La Tares sarà una stangata! Di almeno il 140% rispetto a prima

di TONTOLO

Un po’ mi rallegra vivere sulla mia Apecamper, perchè se penso alla quantità di tasse che si pagano sulla casa – magari dopo aver fatto enormi sacrifici per comprarsela – mi viene la pelle d’oca.

L’ultima delle gabelle, l’ennesima patrimoniale, si chiama Tares, la tassa che sostituirà – da dicembre prossimo – la tassa per lo smaltimento dei rifiuti. Nelle due ultime settimane sono usciti studi di ogni genere. Alcuni dicono che aumenterà fino al 600%, altri che costerà 0,30 euro a metro quadro. Oggi, ho letto quest’altra notizia: “La Tares, se applicata comporterebbe un aggravio del 140% rispetto alla tassa rifiuti già in essere. E’ il calcolo fatto dalla Confedilizia, che in una nota chiede l’immediata cancellazione della tassa, definendola di fatto una nuova patrimoniale ed ”un mostro giuridico e fiscale ”. ”La Tares – scrive il presidente dell’associazione dei proprietari di immobili, Corrado Sforza Fogliani, si somma al tributo provinciale ambientale, che insiste con alta percentuale sulla stessa base imponibile fino a raggiungere, in Italia, la somma di 273 milioni di euro. La specifica maggiorazione prevista nel provvedimento sulla Tares viene giustificata con il fatto che il suo introito dovrebbe essere utilizzato per finanziare servizi indivisibili, ma servizi goduti peraltro, paradossalmente,anche da chi non paga il tributo in questione”.

Porca padela se capiss pù nient! L’unica cosa certa è che dovremo sborsare di più, l’ha capito anche il Bertoldo che beve i suoi bianchini al bar della Gianna.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Dan says:

    Italiano, continua a fare la brava pecora: paga, paga tutto e non fiatare.
    Mugugna se vuoi, togli il cibo di bocca ai tuoi figli se proprio non puoi, ma paga e sii contento.

Leave a Comment