Imprenditore suicida in Veneto. Al numero verde una chiamata al giorno

di REDAZIONE

La notizia è apparsa su il Mattino” di Padova: “Un imprenditore di 54 anni, Albino Mazzaro, si è tolto la vita ieri pomeriggio nella sua azienda. Non ha retto al peso della crisi, alle difficoltà economiche che lo avevano costretto a rallentare la produzione fino a sospenderla, a chiedere la cassa integrazione per la decina di dipendenti e a conoscere i lati più angoscianti della congiuntura economica. L’ha fatta finita nel suo ufficio, al termine di una domenica trascorsa a riflettere sui suoi guai e a convincersi che non c’era ormai alcuna via d’uscita. Albino Mazzaro abitava con la moglie a Cadoneghe storica, in via Nazario Sauro 2. Con il fratello Claudio era socio della società in nome collettivo Mazzaro Giulio e C. che ha sede in via Regia 32/b a Busa di Vigonza. Un’azienda che si era fatta un nome nella produzione di componenti per biciclette, specializzandosi in seguito nella realizzazione di profilature metalliche per ogni tipo di attività”.

Con la crisi che non retrocede e la recessione che avanza, il numero verde anti-suicidi creato dalla Regione Veneto nell’estate 2012 per assistere gli imprenditori in difficolta’ per la crisi ha ricevuto finora 395 chiamate, piu’ di una al giorno. Lo ha reso noto il presidente del Veneto, Luca Zaia. ”Possiamo davvero parlare di vite salvate” ha detto il governatore, riferendosi all’assistenza prestata dal pool di psicologici che risponde al numero verde. In 135 casi chi ha chiamato e’ stato preso in carico dai servizi sanitari.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. ruggero zigliotto says:

    CHISSA COME MAI I GIORNALISTI SERVI DEL POTERE CìNON HANNO SCRITTO VENETISTA SUICIDA…

  2. mv1297 says:

    Zaia, cosa aspetti ad indire il referendum per l’indipendenza?
    Non ti sembra ormai di essere parte in causa di questo sfacelo sociale?
    Vergognate!

    • Dan says:

      Zaia ciapa el danaro da litaglia. Sa benissimo che se chiede ed ottiene l’indipendenza, dopo ha finito di succhiare come tutti gli altri, dovrà anche lui ridefinire le quote di ciuccia ciuccia dalle tasse, quindi chi glielo fa fare.

      La gente continua ad essere pecora, paga quando gli viene detto di pagare e si suicida quando non ce la fa più: così non si va da nessuna parte.

  3. corrado says:

    il mandante di questi omicidi e’ l’Itaglia.
    ma bisogna reagire, basta subire!

Leave a Comment