Stucchi, il recordman tra i presentatori di leggi. Ma nessuno gliele firma

di TONTOLO

Herbert Spencer sosteneva: “La vita, la proprietà e la libertà di ciascun individuo son messe in pericolo ogni volta che si riunisce il parlamento”. Già, perchè ogni volta che un deputato, o un senatore, presenta “una legge” state pur certi che si addenseranno nuvoloni zeppi di guai all’orizzonte. Non per nulla, nel tentativo di dimostrare che il loro ruolo ha un senso, i parlamentari – non appena finiscono in tv o sui giornali – una delle prime boiate che profferiscono ai quattro venti è: “Ho presentato una legge”.

Tra i più prolifici “legislatori” c’è un tale Giacomo Stucchi (il candidato alla segreteria della Lega Nord che meno viene considerato dal sondaggio di questo giornale), di cui ho già avuto modo di raccontare qualcosa.  Ecco cosa scrive “la Repubblica” del presidente del Cpasir: “Numeri alla mano, il Senatore della Lega Nord Giacomo Stucchi risulta essere il membro del Parlamento, fra Camera e Senato, che ha presentato più disegni di legge da primo firmatario. Considerando che la media parlamentare è solitamente di 3 disegni di legge per rappresentate, è giusto fare un po’ le “pulci” al Senatore della Lega. Dire che nessuna delle 84 proposte del Senatore Stucchi è diventata legge non è nulla di sconvolgente, visto che delle 2967 proposte di legge di natura parlamentare di tutta la XVII Legislatura soltanto tre hanno completato il proprio iter. Sembra il caso, però, far notare che nessuna delle norme del Senatore ha finito il suo esame nelle varie commissioni parlamentari, cosa non grave se si considera che soltanto tre delle 84 ci sono arrivate. Delle 84 proposte, infatti, soltanto tre sono in corso di esame in commissione, due sono state ritirate (S.525S.530), sette sono ancora da assegnare, e ben 72 sono state assegnate ma con lavori non ancora iniziati. Insomma, il Senatore Stucchi è certamente primo in classifica, ma con ben poco da festeggiare”.

Perchè ben poco da festeggiare? Ancora Repubblica: “Ma visto il ruolo minimo del parlamento nell’attività legislativa di questi tempi, è giusto analizzare un po’ più in profondita il lavoro del Senatore, dando uno sguardo al consenso ottenuto dalle sue proposte fra i suoi colleghi (co-firmatari e relatori vari). Degli 84 disegni di legge, Stucchi risulta essere sempre l’unico firmatario, con relatori presenti solamente nelle tre proposte in corso di esame in commissione (S.429S.412, S.751). Insomma, tra la lentenza del Parlamento e la mancanza di sostegno dai suoi colleghi, dietro al primato di Stucchi sembra esserci tanto fumo e pochissimo arrosto”.

Povero Stucchi… non lo caga proprio nessuno. Per fortuna, mi vien da dire. Nel ginepraio italiano (in cui lo Stucchi sguazza come un eterno trotone) ci mancava solo qualche altra inutile legge. Vabbé… si consolerà diventando segretario della Lega Nord… o Mort?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Maurizio says:

    Personaggio talmente inutile che non merita neanche un commento

  2. CANEPA LORENZO says:

    altro cadregaro permanente. Rtrri a casa a lavorare

  3. braveheart says:

    NON HA MAI LAVORATO, NON HA FINITO GLI STUDI, IL TENERO GIACOMO A 27 ANNI GIA’ PARLAMENTARE, ERA IL 1996, ACCUMULATO UN SACCO DI CARICHE NELLA LEGA E UN SACCO DI POLTRONE SOTTO IL CULO, LONGA MANUS DEL CALDEROLI…….ORA UOMO COPASIR TALIOTA…… IL TIPICO POLITICO CHE SI è ARRICHITO CON LA POLITICA ,UNA COSA DISGUSTOSA …MA QUELLI CON LA SCOPA IN MANO ….NON SCOPANO MAI….

  4. jesse james says:

    Segretario della Lega? Ma non scherziamo…

  5. Giovanni says:

    “Il miglior sedativo per le smanie rivoluzionarie consiste in una poltrona ministeriale, che trasforma un insorto in un burocrate.”

    Giovanni Giolitti

Leave a Comment