Svimez, Sud peggio della Grecia. Ma nessuno fa la rivoluzione

di BRUNO DETASSISpiu-sud_fondo-magazine

Dal 2001 al 2014 il tasso di crescita cumulato è stato + 15,7% in Germania, +21,4% in Spagna, + 16,3% in Francia. Negativa la Grecia, con -1,7%, ma mai quanto il Sud, che, con -9,4% tira giù al ribasso il dato nazionale (-1,1%), contro il +1,5% del Centro-Nord. Da segnalare che in tredici anni, dal 2000 al 2013, l’Italia è stato il Paese che, in termini di Pil in PPA, è cresciuto meno di tutti i paesi considerati, +20,6% rispetto al +37,3% dell’area Euro a 18, addirittura meno della Grecia, che ha segnato +24% quale effetto della forte crescita negli anni pre crisi, che è riuscita ad attenuare in parte il crollo successivo. Situazione decisamente più critica al Sud, che nel 2001-2013 cresce nel periodo n questione la metà della Grecia, +13%: oltre 40 punti percentuali in meno della media delle regioni Convergenza dell’Europa a 28 (+53,6%). Lo rileva il Rapporto SVIMEZ sull’economia del Mezzogiorno 2015.

Bene, e dopo i nudi dati statistici, che rivelano che il 56% dei giovani non ha lavoro, s’ode forse qualcosa a destra o a sinistra? Altri soldi da mandar giù o rivoluzione civile?

 

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. renato says:

    per fare la rivoluzione ci vuole quel quid che in Italia, da sud a nord, non si sa nemmeno più che cosa sia.

Lascia un Commento