SVIZZERA-GERMANIA: L’ACCORDO FISCALE NON PASSERA’!

di REDAZIONE

L’accordo fiscale tra Svizzera e Germania non ha futuro, perché non guarda abbastanza lontano. Secondo l’ex cancelliere socialdemocratico tedesco Gerhard Schroeder – in un’intervista pubblicata oggi sul sito web del giornale svizzero “20 Minuten” – l’accordo nella sua stesura attuale non ha la minima possibilità di essere accettato dal parlamento tedesco prima delle elezioni nell’autunno 2013 e dovrà poi essere rinegoziato.

L’accordo fiscale firmato il 21 settembre 2011 e rivisto con un protocollo aggiuntivo sottoscritto lo scorso 5 aprile dovrebbe entrare in vigore il prossimo gennaio in caso di ratifica, ricorda il Corriere del Ticino online. In Germania però è osteggiato dall’opposizione rosso-verde, che detiene la maggioranza al Bundesrat, la camera dei Laender, che lo considera troppo morbido con gli evasori fiscali.

L’accordo di doppia imposizione siglato tra Berna e Berlino prevede fra l’altro la rinuncia da parte delle autorità tedesche, anche regionali, ad acquistare cd piratati con dati bancari di presunti evasori tedeschi, un metodo controverso più volte utilizzato nell’ultimo periodo da alcuni governi regionali.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment