ECCO LA LISTA STIPENDI DEI GRANDI BUROCRATI

di REDAZIONE

Sono una sessantina i manager pubblici con stipendi superiori ai 294 mila euro, il tetto imposto dal decreto Salva Italia. Al primo posto c’è il capo della Polizia, Antonio Manganelli, che ha percepito 621.253,75 euro. Segue a ruota il ragioniere generale dello Stato, Mario Canzio, con 562.331,86 euro. Poi il capo dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Franco Ionta con 543.954,42 euro. Ma ecco la classifica stilata su Corriere.it

Compensi Pubblici

Authority

Presidente Antitrus Giovanni Pitruzzella 475.643,38

Componenti: (Antonio Pilati, Piero Barucci, Carla Rabitti Bedogni, Salvatore Rebecchini) 396.369

Agcom*

Componenti: Nicola D’Angelo, Sebastiano Sortino, Enzo Savarese, Gianluigi Magri (euro 363.338.66 cessato il 30.11.2011), Stefano Mannoni, Antonio Martusciello, Michele Lauria, Roberto Napoli: 396.369,44

Dipendenti: Roberto Viola 325.203,28 più’ contributo di solidarieta’ (634), Antonio Perrucci 292.858,18 più’ incarico da altra p.a. (200) più’ contributo di solidarieta’ (639)

Ministero degli Interni

Capo della Polizia Antonio Manganelli 621.253,75 ,

Capo dipartimento amministrazione penitenziaria Franco Ionta 543.954,42

Ministero Difesa

Generale Biagio Abrate 482.019,26,

Capo di Stato maggiore della Difesa Giuseppe Valotto 481.021,78,

Capo di Stato maggiore Esercito Bruno Branciforte 481.006,65,

Capo di Stato maggiore Marina Giuseppe Bernardis 460.052,83,

Capo Stato maggiore Aeronautica Claudio de Bertolis 451.072.44,

Comandante generale Arma dei Carabinieri Leonardo Gallitelli 462.642.56,

Comandante generale Guardia di Finanza Nino di Paolo (in pensione) 302.939,25 trattamento corrisposto fino al 19 agosto 2011

Enti Pubblici e Ministeri

Direttore Monopoli di Stato Raffaele Ferrara 481.214,86,

Direttore Agenzia delle Entrate Attilio Befera 304.000,

Vicario del direttore generale Agenzia delle entrate Marco Di Capua 305.558,

Direttore generale Agenzia del Territorio Gabriella Alemanno 307.211,

Capo dipartimento Politiche Agricole Giuseppe Sernino 300.753,

Direttore generale Politiche agricole Ambrosio Giuseppe 297.500,

Capo di gabinetto ministero Interni Giuseppe Procaccini 395.368,40,

Capo dipartimento Protezione civile Franco Gabrielli 364.196,00,

Ministero Arrari esteri Segretario generale Giampiero Massolo 412.560,

Ministero della Giustizia Capo dipartimento Giustizia minorile Bruno Brattoli 293,029,60,

Ministero Economia Capo gabinetto Vincenzo Fortunato 536.906,98,

Ragioniere generale dello Stato Mario Canzio 562.331,86,

Direttore generale Corpo Forestale Cesare Patrone 362.422,13

*la quasi totalità ha chiesto in via cautelativa e salvo conguaglio la riduzione dei compensi in misura pari a 294.000 euro.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. lello says:

    tutti guesti soldi BASTARDI DOVETE ANDARE TUTTI NELLE CAVE A SPACCARE LE PIETRE MALEDETTI DA DIO

  2. Arcadico says:

    Penso che siano Felicissimi di pagare le tasse!!

    Perche’ con quello che gli rimane in mano riescono a sbarcare il lunario!!!

    Una domanda sorge spontanea!

    Se sono così Bravi da meritarsi un tale stipendio perchè non si immettono nel campo privato??

    Penso che potrebbero guadagnare ancora di più !!!

    Nel privato vige la legge del mercato!!!

    Quindi Sono arci sicuro che saprebbero fare bene!

    Oltretutto con le enormi responsabilità a cui sono quotidiananmente sottoposti penso che sfonderebbero!!!

    Non concordate?

  3. gianni says:

    Mi andrebbero anche se meritassero queste cifre.
    Ma chi controlla se sono compensi meritati ?Inoltre, questi signori percepiscono quelle cifre tutti gli anni, senza correre il rischio di crisi economiche o di licenziamenti per inefficienza. O meglio, se vengono rimossi per inadeguatezza dei risultati raggiunti, percepiscono liquidazioni da favola e poi vengono spostati su incarichi altrattanto ben remunerati. Comunque la colpa non è loro, è dei governanti sia di destra che di sinistra che hanno fatto finta di nulla, anzi hanno utilizzato quei personaggi per fini politico/elettorali.
    Che almeno la crisi serva a fare piazza pulita di questi individui che non solo hanno percepito somme indecenti per un Paese civile, ma sono anche corresponsabili con i politici della situazione italiana.

  4. luigi bandiera says:

    TUTI PAGAI KOL MINIMO SINDACAE..!!

    MA SVEJEMOSE..!!!!!!!!!!!!!!!

    KAX al kubo..!!

  5. floriano says:

    NON TROVO AGGETTIVI LI HO SPESI TUTTI

Leave a Comment