Tasse più odiate: ecco la classifica delle prime dieci!

di REDAZIONE

Il bollo auto è sceso al settimo posto nella classifica delle 10 imposte più odiate dagli italiani (nel 2010 occupava la seconda posizione e lo scorso anno era scivolato in terza,). L’Iva, alzata di un punto dal governo Monti, e la più recente Imu sono balzate al primo e secondo posto.

Le accise sui carburanti, su elettricità e metano si confermano, come nel 2011, al quarto posto. Irap ed imposte (dirette) sui redditi sono le ultime della graduatoria. Con la crisi, le promesse non mantenute da Berlusconi e l’avvento del governo dei tecnici il rapporto degli italiani con le tasse è cambiato, come rivela la nuova top ten delle imposte più odiate dagli Italiani stilata dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche “Antonella Di Benedetto” di Krls Network of Business Ethics per conto Contribuenti.it Magazine dell’Associazione Contribuenti Italiani. L’indagina è stata condtta su un campione casuale di cittadini maggiorenni residenti in Italia, intervistati telefonicamente nella prima settimana di ottobre.

L’Iva è la tassa più invisa e scala la classifica di ben 7 posizioni rispetto al 2011. La tassa più evasa resta invece il canone Rai, che è al quinto posto.

Ecco la classifica completa. 1. IVA 2. IMU 3. Aggio esattoriale 4. Accise su benzina, energia elettrica e metano 5. Canone Rai 6. TIA/TARSU 7. Bollo auto 8. Contributi consorzi di bonifica 9. Ticket sanitari 10. Imposte sui redditi/Irap

FONTE ORIGINALE: http://www.hubcomunicazione.it

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Se invece di limitarsi ad odiarle ci rifiutassimo tutti apertamente di pagarle non ci sarebbe più il problema di odiarle perchè verrebbero cancellate di corsa.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

IL PROBLEMA E LO SCANDALO DELLE ASSICURAZIONI SOCIALI

Articolo successivo

Per Grilli quello che guadagnate è proprietà dello Stato