nemmeno finta di indignarsi, a cominciare dal conduttore. Questo ormai è un Paese senza speranza…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Dan says:

    Ma che serve gridare lo scandalo ?
    Ogni lunedì si grida lo scandalo su quinta colonna, si grida vergogna e succede qualcosa dopo ?
    Non serve a niente gridare lo scandalo.
    Serve invece informare la gente attaccando tanti volantini in giro riportanti quando costano questi parassiti e chiedendo alla popolazione se i loro figli hanno almeno un posto di lavoro per portare il pane in tavola senza dover dipendere dalla loro pensione.
    Si chiede questo alla gente e poi li si invita a tagliare i viveri allo stato, a disconoscerlo, ad esautorarlo, delegittimarlo sulla base delle ripetute violazioni degli articoli 1 e 4.
    Se ancora la gente non sarà convinta e continuerà a pagare allora vuole stare male, vuole subire, vuole soprattutto che i propri figli finiscano per vivere di stenti.

  2. luigi bandiera says:

    Ma c’e’ anche un altro fatto che sempre io ho sollevato, INUTILMENTE.

    Ci sono i VERSANTI e i FIGURANTI (compresi gli strapagati):
    I VERSANTI, quelli che mettono fisicamente il grano in cassa, hanno una paga da fame o poco piu’ di dignitosa;
    i FIGURANTI IL VERSAMENTO che hanno una superpaga e una ovvia pensione.

    MA E’ PER LEGGE, DICONO..!!

    Richiamare uno che rispetta la legge e’ paradossale, vero..?
    Come l’aumento al presidente…

    Ed ecco che dovrebbe scattare una molla nella testa (di …) degli itagliani e ma invece, NOoo…!!!!!!!!

    QUINDI..??

    CHI E’ CAUSA DEL SUO MALE PIANGA O CHIAGNI SE STESSO..!!!

    Salam

    PS:
    …continua…

  3. luigi bandiera says:

    Nessuno grida allo scandalo meno uno, io.

    Beh, si dice cosi’ ma ce ne sono stati che si sono scandalizzati… ma serve a nulla.

    E pensare che fecero la rivoluzione francese prima e poi europea per ELIMINARE LE CORTI SUPER AGIATE, STRAPAGATE E MAGNONE SEMPRE.

    Sono tornate..!!!!!!!!!!!!!!!!

    E la colpa di chi l’e’..??

    NOSTRAaa..!!!!!!!!!!!!!!

    TROPPA MORTADELLA DAVANTI AGLI OCCHI..!!

    Non dico di fare come i SI GLOBALL ma un po’ di agitazione ci vorrebbe kax..!

    Invece, siamo tutti BUONI_STI e pensiamo ai poveri rom e a qualche altro povero perche’ facendo il mafioso ha fatto una fortuna…

    CE LO MERITIAMO..!!!!!!

    SALAM

  4. schiumella says:

    Nella Lega ci sono top manager da sogno, giornalisti da sogno, politici da sogno e guadagnano appena tra i 10 e i 20 mila euro al mese…Una vergogna! Quello è un partito da sogno, un partito al Top e allora i padani dovrebbero fare una aggiuntina di tasca loro per accrescere gli emulumenti di questi che si sacrificano a Roma e altrove negli enti a spese del pubblico, nei ristoranti pagati, nelle gite premio…ecc ecc. ecc.

  5. Alessandro Pironti says:

    La Speranza esiste sempre , anche per chi sa che illudersi è stupido , ma forse ci fa sentire ancora vivi . Troppe cose da cambiare , troppi controsensi , troppe derive , troppa ingiustizia , equità ? non esiste !! uno stato socialista con i poveri e principesco con i ricchi , la famosa frase ( socializzare le perdite e incassare i profitti ) , la storia ai più non ha insegnato nulla (penso a chi vota ) , a chi ci comanda invece è semplicemente il continuare sulla stessa strada di secoli e secoli .
    ***************** Veneto Stato **************************

Leave a Comment