Storia veneta in Serbia. E da noi?

sanca

Dai social

Ecco la riflessione dell’associazione Sanca veneta.

In alcuni asili in Serbia hanno deciso di studiare la storia della nostra terra poiché la Repubblica Serenissima ebbe un’influenza su tutti i territori balcani(e viceversa) mentre da noi viene considerato una cosa retrograda e inutile.

Sanca non solo appoggia questa idea ma rilancia proponendo alla regione di lanciare delle iniziative per promuovere la storia dei popoli a noi vicini per storia e geografia.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Incredibile ma vero.
    Anche la Regione Veneto aveva emanato una legge regionale per la tutela della lingua Veneta….ma non se ne fa di niente dato che la scuola italiana rimane essenzialmente costruita ad immagine e somiglianza della sua repubblica, cioè incompleta, falsa, demagogica, piena di retorica e dimenticante di cose essenziali per poter chiamare storia una materia importantissima per i giovani studenti.
    Ho letto diversi testi scolastici nei quali non viene nemmeno menzionata la battaglia navale di LEPANTO, tanto per fare un esempio.
    Le regioni italiane sono studiate di sfuggita e mai approfondite bene specie quelle in cui nascono e vivono gli studenti. Come dire che la storia locale è niente rispetto a quella del nuovo paese chiamato italia.
    Oltre 150 anni di unità d’italia sono già troppi. I fatti lo dimostrano. Siamo troppo diversi e diverse devno essere le strade da percorrere se vogliamo salvare il salvabile.
    Stiamo pure uniti in un paese federale ma ogni regione si amministri come meglio crede e senza interferenze da roma che rimano oggi lo Zimbello delle capitali europee, pieno di “scoasse” e di animali selvatici e non.
    Io non sono più italiano da tempo ma solo ed unicamente VENETO !!!
    P.S. qui non si tratta di restare o gettarsi dalla nave che affonda, si tratta di salvare la nostra dignità di Veneti mai veramente integrati nell’Italia unita per volere supremo dell’oligarchia politica e non.
    WSM
    WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Esame di cultura per avere il diritto al voto. Smetti di ignorare

Articolo successivo

La Scozia fa il pieno! Indipendenza più vicina. Trionfa Johnson nel voto britannico