Taglio tasse sul lavoro, priorità per il Nord

01costo lavoro

di ANGELO VALENTINO – Dove lo vedono tutto questo Pil? E dove il lavoro? L’Italia è terrà di emigrazione giovanile, più di 250mila giovani se ne vanno per sfuggire ai contratti di lavoro inesistenti e allo sfruttamento sotto forma di stage a 600 euro al mese per 40 ore e più settimanali. Vi sembra normale? Affatto.  “Nulla di buono, dati negativi”, lo dice anche l’Unione Nazionale Consumatori sui dati Istat su fatturato e ordinativi dell’industria, che mostrano come venga “decisamente ridimensionata” quella che sembrava essere “finalmente una svolta”.

Infatti..: crollo degli ordinativi interni, la crisi non è quindi finita. Per niente. Per quanto riguarda la fiducia di consumatori e imprese la Federconsumatori sottolinea “un forte ottimismo, forse eccessivo” dal momento che il tasso di disoccupazione si attesta ancora su livelli elevati.

Insomma, tutti concordano che viviamo in una bolla di false aspettative. Non basta il bonus. ma serve un taglio delle tasse sul lavoro. Diversamente, non c’è ripresa, non ci sono consumi, non c’è occupazione duratura.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment