/

Tafazzi e Coronavirus: breve guida populista

di Luigi Basso – Lo spettacolo indecoroso che stanno offrendo al Mondo intero le istituzioni italiche, o meglio: quel che resta di loro, è davvero incredibile.
I populisti sovranisti italioti, disarcionati dal loro cavallo di battaglia dell’immigrazione, erano alla disperata ricerca di un altro quadrupede da cavalcare nella grande Prateria della Paura, così ricca di consensi da mietere in un Paese fallito e degradato.
I nostri apprendisti stregoni, sempre attenti a percepire ogni spiffero sulla bestia dei social, hanno così finalmente trovato un topic trend da lanciare al galoppo: il Coronavirus.
E’ così che è partita una campagna all’insegna del “Chiudiamo le frontiere”, “Sospendiamo Schengen”, “Abbasso gli stranieri untori” e via così.
Memorabile rimarrà il titolo scelto da un giornalista turbo populista “Ritorno Coronovirale al realismo politico”.
I governanti italici, per non restare indietro nella galoppata nella Prateria della Paura, hanno fatto a gara a adottare misure che hanno alimentato ovunque un panico diffuso.
Risultato 1: oggi tutti gli imprenditori piangono per i punti di PIL che si perderanno.
Risultato 2: gli italiani sono visti nel mondo come puzzoni che portano malattie in giro e che è bene respingere alle frontiere; vi ricorda qualcosa?
Complimenti ai sovranisti e populisti italici e una raccomandazione agli italioti: continuate a votarli e a sostenerli.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. La mascherina di Fontana fa il paio con la chiusura del Duomo… tutto esagerato a Milano! e comunque pedissequamente recependo il panico di Roma…quella ufficiale e politico, non di popolo… il buon senso sparito! poteva rimanere tutto aperto salvo sconsigliare assembramenti e invitare ad osservare norme igieniche elementari… mai vista tanta gente a spasso in percorsi insoliti…che bellezza non andare al lavoro e andare per parchi e santuari sui colli in giro coi figli in eta’ scolare all’aria aperta… ma per fortuna verranno le piogge e puliranno aria e terra…e la peste si esaurura’ da sola…diventerà finalmente una banale influenza…sempre pericolosa per chi non e’ in salute!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

In caso di catastrofe, chi salvereste: un contadino, un artigiano o un politico?

Articolo successivo

Fontana in mascherina. Adnkronos rilancia scoop Indipendenzanuova: "Chi era in luogo incidente treno deve informare Asl"