IN UN ISTANT-EBOOK I GRANDI DISCORSI DI MARGARET THATCHER

di REDAZIONE

Margaret Thatcher si è spenta l’8 aprile 2013 all’età di 87 anni. Nel Regno Unito e in tutto il mondo, l’opinione pubblica si è divisa sulla sua eredità. Ha salvato l’Inghilterra dal declino o posto le basi della crisi finanziaria? Ha distrutto lo Stato sociale o aperto un’era di sviluppo economico?

In questa raccolta di discorsi, interviste e dibattiti parlamentari è la stessa Margaret Thatcher, la Lady di Ferro, a spiegare, con parole sue, le idee e i valori che l’hanno accompagnata per tutta la vita. I suoi argomenti hanno ben poco di “conservatore”, per come comunemente s’intende il conservatorismo; emanano, piuttosto, una grande energia libertaria. Come i lettori più attenti noteranno, i suoi discorsi riflettono il pensiero di grandi economisti liberali, soprattutto l’austriaco Friedrich August von Hayek, premio Nobel per l’Economia nel 1974, suo ispiratore e ammiratore.

Ma più che alcune evidenti influenze intellettuali, quali, appunto, Hayek e anche il filosofo austriaco Karl Popper, o l’economista statunitense Milton Friedman, a far da carburante nell’azione della Thatcher fu soprattutto il suo personale background da “ragazza di bottega” di Grantham. Quel senso pratico che le faceva dire che “il socialismo funziona finché non finiscono i soldi degli altri”.

Il volume, curato dal nostro collaboratore Stefano Magni ed edito da IBL libri, è disponibile esclusivamente in formato e-book presso i seguenti rivenditori:
QUI I SITI PER L’ACQUISTO
Amazon.it (Kindle)
eBooksItalia (ePUB)
Ebookizzati (ePUB)
Book Republic (ePUB)
iTunes Store (ePUB)
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Corrado says:

    scusate, ma io sono basito per tutte le attenzioni che riservate a questa macellaia di irlandesi.

    • fabio says:

      macellaia di irlandesi è esagerato e di parte.Quei ragazzi hanno iniziato lo sciopero della fame e lei ha rifiutato il ricatto di gente che aveva già messo bombe ed ammazzato.

      da una parte ha aperto ad un dialogo politico, dall’altra ha preteso che chi aveva commesso reato doveva pagare col carcere. Loro hanno insistito fino al’estremo.

      Definire ‘macellaia’ chi guidava quel governo che secondo me stava lavorando per migliorare le cose mi sembra esagerato

  2. se quella è una icona “libertaria” non siete messi bene…

    Alegru !

Leave a Comment