Svimez: l’imposizione locale è cresciuta a dismisura

di CARLO CAGLIANI

Ed ecco l’ennesima conferma. “Tutte le ricerche e le indagini relative alla fiscalità regionale e locale testimoniano come il prelievo tributario a livello territoriale sia cresciuto a dismisura, negli ultimi anni, senza un’adeguata riduzione compensativa a livello nazionale, che pure la legge delega sul federalismo fiscale aveva promesso”. Lo ha dichiarato il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, commentando i dati Svimez sui divari del prelievo tributario fra le diverse regioni italiane.

 “Le stime di oggi – spiega – mostrano livelli di tassazione impensabili per poter sperare di agganciare la ripresa, che pesano drammaticamente sulle famiglie italiane sia al Sud dove la situazione e’ gia’ critica, sia nelle regioni del centro e del nord dove le aliquote hanno raggiunto livelli inaccettabili. Allo stesso tempo non e’ comprensibile come possa esistere una forbice cosi’ ampia in materia di spesa sanitaria regionale”. “Quello lanciato dallo Svimez oggi – conclude – e’ l’ennesimo campanello di allarme che non possiamo ignorare: tutto il Paese sta facendo i conti con una crisi senza precedenti e il Mezzogiorno, dove fino ad ora e’ venuta a mancare una vera politica di sviluppo e di sostegno alle famiglie, rischia seriamente il collasso di interi territori. Senza una riduzione del cuneo fiscale e una vera redistribuzione del reddito, che rimetta in moto il mercato interno e colmi queste differenze inaccettabili, non riusciremo mai ad agganciare la ripresa”.

E lo chiamano federalismo fiscale…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment