Imprenditori suicidi, collettivismo strisciante e precari sindacalizzati

di CLAUDIO ROMITI

Il 4 dicembre scorso si è impiccato il gestore di un bar nel centro di Treviso. Aveva solo 37 anni. Si tratta dell’ennesima vittima di un disastro economico e culturale senza precedenti, se non nella catastrofe della seconda guerra mondiale. Soprattutto nel  Veneto, terra in cui la dignità si coniuga con il senso di responsabilità individuale, la crisi di un Paese impazzito sta letteralmente distruggendo l’orizzonte di tutti quei produttori privati, imprenditori e salariati, che hanno sempre contato sulle proprie forze per costruire un futuro per sé e per i propri figli. Ma l’impressionante aumento delle pretese fiscali dello Stato ladro (e dei suoi enti territoriali), unito al combinato disposto del relativo effetto recessivo e della congiuntura internazionale, stanno mettendo con le spalle al muro le zone più trainanti del Nord. Zone in cui si produce e si pagano le imposte quasi fino all’ultimo euro.  E quando il nodo scorsoio di un fisco disumano si stringe fino al soffocamento, molti imprenditori strutturati a vivere sempre in regola con lo stesso Stato ladro non trovano altra via di fuga che quella di un gesto estremo.

Costoro, eroi silenziosi di un sistema che li ha sfruttati fino alla morte, non scelgono la strada della protesta, sindacalmente organizzata, di quei numerosi gruppi sostenuti e sponsorizzati dalla sinistra politica e mediatica. Se ne vanno senza clamore, evitando di salire sui tetti per rivendicare il proprio buon diritto a non farsi strangolare dalla democrazia del consenso. E la loro dipartita, bisogna cominciare a dirlo senza paura, dipende in parte proprio da quell’esercito di assistiti e di pubblici “precarizzati” che, protestando fragorosamente per ottenere uno stipendio a prescindere da tutto, vengono mitizzati dalle grancasse mediatiche del collettivismo nostrano. Accontentando questi ultimi, difatti, non si fa altro che aumentare una spesa pubblica sempre più fuori controllo, cresciuta anche sotto la presunta austerità del governo Monti, la quale finisce per gravare sulle categorie più esposte del settore privato. Quelle che producono la vera ricchezza del Paese, tanto per intenderci.

Ciononostante il minculpop dei vari telegiornali di orientamento sinistrorso continua a bombardare il popolo, da troppi decenni affetto da una sorta di collettivismo striscinante, con una raffica di servizi propagandistici con al centro un trito diritto al lavoro, oramai declinato in un fallimentare diritto al vitalizio. E lo si fa con l’idea, tipica di chi pensa che esistano pasti gratis, che il costo di caricare sulla schiena di chi lavora sul serio ulteriori eserciti di sovvenzionati sia sempre e comunque sostenibile.  Ma oramai è sempre più evidente che l’esistenza economica ed anche, ahinoi, quella fisica della categoria in estinzione dei produttori privati dipende da un meccanismo impazzito che regala a porci e cani  assegni in bianco,  facendone pagare il conto a chi opera nel mare magnum del libero mercato. Trattasi di un vero e proprio suicidio collettivo.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

15 Comments

  1. carlo massone says:

    scusate , da over 60 Totalmente r
    Rovinato da Collaudopoli ! Giustiziopoli ! Politicopoli ! Kasta ! da 30 anni !! lotto solo per tutti !!ora costretto al KamiKazzer di Korrottti !! per Vendicare il Suididio Collettivo ! Disperati Lasciati Soli !!da lo Stato Asassino ! Ladro ! Demonio Incristiano ! alias !! Equitalia !! Non si deve Emigrare !! ma La Rivolta Fiscale !! ex Forconi !! chi non dimostra la Proprieta’ del Patrimonio ! Confisca come A RIINA ! Dobbiamo dare ! Stipendi Massimi Da Capotreno a Politici e Statali ! Risolviamo e Salviamo la Nostra Italia Solo i Vgliacchi Emigrano !! >>>> vedi sul motore di ricerca ; Intervista Radio Radicale Carlo Massone Ricerca Giustizia Perduta ! <<<< massone.carlo@libero.it . Grazie .

  2. Arcadico says:

    Grazie Lega!
    Grazie Bossi!

    20 anni di lotte buttati … nel cesso della politica politicante (alla prova dei risultati)!!

    Quello ha la barchetta!!!

    Quell’altro l’amante!!!

    Quell’altro ancora …
    .
    .. ma andì a … cìapà i ratt!!!

    Come Italiano, come padano , come suddito, spero solo che i … piccoli Ortotteri Ensiferi … facciano il loro dovere al posto vostro!!!

    Quello che in 20 anni e più anni non avete … voluto … fare!!

    Perchè una cosa è lampante e cioè che per 9 lunghi anni vi siete seduti dietro la malattia di un uomo e se non ci fosse stato l’intervento della magistratura …

  3. Culitto Salvatore says:

    invece di buttare via la vita buttate via tutto il resto ed emigrate all’estero, lasciate i vostri privilegi o presunti tali e mandate tutti al diavolo, se vi sentite sfruttati derubati e umiliati andate altrove, ogni anno dal sud italia decine di migliaia di giovani emigrano perchè l’italia dal sud al nord non è in grado di offrire loro ne un futuro ne una vita dignitosa, fatelo pure voi, ilo mondo è grande ed ha tanto da offrire

  4. Contro il sistema says:

    Sì,ma non la mettiamo sulla lotta di classe inversa,con lo sfruttato che se la prende con chi lo è ancora di più e così via.Entrambi:lavoratori,disoccupati,precari,piccoli e medi imprenditori sono vittime dell’oppressione dello Stato e dei gruppi parassitari che stanno dietro,e intendo i veri parassiti,ovvero i politicanti,i banchieri,le elitè militari e industriali,i lobbysti e i pseudomenager di stato o meno che viviono o con i nostri soldi o sfruttando bambini e fomentando guerre,come i parassiti petrolieri della Shell o della Bp.Questi qua manipolano il mercato,premono per attuare leggi a loro favore e per eliminare la concorrenza,contrastano le imprese piccole e medie,per aumentare a dismisura i loro profitti,anche a costo di vite umane,da offrire in sacrificio al loro sporco e porco Denaro,il loro unico dio,ovvero Satana,e se esistesse il Pardiso,sti qua marcirebbero giustamente all’inferno.Oppure Goldman Sachs,il potentato parassitario e mafioso da cui escono i peggiori parassiti e speculatori/terroristi finanziari,come Monti,Draghi o Prodi,la Citygroup e tutte quelle banche d’affari private che in combutta con quelle centrali,truffano gli individui,e socializzano le perdite,distruggendo il libero mercato a favore del loro socialismo o capitalismo o nazifascismo corporatista e a danno di tutti noi,vittime di questa cricca di mafiosi usurai e dei sciaccali lobbysti e grossi industriali,che in combutta con i loro servi politici,ci stanno amazzando per i loro sporchissimi interessi.

    • Federico Lanzalotta says:

      ti sei dimenticato il complotto demo-pluto-giudaico-massonico !
      Avanti popolo alla riscossa… sigh

      • Dan says:

        Avanti popolo, alla riscossa,
        sotto i piedi la bandiera rossa,
        sotto i piedi tutte le bandiere.

      • Contro il sistema says:

        Ma chi ha parlato di complotti?Al massimo tu o alcuni di voi che parlano di complotto comunista,che poi parlare del complotto comunista e del complotto giudaicomassonico è praticamente la stessa cosa,visto che il comunismo è stata un’invenzione di un’ebreo massone e tutti i suoi esponenti principaili erano ebrei e molto spesso massoni:e oltre tanto per sapere la bandiera della DDR conteneva il classico simbolo massonico,per non parlare della falce e del martello e dell’appellattivo “compagni” che è stato inventato dai massoni del Grande Oriente a fine 700,marx,Lenin,Troskty,Luxemburg,Kraus ecc erano tutti ebrei ad es.Io non sono anticomunista,nè tantomeno ho qualcosa contro gli ebrei,io critico il sistema mondiale criminale.

  5. sorta di collettivismo strisciante ?!?

    Purtroppo non c’è niente di strisciante se è vero che il quasi 60% del pil italiano è frutto di imprese pubbliche o controllate dal pubblico.
    Costoro hanno bisogno delle nostre “sovvenzioni” sotto forma di TASSE per sopravvivere.
    Lo Stato ci rapina e ci convince che le tasse estorte siano per il nostro bene.

  6. Veneti, il suicidio non vi rende eroi, se non vi resta che la vita da perdere, non buttatela. I veri eroi combattono, alzate la testa e combattete. Abbandonare le vostre famiglie, i vostri amici, quelli che contano su di voi non vi fa onore, a loro resteranno solo le sofferenze e la vostra morte non sarà solo inutile, ma una perdita per tutti quelli che vi volevano bene e anche per quelli che ancora non vi conoscevano. Non siate egoisti! Non siete soli!

    http://www.mlnv.org

  7. zioAlbert says:

    Un solo appunto, secondo me, “stato ladro” minuscolo.

  8. francesco says:

    sono sempre dell’idea che questi eroi se vogliono essere ricordati perche non si fanno saltare vicino ai sindacalisti politicizzati e ai stessi politici che gli anno rappresentati e condannati a morte buon anni del cavolo avvenire a tutti fin quando non ci sara unione faremo la fine del topo

    • Non serve nemmeno un’azione suicida, ma certo sarebbe meglio che darla vinta a chi ci ha ridotto così per espresso mandato. Se proprio devi ammazzarti (ma, prima, ricordati che esiste la lotta) almeno dai un valore alla tua morte…

Leave a Comment