Stefani: per la campagna elettorale la Lega spende 5 milioni

FONTE ORIGINALE: www.repubblica.it di Rodolfo Sala

MILANO – Cinque milioni di euro per la campagna elettorale della Lega. Questo il budget stanziato dal tesoriere del partito, il parlamentare Stefano Stefani, successore di quel Francesco Belsito finito nei guai per la sua gestione quanto meno allegra dei fondi del movimento, e per questo espulso. Nel suo ufficio al secondo piano del quartier generale di via Bellerio, a Milano, Stefani fornisce senza difficoltà cifre che finora erano rimaste un po’ misteriose. Dei costi della campagna elettorale della Lega, impegnata sul doppio fronte delle regionali lombarde, dov’è candidato Bobo Maroni, e delle politiche, si sapeva poco o nulla. Tanto che in Lombardia è scoppiata una polemica violentissima tra Gabriele Albertini, anche lui aspirante governatore, ma con la casacca di “montiano”. Per l’ex sindaco di Milano la campagna di affissione che ha segnato l’avvio della corsa di Maroni (maxi-manifesti con Bobo a promettere di avere “la Lombardia in testa”) sarebbe costata un milione di euro. L’ex ministro dell’Interno ha smentito, annunciando querele contro Albertini. E il responsabile della lista Maroni, Stefano Candiani, ha fornito una cifra: “Quella campagna è costata 350mila euro, un terzo di quel che dice Albertini; se vi sembra poco, considerate che gli spazi per i mega-manifesti noi li abbiamo prenotati prima di tutti gli altri, e questo ci ha consentito un bel risparmio”.

Adesso è il tesoriere Stefani a rompere il muro del silenzio. E a correggere verso l’alto le previsioni di spesa, e gli stanziamenti, per la campagna elettorale di Maroni. Dunque, in tutto il Carroccio scucirà cinque milioni (contro i 6,5 dichiarati dal Pd). Di questi, oltre tre milioni vengono versati direttamente dagli organi centrali della Lega alle “nazioni”, vale a dire ai responsabili delle diverse regioni. E, ovviamente, a fare la parte del leone è la Lombardia: un milione e seicentomila euro, cifra che comprende anche i costi iniziali della campagna elettorale di Maroni (quelli stimati in 350mila euro). Di qui al 24 febbraio, quindi, ne serviranno parecchi di più. Del resto sulla gara lombarda i leghisti scommettono tutto: o la va o la spacca, o si vince o si muore, e fa niente se per insediare Bobo al trentacinquesimo piano di Palazzo Lombardia bisogna ingoiare il rospo di una nuova alleanza con Berlusconi.

Nel dettaglio e al netto della cifra destinata alla Lombardia, i circa tre milioni da girare alle “nazioni” sono così suddivisi: 840mila euro al Veneto, 354mila al Piemonte, 168mila all’Emilia, 126mila al Friuli, 113mila alla Liguria, 76mila alla Romagna, 68mila alla Toscana, 17mila alla Valle d’Aosta, 14mila all’Umbria.

“Questi – spiega Stefani – sono i soldi che abbiamo stanziato e che spenderemo; con me tesoriere del movimento non scappa neppure un euro, e speriamo pure di recuperare quelli che ci hanno ciulato”. A rubarli non è stata Roma ladrona, come raccontano le storie poco edificanti dei fondi di partito investiti in diamanti o in fondi della Tanzania.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. mr1981 says:

    E si sa qualcosa di quanto è stato stanziato per la Lega Nord Estero, per questa tornata elettorale in Europa e in generale dal 2009, data di nascita di questo progetto a Vicenza? Nella lista Pdl/Centrodestra italiano ci sono 3 nominativi che si rifanno alla LNE, Valentina Lenza e Andrea Masciavè per la Camera, Giuseppe Ceresa per il Senato, però i risultati ottenuti sul territorio sono nulli.

    • leganordnordestero says:

      Gentile Redazione dell’Indipendenza,
      vi scriviamo a nome dei coordinatori e attivisti di Lega Nord Estero.
      1) Il progetto di Vicenza e’ morto poiche’ la persona che si era auto proclamata segretario’ e’ stata espulso. Tra i motivi della espulsione fu la mancanza di obbiettivi raggiunti, l’avere non dato voce ad altri militanti, e ritenuto con forte danno al movimento di non costruire una struttura che fornisse informazioni utili ai nostri connazionali all’estero, non che un programma radio che ha rischiato piu di una volta di portare attacchi legali da parte di avversari.
      2) A Milano maggio 2012 e’ stato varato un congresso regolare, presenti tutti i coordinatori riconosciuti nei vari continenti, ed e’ stato deciso di avere una organizzazione piu flessibile, piu trasparente e piu democratica.
      3) I nostri candidati sono solo 3 perche’ cosi e’ stato stipulato con l’allenza elettorale con IL PDL. I nostri 3 candidati provengono dalla societa’ civile, hanno una loro attivita o lavorano in aziende, non hanno mai campato di politica e hanno dedicato il loro tempo, gratuitamente senza chiedere soldi.
      4) Sul nuovo sito presto online tra pochi giorni, daremo a questa testata il link, potrete vedere la voce le nostre spese, dove metteremo con regolarita’ tutte le spese sostenute nella campagna elettorale e spese in generale durante l’anno.
      5) I risultati per adesso sul territorio ottenuti sono stati rispetto agli anni precedenti inclusi gli anni della prima sede di Londra, di Vicenza etc . notevoli. Abbiamo aumentato gli iscritti sono state aperte nuove sedi, fatti diversi incontri in vari paesi e i nostri candidati sono gia andati in svizzera in spagna etc ad incontri pubblici , potete trovare tutto su you tube.

      preghiamo gentilmente la persona che ha cercato di diffamere i nostri candidati e la lega nord estero, di supportare con atti e documenti ogni accusa da questa mossa. Qualora qualcuno diffamasse la nostra attivita o accusasse di cose non vere, La Lega Nord Estero prendera’ i giusti provvedimenti legali.

  2. Ferruccio says:

    Non hanno stanziato niente per le Marche……
    Dove nella precedente legislatura la Lega aveva eletto 2 deputati, chissà perchè ????

    E nemmeno per le regioni del Sud dove il capolista TREMONTI sicuramente avrà ottimi risultati in particolare nelle regioni Calabria e Campania dove è candidato anche l’ex sottosegretario agli interni del Boby …….
    MICHELINO DAVICO

  3. Dorian says:

    Chi ha fornito la cifra detta? LI PAGHI DI TASCA PROPRIA!!!
    L’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE È UN REATO CHE DI SOLITO È PUNITO, PERCHÉ QUANDO TOCCA A LORO DANNO GLI ARRESTI DOMICILIARI? CHE CAXXO FA LA MAGISTRATURA? DUE PESI E DUE MISURE PROPRIO COME NELL’ANTICO ROMANO IMPERO?

    • gianluca says:

      Chi ha fornito la cifra? La Lega aveva in cassa oltre 20 milioni di euro solo qualche mese fa provenienti dai rimborsi elettorali soprattutto e da altre contribuzioni

  4. Dan says:

    Inventarsi uno slogan pirla come “prima il nord” e non aver avuto neanche l’accortezza di registrarlo così che il primo chiricahua che è passato di lì ha potuto crearsi al volo la sua lista civetta, costa 5 milioni di euro ?

    Quanta gente dovrebbe tornare a lavorare duro e riscoprire il valore del denaro…

Leave a Comment