Telefonia, quando la bolletta scotta

telefoninidi MARCELLO RICCI – Del telefonino non se ne può più fare a meno. Da mezzo di comunicazione vocale a distanza, a indispensabile strumento per soddisfare molteplici esigenze, quasi tutte.  Leggere i giornali, operare in banca, collegarsi in videoconferenza e molto di più. Quanto costa? Relativamente poco o meglio un prezzo accettabile. Offerte molteplici, invitanti , accattivanti. A volte è per un periodo, altre volte le telefonate  senza limiti nascondono balzelli aggiuntivi taciuti come lo scatto alla risposta. Anche il fruttivendolo mette in superficie il prodotto migliore. Rientra nella normale tecnica di vendita.             

 Quale problema? La sorpresa è nel sottoscrivere un contratto che include tutto e anche l’attivazione per 39 eurO mensili e vedere arrivare una bolletta di oltre 200. E’ una realtà amara supportata molte voci aggiuntive ( iva a parte ) che vanno da contributi per robe strane, anticipazioni, rete sicura, sms , super adsl, fibra ottica superveloce, e infinite altre diavoleria che strabiliano per la capacità inventiva.

Nella proposta accattivante, spesso telefonica, nessuna menzione di ciò o nei contratti stipulati in agenzia una simpatica impiegata con aria di regalo aggiunge: le metto pure questo, senza dire che si paga. Come un concessionari di auto che concede degli accessori non previsti e non richiesti. Furbizia o raggiro? Domanda sospesa. Diritto di ripensamento a parte , non conviene scegliere la domiciliazione bancaria, meglio chiedere  il bollettino da pagare in posta o in banca. Si paga dopo aver controllato l’esattezza dell’importo.

  Frequentemente le spese aggiuntive indebite sono solo di pochi euro, da 1 o 5 o addirittura solo  decimali. Vale la pena di contestare? Su que4sto contano. Quanti milioni di utenze sono attive ? Uno, due euri per utenza… Centinaia di milioni  che entrano nei bilanci di 4 o 5 società ! I garanti e le associazioni dei consumatori dove sono?

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. Ric says:

    Per il consumatore non c’è garante o associazione che tenga ; se fate considerazioni da anime belle come se fossimo nell’Austria dell’Ottocento siamo freschi. Queste sono organizzazioni con licenza alla truffa legalizzata con i col center in Albania , e secondo voi dovrebbe questo stato o associazioni varie porvi rimedio ? State sognando o scrivete da Marte ?

Lascia un Commento