Svizzeri con le palle: “prima la nostra Costituzione, no ai giudici stranieri”

europa-a-pezzidi REDAZIONE

Lo Stato è sovrano. Ma non più per l’Europa o per gli accordi cosiddetti bilaterali che poi altro non sono che una cessione di sovranità. Tanto che la questione, davanti ai temi monetari, fiscali, di circolazione delle persone, è ancora viva nel dibattito politico elvetico. Ed ecco qua, infatti, la presa di posizione dell’Udc che ha chiesto che la Costituzione dei cittadini svizzeri venga prima di qualsiasi altra legge. Da qui il via per la raccolta firme sulla preminenza del diritto nazionale in Svizzera. Il testo dell’iniziativa è esattamente questo: “diritto svizzero invece di giudici stranieri”. Obiettivo: raccogliere 100mila firme entro il 10 settembre del 2016. Prima quindi la Costituzione svizzera e poi i trattati internazionali.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment