Tariffe servizi pubblici: in 10 anni aumenti dal 40 al 70%

di REDAZIONE

Aumenti record negli ultimi dieci anni per le tariffe di acqua (+71,8%), gas (+59,2%) e rifiuti (+56,3%). Lo rileva la Cgia di Mestre: rispetto a dieci anni fa solo per luce, acqua, gas e rifiuti le famiglie pagano 601 euro in piu’. L’aumento delle tasse, il flop delle liberalizzazioni e i tagli ai trasferimenti sarebbero cause di questa impennata. “Oltre al caro prezzi e all’impennata delle tasse, ad
alleggerire i portafogli delle famiglie italiane hanno contribuito anche gli aumenti registrati dalle tariffe dei servizi pubblici”, afferma l’Ufficio studi della Cgia. Negli ultimi 10 anni (2002-2012) l’acqua e’ aumentata del 71,8%, il gas del 59,2%, i rifiuti del 56,3%, i trasporti ferroviari del 47,8%, i pedaggi autostradali del 47,6%, i trasporti urbani del 46,2%, l’energia elettrica del 41,8%, i servizi postali del
28,1%. Solo i servizi telefonici hanno registrato una contrazione del 7,5%, mentre l’inflazione e’ cresciuta del
24,5%.

Infine, la Cgia ha preso in esame l’andamento dei costi medi che le famiglie italiane hanno sostenuto in questi ultimi 10 anni per il pagamento delle bollette dell’energia elettrica, del gas, dei rifiuti e dell’acqua potabile. Se nel 2002 la stima della spesa media annua delle famiglie era di 1.385 euro, nel 2012 e’ salita a 1.986 euro. In dieci anni il costo e’ aumentato di 601 euro, pari al +43,4%.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Faccio un esempio ulteriore.
    Le spese diversamento dei c.c. postali.
    Che sono passate recentemente da 1,10 ad 1,30 ,con un 18% di incremento.
    Ma fino a pochi anni fa tali spese erano pari ad 1,00€.
    Si tratta di quegli odiosi arrotondamenti subliminali,nei quali sono maestre le banche , che dimostrano quanto si sia lontani da un efficiente mercato libero.

  2. firmato winston diaz says:

    L’economia di Stato sta fagocitando tutto.
    Per i rifiuti e l’acqua comunque si deve ringraziare la paranoia ecologista, e’ lei che ha fatto schizzare i costi di smaltimento e depurazione con miriadi di spese folli e inutili di cui hanno approfittato immediatamente le burocrazie comunali per aumentare i loro appannaggi e il loro potere.

    • calimandin says:

      Specialmente i furbi che hanno inventato le spa pubblico/privato. Quanto incidono gli Amministratori, i CDA,i revisori ecc. Chi ha il coraggio di fare marcia indietro? Questo dobbiamo chiedere prima di votare.

Leave a Comment