Test Invalsi: il Nord che eccelle costretto a emigrare, il Sud che non sa diventa classe dirigente del Paese

beffa invalsidi GIULIO ARRIGHINI – E’ evidente la discriminazione, il razzismo manifesto, direi quasi il disprezzo per gli studenti del nord del “paese”. La nostra gente viene insultata, sbeffeggiata da scrittori, giornalisti, presunti registi di un cinema mediocre e politicamente schierato (qualcuno lo definisce “impegnato”. Sì, impegnato a leccare la mano del padrone che finanzia certi film con i soldi dei contribuenti del Nord).

Questo è un fatto, un fatto che certifica che il razzismo e la presunta superiorità culturale esiste, viene praticata e chi la subisce non sono le povere regioni arretrate, i “malavoglia” tristi, che devono emigrare per insegnare, poverini. Il razzismo va nella direzione opposta anche se non ci sarà un giornalista, uno scrittore, un Saviano che copia i testi, un intellettuale sgualcito e annoiato e nemmeno un regista, alla Virzì, a indignarsi e a denunciare questa e altre vergogne. L’INVALSI rappresenta un metodo efficace per predestinare i ragazzi del nord al ruolo di emigrati o produttori di ricchezza da sottrarre, gli altri predestinati a diventare classe dirigente del “paese”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. lombardi-cerri says:

    Lo spirito della vecchia Lega era chiaramente di ribellione. Bossi lo ha ammazzato ! Non si sa perchè.
    La Lega 2.0 , grazie a Salvini e soci, si è subito interronata e la cosa è morta lì.

    • Castagno 12 says:

      “NON SI SA PERCHE'” ? – SI SA, SI SA, BASTA CERCARE E RICORDARE.
      Scrivere su Google “Proprietà Lega Nord”, ci sono vari blog, scegliere a piacere.
      Inoltre, qualche anno fa, Gilberto Oneto, ospite in una trasmissione tv condotta da Gad Lerner, disse che i documenti riguardanti gli accordi intercorsi fra Bossi e Berlusconi si trovavano depositati presso lo Studio di un Notaio.
      Dall’anno 2000, in Parlamento, la Lega Nord ha votato tutto quello che ha voluto Berlusconi.
      Basta applicare un po’ di logica agli avvenimenti, ignorare i media, cercare le notizie – le fonti non mancano.
      E POI, REGOLARSI DI CONSEGUENZA, REAGIRE, INFORMARE E NON ASPETTARE LA BEFANA !

  2. Borbonia Felix says:

    Il SUD sara’ l’unica parte dell’ex italia a sopravvivere all’invasione islamica…qui vengono ammazzati come mosche dalla Camorra che è de facto la Nostra polizia ! Voi siete solo dei “dhimmi” cioè dei sottomessi all’islam…farete la fine degli inglesi,olandesi e belgi,oltre che francesi che sono passati dalla ghigliottina agli arabi che uccidono e infiammano la Francia…siete dei senzapalle e la morte sara’ il vostro futuro !

    • Castagno 12 says:

      Alla Canera e al Senato le presenze dei meridionali superano l’80 %. Pongo una domanda alla quale lei non risponderà: ” Tutti questi politici tollerano e facilitano l’invasione per dare “lavoro” alla mafia, la vostra efficiente polizia ? ”
      In base alle sue attente previsioni rimane inspiegabile l’atteggiamento dei meridionali TUTTI: PERCHE’ NON CHIEDETE LA SECESSIONE ?
      Motivi validi ne avete: “saremo distrutti dall’Islam e vi sottraiamo risorse economiche”:
      FATEVI CORAGGIO, CHIEDETE LA SECESSIONE, QUI AL NORD NON CI OPPORREMO.
      Forza BORBONIA FELIX, DIMOSTRATE DI AVERE LE PALLE.

    • Castagno 12 says:

      Per il momento risulta centrato lo pseudonimo che lei ha scelto: “BORBONIA FELIX”.
      AVETE TROVATO CHI VI MANTIENE, QUINDI, AVANTI TUTTA.
      ALTRO CHE SECESSIONE !
      I Ceki si sono separati dagli Slovacchi con modalità civili ed hanno anche avuto l’approvazione e la benedizione del Papa.
      Una secessione in italia non potrebbe ottenere analoga approvazione ed ipotetiche trattative verrebbero ostacolate dallo Stato del Vaticano, abitualmente IMPICCIONE NEI NOSTRI CONFRONTI.
      La vostra attuale ” FELICITA’ ” HA UN PROTETTORE INFLUENTE.

  3. caterina says:

    …a conferma del detto “chi sa fa, chi non sa insegna” !
    non se ne abbiano a male gl’insegnanti, ma si vergognino le loro mafie di potere politiche e burocratiche che lo continuano a renderlo attuale…

  4. Castagno 12 says:

    Non condivido l’atteggiamento dei veneti e dei lombardi autoctoni che continuano ad ELENCARE, analizzare e rimestare, INUTILMENTE, danni e soprusi subiti a causa del Sistema italia.
    E’ doveroso tenere ben presente che “ANCHE QUELLI DEL NORD SE LA SONO CERCATA, LA FINE”.
    Le imprese del Nord, terminata la precedente guerra mondiale (ora siamo in guerra anche se non dichiarata), si sono adeguati alla “CULTURA” italiana: hanno frettolosamente imbottito le loro dirigenze con dipendenti di origine meridionale.
    Questi, con le conoscenze e gli agganci che avevano a Roma e nel Meridione, garantivano “AIUTINI” di ogni genere. Contemporaneamente Alcide de Gasperi accettava, dagli USA ,”GLI AIUTI DEL PIANO MARSHALL”.
    Risultato: E’ PARTITA LA RIPRESA ECONOMICA DEL NORD E DELL’ITALIA TUTTA, E’ STATO RAGGIUNTO IL BOOM, MA CONTEMPORANEAMNTE E’ PARTITA LA FINE DEL NORD, SOTTOMESSO A ROMA E AGLI USA.
    Solo i calci nel sedere sono gratuiti, tutto il resto si paga, e tante volte, più del dovuto.
    Ormai, qui al Nord, molte imprese sono nelle mani di stranieri. E per le restanti, la ripresa sarebbe nelle mani degli “ASTUTI” (che si sono adeguati al Sistema italia) ed in quelle dei loro discendenti che esibiscono, con soddisfazione, tatuaggi e smatrphone ormai incorporati.
    Chi spera nella salvezza, nel riscatto del Nord, potrebbe gentilmente indicare COSA DOVREBBERO FARE DI UTILE I RESIDENTI ? Grazie.
    Io o già ripetutamente detto.
    Non è sufficiente ricordare “Il diritto alle proprie radici”, ma SI DEVE AGIRE CONCRETAMENTE PER RICUPERARLO.
    Si attendono ISTRUZIONI.

    • Castagno 12 says:

      Ho dimenticato di indicare che l’INFLAZIONATO APPELLO PER “IL DIRITTO ALLE PROPRIE RADICI” è del lettore GIANCARLO che non ci ha detto quello che fa lui per “MANTENERE VIVO” questo diritto.
      In assenza delle “ISTRUZIONI PER L’USO” non serve proprio a niente continuare a ricordare gli obiettivi da raggiungere che, più o meno, tutti ormai conosciamo.
      Qui si parla, si scrive, si disquisisce, si fa la lista dei danni e dei soprusi subiti, MA NON SI CONCLUDE NIENTE, mentre quelli che dispongono di noi A LORO PIACIMENTO, ALZANO IL TIRO.
      GL’INVASORI musulmani, in alcuni casi erano stati INDECENTEMENTE accontentati con l’eliminazione di Crocifissi e di Prespi. Ora hanno profanato una Chiesa a Como ed un Crocifisso in una Chiesa di Venezia.
      Hanno così manifestato la loro “riconoscenza” per l’ospitalità che ricevono.
      HANNO DECISO di invaderci, di prendere possesso del nostro territorio e noi andiamo anche a prenderli come pure prendiamo il carico umano che ci scaricano le navi straniere.
      Domanda: ” PER QUALE MOTIVO GLI INVASORI DOVREBBERO PORTARCI RISPETTO ? ”
      Aspettiamoci IL LORO CRESCENDO, in attesa di affermare – istruiti da GIANCARLO – il NOSTRO DIRITTO ALLA FEDE CATTOLICA.

      • Castagno 12 says:

        Ho dimenticato di indicare che L’INFLAZIONATO APPELLO PER “IL DIRITTO ALLE PROPRIE RADICI” è del lettore GIANCARLO che non ci ha detto quello che fa lui per “MANTENERE VIVO” questo diritto.
        In assenza delle “ISTRUZIONI PER L’USO” non serve proprio a niente continuare a ricordare gli obiettivi da raggiungere che, più o meno, tutti ormai conosciamo.
        Qui si parla, si scrive, si disquisisce, si fa la lista dei danni e dei soprusi subiti, MA NON SI CONCLUDE NIENTE, mentre quelli che dispongono di noi, A LORO PIACIMENTO, ALZANO IL TIRO.
        GL’INVASORI musulmani, in alcuni casi erano stati INDECENTEMENTE accontentati con l’eliminazione di Cricifissi e di Presepi. Ora hanno profanato un Crocifisso in una Chiesa di Venezia. Hanno così manifestato la loro “RICONOSCENZA” per l’ospitalità che ricevono..
        HANNO DECISO di invaderci, di prendere possesso del nostro territorio e noi andiamo anche a prenderli come pure prendiamo il carico umano che ci scaricano le navi straniere.
        Domanda: ” PER QUALE MOTIVO GLI INVASORI DOVREBBERO PORTARCI RISPETTO ? ”
        Aspettiamoci IL LORO CRESCENDO, in attesa di affermare – istruiti da GIANCARLO – il NOSTRO DIRITTO ALLA FEDE CATTOLICA.

  5. luigi bandiera says:

    E a parte Nord e Sud italia il pericolo maggiore e’ questo:
    https://s6.postimg.io/cbx2p21u9/minoranze.jpg seguito dal volantino…
    Siamo sotto dominio e non lo sappiamo.
    Auguri

  6. luigi bandiera says:

    Visto che il tema lo richiede eccolo sto kax di volantino:
    https://s6.postimg.org/bo2jhz101/Volantino_a_pro_sveglia.jpg
    Se non vi dira’ nulla di nuovo allora siamo a ramengo perche’ vuol dire che siamo assuefatti. Cioe’, accettiamo tutto quel che ci impongono perche’ non vediamo piu’ la realta’ delle cose o dei fatti e non ci rimane che la PREGHIERA.
    At salüt

  7. Castagno 12 says:

    A FIL DE FER – 13 Agosto 2016

    Le suggerisco di dare almeno un’occhiata ai miei commenti in coda a due articoli:
    1) La caserma ai rifugiati. I soldati hanno già perso la guerra” – di Roberto Bernardelli – 11 Agosto
    2) Deflazione, crescita zero, chiudono anche le cascine. L’Isis ci conquista … ” – di Giulio Arrighini – 13 Agosto
    Ho fornito delle informazioni che non possono essere smentite. Di conseguenza le Sue previsioni “il raggiungimento della libertà e dell’indipendenza” sono basate, per ora, sulle Sue speranze.
    Arrivata a compimento la marcescenza dell’italia, per il Nord, non ci saranno soluzioni scontate, certezze e vittorie. Tutto dipenderà anche dalla salute di chi ci comanda da tempo, il Governo Mondiale, e dall’entità del contingente degli invasori presenti sul nostro territorio.
    Poichè i RESIDENTI al Nord non fanno nulla per ridurre la forza DEVASTANTE di queste due realtà, ma sono attivi per alimentarla – mantengono la “BESTIA” e vanno a prendere gl’invasori – , il Suo ottimismo non può essere condiviso, ma rimproverato, perchè induce il popolo a non modificare il suo attuale comportamento: NON FA NIENTE PER DIFENDERSI, ARRIVERA’ LA LIBERTA’, SI’ PER GENTILE DONAZIONE.
    Purtroppo anche Lei pensa che “DOPO IL TEMPORALE DEVE ARRIVARE IL SERENO”, quindi ASPETTA.
    Ma se considera le informazioni che contano e l’inqualificabile comportamento di tutto il popolo italiano (veneti e lombardi compresi), capirà che “DOPO L’ATTUALE TEMPORALE NE ARRIVERA’ NECESSARIAMENTE UNO PIU’ GROSSO”.

  8. luigi bandiera says:

    Triste e vergognoso questo andazzo trikolorito.
    Tuttavia ecco spiegato del perche’ TUTTI i capi settori e funzionari dello stato sono appannaggio dei sudisti: poi i razzisti sarebbero i nordisti..?
    Le interviste in TV e non solo docet.
    Il sud, con cassa sempre riempita dai nordisti, ha lo stato in mano e fa e disfa a suo piacimento.
    Si spiega anche del perche’ i SERENISSIMI hanno subito condanne immediate e pesanti scambiando ferrivecchi per armi da guerra.
    Solo la foto era ARMA DA GUERRA e quindi giu’ aumento della pena.
    Un trattore = arma da guerra…
    Una ruspa… guerra…
    Se cade lo stato loro non possono piu’ esercitare il loro potere di cui il GUADAGNO e il BENESSERE.
    Siamo controllati dalla polizia militare… e tutti zitti, allineati e coperti soprattutto a PAGARE.
    Bassanini e la sua legge ha dato una mano a sti capi… tribu’.
    I politicanti nostrani non se ne sono nemmeno accorti.
    Io ero consigliere comunale quando entro’ in vigore la legge detta appunto Bassanini ed esclamai a caldo:
    toh, questa legge ha nominato gli statali (capi settore) a RE d’italia. Addio alla sovranita’ popolare..!
    Il politico si deve fermare di fronte a loro. Osserviamo i prefetti che sono sopra agli eletti… i sindaci.
    Che kax di democrazia e’ mai questa..?
    Ma poi ho letto meglio l’art.1 della cartina piu’ bella del mondo, per loro, ed ho capito: sta tutto li’ la chiavata o la chiave del disk.
    Il resto e’ la conseguenza per cui si deve cambiare solo quel articolo.
    Purtroppo non viene nemmeno letto perche’ accettato cosi’ tout court.
    “…fondata sul lavoro…” (???) E se non c’e’..? Crolla tutto..?
    .
    “L’italia e’ una repubblica “democratica” fondata sul lavoro (DEGLI ALTRI, noi del nord in ispecie).
    La sovranita’ appartiene al popollo, che la esercita secondo la legge (Bassanini + la Mancino e + il Codice Rocco e i suoi fratelli).”
    Sarebbe letteralmente:
    La sovranita’ appartiene al popolo, che la esercita nelle FORME e nei LIMITI della costituzione… ma quante belle parole direbbe L. Rispoli. E i costituzionalisti che dicono o meglio non dicono..??
    In pratica e’ la grande e prima chiavata che il popolo subisce. Poi arrivano puntuali tutte le altre…
    Tuttavia, sara’ logico che se vanno avanti solo quelli di una certa area loro faranno le cose che sempre e solo a loro daranno vantaggio, in tutti i sensi.
    Avevo fatto, molto tempo fa, un volantino detto “A PRO SVEGLIA…”
    Beh, credo non sia stato nemmeno letto e se letto, capito poi men che meno.
    La gente del nord e’ fatta cosi’… crede sempre e comunque alla Beffana e quindi che fare..?
    Su, dai, PREGHIAMO.

  9. Fil de fer says:

    A proposito di RADICI…. anch’io come Veneto non posso dire di avere radici “italiane”.
    Da molte generazioni siamo Veneti e quindi le mie radici sono anch’esse Venete.
    L’italia è un’entità costruita a tavolino da poche persone e come tale non ha alle sue spalle una storia degna di questo nome.
    Cosa sono i nostri 1.100 anni di indipendenza e sovranità Veneta contro i 150 anni dell’Italia ????
    Sergio Romano ha qualcosa da dire ?
    Quante balle e falsità ci hanno raccontato sui libri di testo nelle scuole!!? E perché ??
    Volevano toglierci le nostre radici ? Ma quale entità statale è credibile se nega le radici ai propri sudditi !??
    Sì, perché sudditi siamo sempre stati e non solo noi Veneti. Ma tutti in italia.
    Beh gli è andata male perché oggi oltre l’89% dei Veneti ha riscoperto le proprie radici e storia e quindi sarà dura farli tornare indietro, anche perché l’italia va verso la sua fine naturale e quindi finalmente ci riapproprieremo della nostra libertà ed indipendenza con buona pace degli italiani che saranno alla deriva economica e storica.
    WSM

  10. giancarlo says:

    Lo sappiamo da sempre che al Sud le lauree sono ottenute facilmente e i voti sono sempre migliori che al Nord.
    Ma quello, appunto, che fa scalpore è che ai posti di comando ci siano i peggiori e non i migliori.
    Il posto pubblico o quello del burocrate di stato o diventare politico semplicemente per poi diventare parlamentare o senatore o semplice consigliere comunale è appannaggio dei mediocri e non dei migliori.
    Questa mia tesi è provata nei fatti poiché il paese è fallito e chi lo ha fatto fallire sono proprio coloro che al Sud “comprano” i favori e poi li sfruttano allos tesso modo per arrivare a fare i “comandanti del vapore”.
    Renzi non è da meno. Parla bene ma razzola male. Non fa quello che andrebbe fatto.
    La ripresa e lo ridico per la milionesima volta non ci sarà mai sino al giorno in cui non solo si abbatteranno i costi dell’apparato pubblico nel suo complesso, ma non si arriverà a portare la pressione tributaria a livelli più che dimezzati di oggi. Senza questa due azioni….campa cavallo che l’erba cresce. Ma per l’italia sarà la sua morte,….finalmente. Il federalismo potrebbe essere un’altra soluzione, ma è inattuabile pena far saltare la pentola del sistema italia. Un sistema che è diventato parassitario,inefficiente e fallimentare.
    Dunque dobbiamo aspettarci che Renzi risolva qualcosa ? No. Anche lui andrà a far parte di coloro che hanno portato l’italia alla sua fine naturale.
    Personalmente come Veneto, per chi non lo avesse capito, ho un compito da svolgere ed è quello di mantenere vivo il DIRITTO ALLE PROPRIE RADICI. IL DIRITTO ALLE PROPRIA RADICI E’ UN DIRITTO INAL,IELABILE , INCEDIBILE.
    Ha ragione l’Arrighini a scrivere quello che scrive. E’ ormai sotto gli occhi di tutti il fallimento dell’italia da parte, specie, dei politici meriodionali che se ne fregano del paese nel suo insieme e pensano solo ai voti e come comprarseli per mantenere il potere a roma che purtroppo è ancora quello che conta. Eppure molti ancora srollano le spalle, ma non per molto ancora perché il cappio al collo degli italiani si stà facendo sempre più stretto e prima o poi …………vi rimarranno impiccati e poveri.
    WSM

Leave a Comment