TADIC, NON RICONOSCERO’ MAI L’INDIPENDENZA DEL KOSOVO

Il presidente serbo Boris Tadic ha preso parte ieri alla celebrazione della liturgia del Natale ortodosso nel monastero della chiesa serba di Visoki Decani, in Kosovo. Tadic, raggiunto al monastero non lontano da Pec dal capo di Eulex Xavier de Marnhac e dal comandante Kfor Erhard Drews, ha ribadito in questa occasione “che non riconoscera’ mai l’indipendenza del Kosovo”. Alla domanda dei giornalisti all’interno del monastero sulla possibilita’ di un riconoscimento dell’indipendenza di Pristina, ha detto: “conoscete la mia risposta. E’ breve e chiara. Mai”, riferisce l’emittente B92.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. migotto sandro marco says:

    se i Veneti avessero un decimo dei coglioni che hanno i miei grandi amici Serbi, baluardo plurisecolare della Cristianita’ e dell’Occidente, il Veneto avrebbe riacquistato la sua liberta’ da un pezzo. Io c’ero a Belgrado sotto i bombardamenti NATO. Magari tanti non sanno che i musulmani Bosniaci erano armati dalle fabbriche tedesche. Magari tanti non sanno che ci sono stati molti piu’ morti Serbi che Bosniaci. Una delle tante storie da riscrivere.

  2. Dante says:

    Mi aspettavo che Leonardo Facco dicesse se ha cambiato idea o no

  3. Dante says:

    Una volta ebbi una scambio di e-mail con Leonardo Facco a questo proposito. Facco, al contrario di me, si dimostrava favorevole all’indipendenza del Kosovo.
    Io non diedi seguito. Ma Pochi giorni fà un conoscente di Cologno Monzese Mi disse che in effetti si dovrebbe chiamare “Cologno Pugliese” per via dei numerossissimi Pugliesi che vivono lì da generzioni e che in caso di indipendenza della Padania loro avrebbero fatto bene a chiederla a loro volta dalla Padania e magari unirsi al Sud.
    Questo articolo mi ha dato l’occasione di riallaciarmi a quelle e-mail

Leave a Comment