Tavolazzi: “Senza programma il M5S è a scadenza come il latte”

FONTE ORIGINALE: www.rainews24.it

Un “deficit di democrazia interna”, un programma nazionale ancora incompleto, e, per concludere, “miasmi” dentro il movimento “sempre più insopportabili”: Valentino Tavolazzi, il consigliere comunale di Ferrara espulso dal Movimento 5 Stelle per volontà di Beppe Grillo, affonda il colpo, denuncia ritardi e sprona il comico genovese a recuperare terreno in vista delle prossime elezioni politiche.

In una lettera aperta pubblicata sul sito della sua lista civica “Progetto per Ferrara”, Tavolazzi, punta il dito contro il leader grillino denuciando mancanze nella gestione del progetto politico a rischio “scadenza come il latte” se non ci saranno cambiamenti. Il consigliere comunale lamenta il fatto che “non sono ancora noti criteri e modalità per completare il programma nazionale del M5S e per la scelta dei candidati. Il portale è inadeguato ed il governo del Movimento nelle mani degli utenti della rete resta una frase vuota, scritta nel non statuto.

Cosa andremo a fare in Parlamento? Sono i post sul blog di Beppe le nostre scelte politiche su economia, lavoro, affari esteri, diritti civili, welfare, bilancio dello stato, europa? Quando si comincia a produrre la politica nazionale del M5S in rete?”. Per Tavolazzi, insomma, “siamo in ritardo, bisogna guardare avanti, correndo. Centinaia di migliaia di cittadini non vogliono che il progetto politico M5S sia a scadenza come il latte nè un esperimento di marketing politico. Se anche Grillo e Casaleggio non lo vogliono, si diano una mossa per farlo camminare con le sue gambe. Prima o poi, spero tardi, loro non ci saranno più. Gli appuntamenti con la storia politica del paese incombono. Bisogna far crescere i cittadini che, in servizio civile e a tempo, andranno a fare i sindaci, i deputati, i consiglieri regionali ed i presidenti di regione. Pensate a tutto voi, Grillo e Casaleggio? O volete farvi aiutare – conclude – dai cittadini cinque stelle?”

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. lory says:

    attenzione ! in questi giorni si stanno raccogliendo firme per il referendum per l’abolizione della diaria per i parlamentari,è tutta una bufala! ne hanno parlato ieri sera su Rete Veneta:i referendum proposti nell’ultimo anno del mandato parlamentare saranno invalidati , questo significa che i referendari cercano visibilità e soldi, del resto l’italia è uno stato pieno di canaglie, ciao

Leave a Comment