DECERETO LIBERALIZZAZIONI: PREVISTA UN’ALTRA IRAP

di REDAZIONE

“C’è una confusione totale da parte del governo e della maggioranza allargata, ma con una certezza, aumentano le tasse per le imprese”.

Lo sottolinea il senatore della Lega Nord, Massimo Garavaglia, vicepresidente della Commissione Bilancio di Palazzo Madama, che aggiunge: “Ieri sera e stamattina, sono saltate e non si capisce il perché. Finora abbiamo fatto pochi articoli e sono stati completamente riscritti il 2, il 3, il 4, il 5, il 27, il 28 quindi i professori non han fatto proprio un buon lavoro. Abbiamo un’unica certezza l’aumento del carico fiscale per le imprese”.

E quale sarebbe il motivo? “Per finanziare gli inutili tribunali delle imprese, che costringeranno gli imprenditori di Sondrio a scendere a Milano anche per cause di piccola entità, viene triplicato il contributo unificato e per finanziare l’ennesima Authority, anziché ridurre il personale dei ministeri, si impone un balzello sul fatturato delle imprese indipendentemente dal fatto che siano in utile o in perdita, insomma, un’altra piccola Irap”.

Se così stanno le cose, non può che stupiure il silenzio delle associazioni di categoria in proposito.

L’innalzamento della pressione fiscale per le imprese, spiega ancora il senatore leghista, è previsto da un emendamento al decreto legge liberalizzazioni (a prima firma Gianpiero D’Alia, Udc) che ancora non è stato votato. Se la modifica passasse verrebbe fissato per legge un “contributo di importo pari allo 0,08 per mille del fatturato – si legge – risultante dall’ultimo bilancio approvato dalle società di capitale, con ricavi superiori ai 50 milioni di euro”. Contributo che servirebbe a coprire il funzionamento dell’autorità.

Attualmente la quota non è individuata in modo definito e comunque le risorse servono solo alla copertura dei costi relativi al controllo delle operazioni di concentrazione.

Per quanto riguarda invece il contributo unificato che serve a finanziare i tribunali delle imprese l’emendamento dei relatori prevede che esso sia triplicato mentre nel testo originario del dl viene addirittura quadruplicato.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment