Sud Sudan, ancora insicurezza a due anni dall’indipendenza

di REDAZIONE

Diverse aree del Sud Sudan continuano a vivere nell’insicurezza a meno di due anni dall’indipendenza del Paese (luglio 2011). Secondo gli ultimi dati delle agenzia specializzate dell’ONU Le violenze tra comunità pastorali e agricoli hanno costretto la fuga più 13.000 persone nello Stato dell’Alto Nilo. Altre 4.700 sono sfollate per le violenze nello Stato di Unità.

Le attività della guerriglia nello Stato di Jonglei sono invece all’origine del gran numero di rifugiati sud sudanesi nei Paesi confinanti: 11.638 in Etiopia, 4.862 in Uganda e 2.548 in Kenya. Altri 11.000 persone si sono spostate dalle aree di Jonglei nella capitale Juba. (Agenzia Fides)

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment