Tea-party Veneto: “766 partite Iva non pagheranno i loro F24”

di VITO GATTI

La scorsa settimana, i Tea party veneti hanno lanciato una campagna di disobbedienza fiscale, su cui il coordinatore Carlo Sandrin fa il punto, come riportato da Il Mattino di Padova: “«A oggi abbiamo raccolto 766 adesioni di partite IVA ( 239 imprese di servizi, 87 imprese artigiane, 362 esercizi commerciali e 78 industrie metalmeccaniche) che non pagheranno i loro F24. Chi per scelta chi per necessità, queste 766 imprese faranno ricorso, come il Tea party veneto suggerisce, al ravvedimento operoso. L’ammanco per il fisco sarà di 7.800.000 Euro, questi i dati forniti da queste aziende che ci hanno comunicato i loro singoli totali che non verseranno» incalza Sandrin «Contiamo di arrivare ad assestare un duro colpo allo stato per un importo totale di circa 60.000.000 nel corso del 2014 in mancati incassi nel solo Veneto. Il nostro obiettivo è quello di costringere lo Stato a fare tagli di emergenza alla spesa pubblica su tutti i fronti della spesa corrente, soprattutto dipendenti pubblici ed enti inutili oltre che rendere difficoltoso il pagamento degli stipendi dei politici eletti» conclude Sandrin”.

L’idea della disobbedienza fiscale – lanciata da questo giornale sin dai suoi esordi – pare stia prendendo piede. Anche nei presidi del “Movimento 9 dicembre” (quelli veneti in particolare) se ne è parlato. Anche il neosegretario del Carroccio, Matteo Salvini, ha fatto balenare questa idea, anche se dal partito fondato da Bossi ci si aspettano fatti concreti. Certo è che una delle prossime date utili è quella dell’acconto Iva, da pagare domani matinna 27 dicembre. Qualcosa si sta davvero muovendo?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

33 Comments

  1. carlo says:

    Io eramente è già un anno che ho adottato questo sistema….

  2. Albert Nextein says:

    Ho letto su L’Intraprendente che sarebbero oltre 1000 gli aderenti alla protesta.
    Penso che aumenteranno sensibilmente.
    I veneti sono molto incazzati.

    • Dan says:

      Io mi ricordo ancora quel giorno, alcuni mesi dopo il famoso no imu day, che al tg1 il governo con tono quasi da presa per il culo, aveva commentato vittoriosamente la corsa agli sportelli dei fantomatici ribelli, rilevando che erano state pagate più imposte di quante previste.

      Mi auguro che non si ripeta più una porcata del genere

  3. rosella says:

    che tristezza, i veneti sembra si siano messi il prosciutto negli occhi e i tappi nelle orecchie…… io sono d’accordo che lo Stato non funzioni, che gli sprechi siano tanti e che i parlamentari stiano affogando nei soldi e nei privilegi che noi, nonostante le proteste ancora sopportiamo, ma non accetto la frase ricorrente da parte vostra di “Roma ladrona” perchè nella casta vi si sono arricchiti vergognosamente i vostri amati rappresentanti Bossi e compagnia cantante, che senza alcuna dignità e facendosi forti del popolo che ha creduto loro vi hanno beffato alla grande……

    • Riccardo Pozzi says:

      Ma dai Rosella……. è una metafora un simbolo. E’ evidente che i romani e Roma in quanto città di persone non c’entrano. E’ il centro politico del magna magna legalizzato a cui attingono anche tutti gli eletti da ogni parte d’Italia e che senza vergogna seguitano a depredare i soldi che, converrai, vengono sempre dallo stesso posto. (Vedi residui fiscali attivi).
      PS Roma è la città più bella del mondo….

      • Trovo scrito:
        “PS Roma è la città più bella del mondo….”

        A ki ke la ghe piaxe, a mi no!

        Par mi no la xe:

        na çità eterna,
        na seconda o nova Jeruxaleme
        na porta de çelo
        la me capital

        par mi la pol ben tornar a esar come ke la jera co xe fenesto l’enpero roman, la faria manco dani.
        Ente li primi secoli de l’enpero roman la ghea on milion de abitanti e l’Ouropa la se gheva ridota en mexeria, par fortuna dapà se ghevimo leberà e l’Ouropa gràsie ai xermani lera resorxesta.
        Dapò li la ga fata tornar da la tonba co la xenetega poledega e li la tien en vida col nostro sangoe e el nostro laoro.
        Xe ora ke la torne a ver 150 mila abitanti e la so “falba grandesa” la vaga de novo sototera.

  4. Antonio says:

    Lo dovremmo fare tutti assieme e subito ….io lo già fatto

  5. Dan says:

    Finalmente qualcosa si muove

  6. Ernesto Furioso says:

    Mi sembra che molti si fermino a leggere il titolo,un pò fuorviante a dire il vero.
    Non è che non pagheranno,pagheranno tra qualche mese ricorrendo al ravvedimento operoso e aggiungendo qualche punto percentuale di interessi.
    Tutto legale,ma questa mossa per andare a segno dovrebbe coinvolgere molte più aziende,lo stato vivendo quasi alla giornata ha assolutamente bisogno della liquidità nei tempi previsti sennò salta tutto.
    Comunque l’iniziativa è lodevolissima e perfettamente legale,niente Inequitalia quindi e lo staff legale non serve.
    Speriamo sia un’inizio,e che molte altre aziende/partite iva ne seguano l’esempio,tutto fà brodo pur di distruggere questo Stato parassita e corrotto,ormai definitivamente irrecuperabile.

  7. Albert Nextein says:

    Questa notizia , se ben diffusa, conta più di tutti i presidi 9dicembre.

  8. Amedeo says:

    E’ quello che serve, sono ladri e non sanno spendere i soldi, quindi, meglio tenerseli.
    Arriveranno a far chiudere tutti anche in Lombardia e Veneto, quindi non c’è più niente da perdere, distruggeranno tutti ugualmente. A Roma c’è una banda di lazzaroni comunisti che non sanno fare nulla se non derubare il prossimo. Distruggono, e fanno perdere il lavoro alla gente, invece di creare posti di lavoro. Al massimo studiano dove mettere le poltrone per i compagni di partito a spese dei contribuenti.

  9. sandrone says:

    Soprattutto è ora di finirla di pagare il canone RAI; televisione statalista e razzista.

    Con i suoi programmi “politically correct” dove trionfa il “volemmose bbene” che parla ovviamente romano e dove quelli del nord (e soprattutto se veneti) sono tutti stupidi e cattivi ed ubriaconi.

    Con 110 euro ci si possono stampare 1.100 volantini di propaganda formato A4 (il veicolo migliore perché se ti capita tra le mani comunque lo leggi) da mettere sotto i tergicristalli di 1.100 macchine o nelle cassette postali di 1.100 case!

  10. pierino says:

    eco bravi cosi invece di 8milioni allo stato ne darete 10 ad equitaglia che ha comprato il debito all italia.
    i conti italiani saran normali, nessuno saprà nulla, e voi pagherete ben di piu. o resterete senza beni

  11. Unione Cisalpina says:

    speriamo bene … mi auguro abbiano organizzato un adeguato staff legale… mollino xò ogni sorta di bandiera… specialmente kuella dell’oppressore kolonialista romano …

  12. È l’unica, per ora, azione possibile, almeno chi non ha più nulla da dare al suo aguzzino lo faccia al più presto.

  13. luca says:

    prima o poi non avendo piu’soldi le tasse non le pagheremo .

    • Dan says:

      Invece di attendere l’evento topico della mancanza di denaro si può e si deve optare per un rifiuto finchè quel denaro lo si possiede dopo di che lo si utilizza per rimettere in moto l’economia estromettendo il sistema parassita

  14. fabrizio fascinetti says:

    Questa iniziativa mi piace veramente, se in grande massa non paghiamo piu’ le tasse sono convinto che inizieranno a tagliare le pensioni d’oro, dimezzamento dei parlamentari e taglio dei loro stipendi. Se saremo uniti e sopratutto non dobbiamo avere alcun timore sono convinto che riusciremo a far cambir testa a questi parassiti vergognosi.

    • El Doge says:

      E non solo i parlamentari, ma anche migliaia de terroni mantenuti, lavoratori socialmente INUTILI dea campania, i dipendenti dea trinacria..(sicilia)…i stipendi dea cosca dei magistrati INUTILI 9/10..teroni..7 milioni de cause civili giacenti, dati dell’anno 2013.. con pension da favoea..la salerno reggiocalabria, spesi migliardi de euro in 10 anni..la mafia, la camorra..i debiti de roma de catania de messina, lo sfacelo degli ospedali della calabria, con milioni de euro de debiti…4,5 miglioni de dipendenti statali INUTILI..il 70% teroni…e tutto un sud PARASSITA !! W el VENETO Libero…dai che xe ea volta bona!!!

  15. El Doge says:

    Se disubbediamo in migliaia in Veneto…lo stato Ladro di roma, fallisce velocemente…avanti tutta fradei..e INDIPENDENZA Subito !!!..W San Marco e Viva el VENETO STATO!!!,,,sensa schei sta merda de statareo more in pochi mesi…mori taglia MORI!!!

  16. Rudy says:

    Si, è poi cosa? Li pagate dopo con il ravvedimento?????
    Mah!!!!!
    Allora ne ho fatti io di scioperi fiscali……

  17. giuseppe modenesi says:

    sono d’accordo, bisogna cominciare a non pagare le tasse.
    io essendo un pensionato, ho gia iniziato a non pagare il saldo dell’imu del 16 dicembre 2013, perche sono soldi che il sindaco comunista del mio paese usa per i servizi sociali agli extracomunitari.

  18. mv1297 says:

    era ora!

Leave a Comment